Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
21 Agosto 2019

La lotteria degli artisti

di Serena Di Giovanni - sdigiovanni@periodicoitalianomagazine.it
Condividi
La lotteria degli artisti

A Roma, una 'riffa' di beneficenza vuole risarcire gli autori di opere d'arte coinvolti nel progetto ‘BoCs Art’, che non risulta siano stati pagati dal Comune di Cosenza

Ne avevamo parlato qualche tempo fa, ma in tutt’altro tenore: il progetto ‘BoCs Art’, nato nel 2015 a Cosenza, ci sembrava qualcosa di innovativo, capace davvero di promuovere l’arte contemporanea. Ne era nato addirittura un museo: il ‘BoCs Art Museum’, inaugurato nel dicembre 2017 presso le sale del complesso monumentale di San Domenico della città calabrese. Avevamo intervistato l’allora direttore del presidio, Alberto Dambruoso, in merito al progetto, gli obiettivi e i riferimenti museografici che avevano condotto alla sua realizzazione, segnalandone la bontà. E invece, stando all’evoluzione dei fatti, l’iniziativa si è rivelata tutt’altro che ‘buona’. A qualche mese di distanza dalla nostra intervista, la situazione è infatti radicalmente cambiata.Giacinto_Di_Pietrantonio.jpg A cominciare dall’aprile scorso, quando una forte polemica è stata accesa dal curatore e critico d’arte Dambruoso, che raccontava sui social la decisione del Comune di Cosenza di affidare la direzione artistica delle residenze a Vittorio Sgarbi, senza alcun preavviso ufficiale. Alla dichiarazione hanno fatto seguito una serie di iniziative, volte a manifestare solidarietà nei confronti del curatore del progetto. E, ancora, una sequela di smentite, alternate a silenzi da parte delle istituzioni coinvolte: prima la smentita, attraverso i canali social, del sindaco Occhiuti; in seguito, la conferma di Sgarbi ad Artribune; poi, ancora una nuova smentita; infine la designazione di Giacinto Di Pietrantonio come nuovo direttore. Ma non finisce qui. Sempre Dambruoso ha dichiarato come, a distanza di anni, gli artisti coinvolti dovessero ancora ricevere dal Comune, oltre al vitto e all’alloggio, un rimborso delle spese di viaggio e quello delle spese per l’acquisto dei materiali per la realizzazione delle opere, che avrebbero poi lasciato in dono alla città di Cosenza. Denaro che, ad oggi, non sembra ancora essere pervenuto nelle loro tasche. Da qui, l’idea lanciata, sempre dal curatore, di realizzare una ‘riffa’ per rimborsare gli artisti delle residenze. Quest'ultima - curata dall’associazione ‘I martedì critici’ - si terrà verosimilmente il prossimo 20 novembre al ‘Visionarea Art Space’ di via della Conciliazione in Roma. Sarà una vera e propria lotteria, con in palio i lavori di alcuni interessanti artisti contemporanei, tra cui Claes Oldenburg, Antonio Riello e Susanne Kessler, tanto per citarne alcuni. Chissà che l’evento non giunga alle orecchie delle istituzioni cosentine, spingendole finalmente a colmare il loro debito...

Dambruoso.jpg

NELLA FOTO: ALBERTO DAMBRUOSO NEI GIORNI DELLA PRESENTAZIONE DEL 'BOCS ART MUSEUM'

AL CENTRO: GIACINTO DI PIETRANTONIO


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale