Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
30 Novembre 2022

Il premio 'Women in Cinema Award' alla 79esima Mostra del cinema di Venezia

di Valentina Ughetto
Condividi
Il premio 'Women in Cinema Award' alla 79esima Mostra del cinema di Venezia

A pochi giorni dalla chiusura della rassegna cinematografica veneziana riconosciamo tra i volti celebri della manifestazione anche il sorriso smagliante della giovane e vulcanica, Claudia Conte: sempre in prima linea come imprenditrice culturale e attivista per i diritti delle donne

L’impegno quotidiano ha reso ormai celebre, Claudia Conte, come producer e volto di ‘Women in Cinema Award’, premio internazionale con il patrocinio del ministero della Cultura. Un riconoscimento nato per testimoniare e promuovere il talento femminile e la ‘gender parity’ nel cinema. Claudia Conte porta sempre un valore aggiunto quando, con le sue attività, si esprime nel sociale. Lo scorso 6 settembre, l’hotel Excelsior del Lido di Venezia ha infatti ospitato la V edizione - sempre molto seguita e amata dal pubblico - di Wica (Women in Cinema Award, ndr). Quest’anno, la manifestazione risultava dedicata, quest’anno, alla produttrice e giornalista turca, Cigdem Mater, condannata a 18 anni di carcere insieme ad altri attivisti per le proteste antigovernative di Gezi Park (Turchia) nel 2013. Una partecipazione attiva, per dare un luogo e una voce a tutte quelle donne che, in questo momento storico, risultano emarginate e perseguitate da regimi autoritari o da condizioni sociali drammatiche. Il premio è stato inoltre riconosciuto, per bravura e sensibilità, all’attrice ucraina, Darya Tregubova: un tributo per esprimere simbolicamente solidarietà e vicinanza a tutte le donne ucraine che, dal 24 febbraio scorso, hanno dovuto vivere l’orrore della guerra. Durante la quinta edizione di Wica è stata premiata anche la grande stilista, Anna Fendi, al fine di sottolineare il forte legame che unisce il cinema all’eccellenza della storica firma dal gusto tutto italiano, che nel teClaudia_red_carpet.jpgmpo ha collaborato con i più grandi registi e costumisti alla realizzazione di memorabili film di successo internazionale. Anna Fendi, insieme alle sue sorelle, rappresenta il nostro orgoglio creativo e imprenditoriale. In origine, le Fendi confezionavano, a Roma, berretti militari e alte uniformi, assieme alla famiglia Coruzzolo, per la famiglia reale dei Savoia, Italo Balbo e altri. Oggi, il marchio Fendi è una delle stelle haute couture più conosciute in tutto il pianeta, in quanto firma prestigiosa. Una premiazione importante, insomma, impreziosita dal fascino di Claudia Conte, che per l’occasione ha indossato un abito offerto, per l’occasione, proprio da Anna Fendi. I premi sono stati assegnati dapprima alla cantante Malika Ayane, molto amata e conosciuta non solo nel panorama musicale italiano, mentre il secondo premio è stato assegnato alla regista e sceneggiatrice francese, vincitrice del Leone d'oro alla 78esima Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, Audrey Diwan. Tra i presenti, Alberto Barbera, direttore della Mostra del Cinema di Venezia, Francesco Rutelli, la produttrice internazionale Monica Bacardi, il professor Fabio Varlese, giunto da Toronto (Canada), il principe Giulio Torlonia con la moglie stilista, Victoria Torlonia, che ha vestito e accompagnato Claudia Conte sul ‘red carpet’, facendo scatenare fotografi e pubblico. Al termine della premiazione, Claudia ha voluto ringraziare per il successo della manifestazione i partner di sostegno di Wika: Andrea Iervolino & Lady Monica Bacardi (Tatatu e ILBE); l’associazione ‘Cultura Italiae’; Accurate Srl;  Alessio Brocceri Jewerly Designer; Ice – Independent Celebrities Endorsements; Jaba; il partner tecnico, Michele Affidato, Custo- x Skin Technology; Hollywood Communication; Victoria Torlonia. Una serata completamente fuori dall’ordinario, per ritrovare gli equilibri perduti e sperare in una società meno divisa e più solidale.Claudia_Darya.jpg


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale