Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
24 Gennaio 2017
richiedi la newsletter settimanale





Naviga all'interno
di Periodico italiano magazine. Cerca gli articoli che più ti interessano
all'interno delle diverse sezioni

>>>



LEGGI ANCHE
laici.it





  • Numero 24 Gennaio 2017

    Cari amici lettori, eccoci al nostro appuntamento con la rivista sfogliabile. Come sempre, interviste e news dal mondo della cultura da leggere, commentare e condividere. La nostra copertina è dedicata al credo. Tra guerre sante, antiche o recenti, ed episodi di discriminazione più o meno violenti, il nostro pianeta oggi ospita una gran varietà di credo religiosi, capaci di unire (o dividere) sotto la stessa fede miliardi di persone. Buona lettura.

    Vi ricordiamo che abbiamo creato un indirizzo mail (posta@periodicoitalianomagazine.it) al quale potete indirizzare lettere, materiali e suggerimenti. 

    STORIA DI COPERTINA
    Io credo, ma in cosa?

    Credere implica un atto di fede; sapere, uno di verità. Credere è oggi anche libertà individuale, di distaccamento da verità precostituite. Il sentirsi uomo o donna è per il transessuale una verità, la quale non corrisponde al sentire comune, che tende a raggruppare le cose in categorie spesso molto generali, polarizzate, veramente poco esaustive. Una delle categorie umane più credenti è per esempio quella degli scienziati, i quali per ovvie ragioni di tempo sono obbligati a compiere numerosissimi atti di fede riguardanti la validità di molti esperimenti del passato, senza perciò doverli uno a uno di nuovo ripetere personalmente.

    Carnevale 2017: si afferma definitivamente la moda di mascherarsi evolvendo le vecchie tendenze ‘fanta-horror’ degli anni ’80 del secolo scorso, fino ad approdare al mondo manga, anime e dei videogames

    Claudia_Fattorini_3.jpg

    Da millenni, sin dai tempi delle 'dionisiache' greche o delle ‘barabbate’ dell’alto medioevo, il carnevale è la festa del mascheramento e del capovolgimento dei ruoli: un momento dell’anno in cui tutti possono essere ciò che vogliono. Un fenomeno antropologico discendente da ancestrali forme di religiosità popolare, che sono sempre esistite. Ma oggi, fumetti e televisione hanno allargato i confini dell’immaginazione giovanile, fino ad arrivare al fenomeno del

    Lo ‘squalo-Juventus’ sbrana una Lazio un po’ noiosa, mentre la Roma tiene il ‘passo’ con l’ennesima vittoria sofferta; in ‘coda’ alla classifica, tutto sembra già deciso a gennaio (e non è la prima volta...)
    Un’accozzaglia di stili dal rhythm and blues, all’hip-hop, al rock-pop, mescolati all’elettronica fino al ‘nonsense’: una serie di contaminazioni che suonano all’orecchio come la ricerca di una nuova identità artistica non ancora raggiunta
    Viaggiare in solitaria è un’occasione unica: contribuisce a godere di un inedito senso di libertà; si verificano i propri limiti; si sconfiggono paure; si possono fare incontri interessanti durante il percorso intrapreso e, finalmente, si smette di fare sempre gli italiani all’estero



    Teatro T

    La solita zuppa
    A più di 40 anni dalla morte del grande Luciano Bianciardi, la magnifica ‘penna’ della ‘lucida rabbia’, al teatro ‘T’ di Roma è stato messo in scena uno dei capolavori del ‘grande ribelle’ del giornalismo italiano, colui che anticipò la contestazione della fine degli anni ’60 indicandoci per primo le doppiezze e le contraddizioni di un ‘boom’ economico troppo accelerato, che ha prodotto soprattutto alienazione, solitudine, doppiezze e falsità Leggi l'articolo

    La solita zuppa http://www.autopezzistore.it/

    Ladieswear 728x90


    Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
    Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
    EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale