Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
23 Settembre 2017

Il Natale italiano

di Ilaria Cordì
Condividi

Lavoro, meno tasse e regali hi-tech: questa la lista dei desideri degli italiani secondo una ricerca Confesercenti-Swg, in attesa che il prossimo anno ci dia qualche segnale di ricrescita economica

«A Natale puoi..»: così recita una delle pubblicità ‘in’ del periodo natalizio. Ma gli italiani vivono in un periodo in cui, in fondo, il verbo ‘potere’ non possiede più il suo originale significato etimologico. La crisi economica ha colpito profondamente le tasche dei cittadini, molti dei quali spettano  trepidamente l’entrata della cosiddetta ‘tredicesima’ per tirare un sospiro di sollievo. Quest’ultima però andrà a coprire le spese in sospeso che gravano sulle famiglie. Si ritiene che circa 11,8 miliardi di euro (il 18,2% in più del 2012) andranno a coprire i mutui, le bollette e l’Imu.  Non tutti però intendono farsi rovinare le feste: secondo un sondaggio condotto dalla Confesercenti-Swg circa il 12% degli italiani vogliono spendere di più per il tradizionale cenone della Vigilia e per i regali destinati ad amici e parenti. Si prospetta, infatti, un Natale all’insegna dell’enogastronomia; sotto l’albero avremo cesti di delizie tipiche regionali che andranno a ricordare che in fondo il ‘bel Paese’ ha ancora qualcosa di buono. Fra i regali per i più piccoli, come sempre, giocattoli e passatempi. Mentre i più grandi privilegeranno la tecnologia. Ma in ogni caso, secondo quanto riportato da Confesercenti, ogni famiglia tra regali e spese alimentari spenderà mediamente 170 euro, dedicando l'intero budget soprattutto alla famiglia. 
Ma nella lista dei desideri, comunque, il 56% (circa 26.9 milioni) degli italiani mettono al primo posto il desiderio di trovare una buona occupazione e la riduzione del Fisco, dell’Irpef, dell’Iva e della tassa dei rifiuti. E mentre gli economisti annunciano (un po' tiepidamente a dire il vero) che il 2014 sarà l’anno della risalita, il 21% dei giovani italiani spera che l’arrivo dell’anno nuovo porterà loro più lavoro e più soldi, magari, anche, una piccola casa così da poter mettere su famiglia.
Tuttavia, malgrado la crisi, la voglia di hi-techcontinua a rimanere alta. Confesercenti indica che 6 italiani su 10 vogliono rimanere al passo con la tecnologia. La caccia a smartphone, tablet e computer portatili diventa ogni giorno più assidua. Il 27% delle famiglie regalerà ad amici e parenti strumenti e accessori per l’utilizzo quotidiano. Ciò che emerge, inoltre, è che le spese verranno fatte principalmente su  piattaforme online invece dei classici negozi di elettronica, poiché comprare attraverso internet comporta una spesa inferiore – oltretutto spesso la spedizione è gratuita – ma soprattutto si può fare comodamente dalla propria poltrona di casa. In forte ascesa è il nuovissimo Ebook per coloro che oltre l’elettronica amano la cultura: infatti il 15% (circa 12 punti in più rispetto al 2012) dei compratori ha riportato che sotto l’albero farà trovare il libro multimediale. A pari di quest’ultimo per la gioia dei più piccini ma anche dei più ‘vetusti’, le nuove console di Playstation, Sony,  Xbox e Microsoft-.
Perciò a due settimane dal Natale, crisi o non crisi, stringetevi ai parenti con l’augurio che il 2014 sarà l’anno della rinascita. Per tutti.  


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale