Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
26 Settembre 2020

Le stazioni metropolitane della capitale diventano archeologiche

di Ilaria Cordì
Condividi
Le stazioni metropolitane della capitale diventano archeologiche

Dopo l’esperienza di Napoli, che ha trasformato le linee 1 e 6 in luoghi affascinanti dove i cittadini possono incontrare l’arte contemporanea mentre usufruiscono del servizio pubblico, anche Roma non vuole essere da meno e progetta una stazione della linea C con mosaici di epoca romana in bella mostra

"Amba Aradam diventa la prima grande stazione archeologica della metropolitana C di Roma": queste le parole del soprintendente ai Beni archeologici per Roma, Francesco Prosperetti, dopo il ritrovamento di una caserma romana del II secolo d.C. nel cantiere lavori della futura fermata Ipponio che, situata a pochi passi da Porta Metronia, diverrà una stazione-museo, rientrando in quelle che vengono definite stazioni dell’arte. Il progetto nasce con la ristrutturazione di 15 fermate della metropolitana di Napoli (Garibaldi, Università, Municipio, Toledo, Dante, Museo, Materdei, Salvator Rosa, Quattro giornate, Vanvitelli, Rione alto, Margellina, Lala, Augusto, Mostra) con lo scopo di combinare la fruizione del trasporto pubblico e l’esposizione dei viaggiatori all’arte contemporanea. L’idea del capoluogo campano ha aperto le porte a una futuristica visione del poter toccare con mano le bellezze che il nostro Paese ha da offrire. E la fermata della metro C di Roma potrebbe diventare il primo esempio di progresso urbano, coadiuvato con il patrimonio artistico e storico. Le indagini archeologiche avevano rilevato, già nel novembre 2015, che a 9 metri di profondità sotto il loco del cantiere romano vi era il reperto del II secolo, ma i lavori di costruzione del tunnel metropolitano sono continuati, assicurando che "non si interromperanno" e che "non ci sarà alcuno stop al cantiere". Vedremo, dunque, come verrà portata avanti la costruzione della prima stazione-museo romana, sperando che questo sia il primo segnale di rinascita della città dei sette re.


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale