Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
23 Settembre 2020

Al cinema, il curioso mondo di Hieronymus Bosch

di Serena Di Giovanni
Condividi
Al cinema, il curioso mondo di Hieronymus Bosch

Il 13 e il 14 dicembre scorso, per soli due giorni, diverse sale italiane hanno proiettato il film ‘Il curioso mondo di Hieronymus Bosch’, opera che racconta nel dettaglio l’opera del visionario pittore olandese (1453-1516) attraverso lo sguardo di una grande retrospettiva, descritta dal quotidiano britannico ‘The Guardian’ come “una delle più importanti del nostro secolo”

La mostra dal titolo ‘Hieronymus Bosch – Visions of Genius’,  svoltasi dal 13 febbraio all’8 maggio 2017 presso l’Het Noordbrabants Museum di Hertogenbosch, città natale dell’artista, è stata organizzata a 500 anni dalla morte del pittore e ha previsto l’esposizione di 36 delle 44 opere superstiti di Bosch. ‘Hieronymus Bosch – Visions of Genius’ ha raccolto ben 421.700 visitatori, giunti da tutto il mondo per ammirare le sue stravaganti creazioni, eccezionalmente esposte al pubblico fino all’una di notte. Il documentario, pensato per coloro che hanno perso l’esposizione o che avevano voglia di riviverla sul grande schermo, è stato proiettato in oltre 2 mila sale cinematografiche, in 42 Paesi dell’America del Nord, dell’America Latina, dell’Europa, dell’Africa e della Australia e ha visto gli interventi di diversi esperti, tra i quali i curatori della mostra e altri critici coinvolti. Tra i contributi, quello del regista e artista Peter Greenaway, il critico d’arte del ‘Times’, Rachel Campbell-Johnston e il direttore del Het Noordbrabants Museum, Charles de Mooij.
La pellicola, infatti, permette di apprezzare nel dettaglio i dipinti di Bosch come mai prima, offrendo una visione attenta di tutte le curiosità nascoste all’interno delle sue tele, dai sacerdoti cannibali agli uccelli a tre teste. Opere ricchissima di visioni a metà tra l’incubo e la follia, che tradiscono la fervida immaginazione dell’artista, alimentata da credenze popolari, misteri, strane ‘fêtes des fous’, cultura medievale e dottrina mistica fiamminga. Tra i suoi lavori principali: ‘l'Adorazione dei Magi’ (musei del Prado, di Amsterdam, e Metropolitan di New York); ‘l'allegoria del Carro di fieno’ (Prado); ‘l'Adorazione dei pastori’ (Colonia); il ‘Cristo portacroce’ (Escorial e museo di Gand); ‘Il giardino delle delizie’ (Prado); la ‘Coronazione di spine’ (Escorial e Valenza); la ‘Guarigione della follia’ (Amsterdam); la ‘Tentazione di sant’Antonio’ (Bruxelles, Anversa, Amsterdam) e ‘il Paradiso e l'Inferno a Venezia’ (Accademia).
Il film fa parte della stagione della ‘Grande arte al cinema’ ed è distribuito da ‘Nexo Digital’, in collaborazione con ‘Sky Arte HD’ e MYmovies.it. Esso riporta in auge la forma originale delle famose ‘pale’ dell’artista olandese, rimaste per molto tempo separate e attualmente divise fra i più grandi musei del mondo. Essa rivela anche nuove scoperte emerse – utilizzando le tecnologie più avanzate – durante i preparativi per la mostra nell’ambito del ‘Bosch Research and Conservation Project’.
‘Il curioso mondo di Hieronymus Bosch’
è stato inoltre scelto dalla città di Den Bosch come punta di diamante del ‘Hieronymus Bosch 500’, il programma di eventi lungo un anno per onorare il 500° anniversario della morte dell’artista. L’opera rappresenta, perciò, la giusta conclusione di queste celebrazioni, che ha portato Bosch dalla sua città natale alle sale cinematografiche di tutto il mondo.

Il_curioso_mondo_di_Bosch.jpg Hieronymusi_Bosch.jpg Hieronymus_Bosch_1.jpg

Salva


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale