Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
21 Ottobre 2019

Topi giganti allo Yorkshire Sculpture Park di Wakefield (UK)

di Serena Di Giovanni
Condividi
Topi giganti allo Yorkshire Sculpture Park di Wakefield (UK)

Si tratta dei lavori dell’artista pop americano Kaws per la sua prima mostra nel Regno Unito, dal 6 febbraio al 12 giugno 2016, esposti nel parco inglese e alla contigua Longside Gallery

Una serie di topi : uno di loro ha la testa ciondolante, reclinata verso il basso, e le zampe ‘molli’, in una posa ambigua ed equivocabile da una lunga distanza, che evoca la confusione tipica dello stato di ‘ubriachezza’ dell’uomo. L'opera è intitolata Small Lie ed è composta da legno duro, ‘africano’, con un particolare effetto che ricorda il parquet. Il Topo in questione possiede un’enorme facoltà di disprezzo: disprezza la mente, la ragione, tutto ciò che è nobile, e che l’uomo ha chiamato per secoli il mondo dello spirito: la figura che sta ritta in piedi e guarda verso l’alto i raggi di un sole inaccessibile. Per questo è chino su se stesso e vacillante. Un altro Topo, chiamato At This Time, si copre gli occhi per non osservare lo spazio che lo circonda, verso il quale nutre, probabilmente, una certa indifferenza, mista a paura. Kaws (nome d’arte di Brian Donnelly ) lo statunitense che li ha ‘creati’, ha deciso di collocarli nel parco inglese per ricordare a tutti che la vita umana è insensata: è come il ronzio di un frigorifero, rumore indistinto tra i mille rumori della notte; un ronzio che ispira, in chi ascolta, indifferenza. Ma se scendiamo più nel profondo, questi ‘toponi’ giganti ci suggeriscono anche che la vita in sé è piena di significati: basta solo osservarla dal lato giusto, quello ironico e beffardo, irriverente e giocoso, proprio come un cartone animato nonsense.

 

Kaws_topi_6.jpg Kaws_topi_4.jpg

Kaws_topi_3.jpg Kaws_topi_5.jpg
Kaws_Brian_Donnelly.jpg

 L'artista

Classe 1974, KAWS, al secolo Brian Donnelly, è un artista e designer newyorkese, autore, tra le altre cose, di giocattoli a tiratura limitata. Dopo essersi diplomato in illustrazione presso la School of Visual Arts di a Manhattan, ha lavorato per la Disney come freelance, contribuendo anche agli sfondi di serie animate come 101 Dalmatians, Daria e Dug. Iniziando la sua carriera artistica come street artist, dal 1999 comincia a progettare e produrre i suoi primi giocattoli in vinile in edizione limitata con il marchio di abbigliamento giapponese ‘Bounty Hunter’, e avviando collaborazioni con diverse aziende del Sol Levante.
La mostra al Yorkshire Sculpture Park e alla contigua Longside Gallery, dal 6 febbraio al 12 giugno 2016, accoglie alcuni innovativi lavori grafici dell’artista, prevalentemente in acrilico e vernici, affiancati da imponenti sculture in vetroresina e legno già presentati in altri contesti, come il coniglio Accomplice (2010) e i ‘curiosi’ spermatozoi Born to bend (2013).


Kaws_topi_2.jpg
Dove:
Yorkshire Sculpture Park & Longside Gallery
West Bretton
Wakefield WF4 4LG
SatNav WF4 4JX
United Kingdom
+44(0)1924 832631
info@ysp.co.uk
Ingresso libero
Per info:
http://www.ysp.co.uk/exhibitions/kaws
http://www.kawsone.com/shop


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale