Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
27 Ottobre 2020

L'attivismo ecologista dev'essere coniugato con la formazione certificata

di Domenico Letizia
Condividi
L'attivismo ecologista dev'essere coniugato con la formazione certificata

Lo scorso 19 febbraio in quel di Latina ha preso il via un “percorso informativo/formativo”, che costituisce un primo step volto alla formazione dei giovani in difesa del clima e dell’ambiente
 
Coniugare l'attività delle organizzazioni non governative con la formazione e l'informazione sulle tematiche ecologiche, di tutela del patrimonio liquido, difesa del mare e sviluppo di modelli energetici sostenibili. Il miglior modo per incentivare la crescita sostenibile del nostro ’Sistema-Paese’ è quello di seguire le nuove generazioni attraverso un percorso formativo e informativo, accompagnato da professori e docenti universitari, oltre che da analisti esperti nei progetti etici di sviluppo sostenibile e dell'impresa 4.0. Non solo: tale percorso deve essere accompagnato da accurate modalità di certificazione e attestazione continua, in modo da poter generare adeguate professionalità e competenze. Sviluppare un percorso certificato, che parta dalle scuole superiori e che si completi con la formazione post laurea, sia triennale, sia magistrale. Da Latina, con il seminario dal titolo 'Quale futuro per il nostro pianeta?' tenutosi di recente presso l’auditorium del Liceo clsassico statale 'Dante Alighieri’, è stato avviato un 'Percorso informativo/formativo', che costituisce un primo step volto alla formazione dei giovani in difesa del clima e dell’ambiente. L'innovativo percorso di ‘formazione/certificazione’, a partire dal livello scolastico di scuola superiore, prevede un’approfondimento sull’intero percorso inerente ai temi della sostenibilità e della comprensione delle problematiche legate al clima e all’ambiente, per poi proseguire, a livello universitario, attraverso una preparazione ad hoc per i giovani studenti. Un’idea innovativa, con l’obiettivo di diffondersi in tutto il territorio italiano e non solo, che vede il forte impegno del neonato 'Centro della pace e della sostenibilità', un’organizzazione non governativa che si propone, nella propria ‘mission’, di traguardare le più importanti strategie in difesa del clima, dell’ambiente e dell‘energia, oltre a perseguire tutti gli obiettivi prefissati nell'ambito dell’Agenda sulla sostenibilità Onu 2030. Il 'Percorso informativo/formativo', con il relativo 'Percorso certificativo' è stato ideato proprio per sviluppare processi di formazione continua nei giovaLatina_2020.jpgni leaders operanti in difesa del clima e dell'ambiente, prevedendo una serie precisa di steps:

a) 1° step inerente al 'Certificato di frequenza' al seminario di studi 'In difesa del clima e dell'ambiente' (certificazione a cura del Liceo classico 'Dante Alighieri' di Latina, dell'Inner WheelClub di Latina e del Centro della pace e sostenibilità 'CPScae');
b) 2° step con il 'Certificato di Fellowship', che sarà concesso ai soli studenti, che hanno acquisito la certificazione precedente, i quali, successivamente seguiranno, a cura dell'Istituto Scolastico, l'intero percorso formativo e informativo previsto;
c) 3° step, successivo, in cui si prevede la certificazione di 'Basic Former Informer', che sarà concessa ai soli studenti, che abbiano acquisito i certificati, di cui ai precedenti steps 1° e 2°, conseguito la parallela certificazione, che sarà considerata valida e riconosciuta a livello internazionale, afferente al minimo grado di conoscenza della lingua inglese, quale il 'Certificato B1 Cambridge' o grado di conoscenza certificata equivalente, oltre ad aver, successivamente, superato l’esame di maturità, con una votazione non inferiore a 95/100;
d) 4° step in 'Advanced Former/Informer Certificate', riservato ai soli studenti universitari, che abbiano conseguito le relative certificazioni previste nei precedenti steps 1°, 2° e 3°, i quali dimostreranno di aver superato il 60% degli esami universitari previsti in ogni possibile corso di Laurea Magistrale inerente a qualunque relativo corso di Laurea valido sul territorio nazionale/internazionale, con riportata votazione non inferiore a 27/30, oppure conseguito Laurea Breve/Triennale, con votazione finale non inferiore a 110/110; 
e) 5° e ultimo step afferente alla certificazione di 'Specialist Expert Former/Informer', riservato ai soli giovani che abbiano conseguito una Laurea Magistrale inerente a qualunque corso di Laurea valido sul territorio nazionale/internazionale, con riportata votazione non inferiore a 110/110 e che abbiano conseguito le relative certificazioni previste nei precedenti quattro steps.La progettualità, come sostengono gli organizzatori, vuole seguire l'approccio sulla base del motto: "The Green Swan", il 'cigno verde', coniato, al contrario delle previsioni catastrofiche rappresentate dal 'cigno nero', dal sistema della banking mondiale per raggiungere il 'New World Green Deal', con investimenti previsti di oltre 100 mila miliardi di dollari, unica concreta strategia, a livello globale volta al pieno contrasto del fenomeno del 'Global Warming'. Grazie all'impegno del network nato tra il 'Centro della pace e della sostenibilità' (Cpscae-Aps), con il segretario Roberto De Pascalis, l'Inner Wheel Club di Latina, con il Distretto Inner Wheel 208, la preside del Liceo classico 'Dante Alighieri' di Latina e la 'Gi.&Me. Association', presieduta da Franz Martinelli, è stata lanciata una progettualità, con l’implementazione di opportuni 'Programmi etici e sostenibili' e attraverso sviluppi pluriennali, volta ad amplificare le seguenti quattro linee d'azione:

1) impegno in difesa del clima;
2) tutela e protezione dell'ambiente;
3) sinergia e impegno a promuovere progetti volti al finanziamento di opere etiche e sostenibili anche sul piano del contenimento dei consumi e l'autoproduzione energetica da fonti rinnovabili;
4) sostegno in favore delle giovani generazioni.

Tutti impegni che devono partire da una corretta formazione/informazione e dalla conoscenza delle opportunità, della tecnologia e della ricerca degli ultimi anni che si può incentivare attraverso una corretta certificazione scolastica e formativa. L'Italia e i nostri cari giovani non possono permettersi di perdere tale sfida, così come altri innumerevoli Paesi del Mediterraneo e dell'intero globo.

foto_evento.jpg

QUI SOPRA: FOTO DI GRUPPO DEL CPSCAE PRESSO IL LICEO CLASSICO 'DANTE ALIGHIERI' DI LATINA


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale