Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
14 Dicembre 2019

Tutti pazzi per Halloween

di Michela Diamanti
Condividi

In un Paese sempre più bizzarro, ormai in preda alle sue contradditorie convulsioni, anche una festa per bambini non viene vista come un ‘esorcismo’ contro le paure, bensì come una ‘americanata’ d’importazione, per la serie: quando i luoghi comuni abbondano tra la maggioranza degli stolti (e delle zucche vuote...)

Halloween.jpg

Tutti pazzi per Halloween, la nuova festa laica che dà tanto fastidio ai nostri cari ‘vecchietti’ che votano Salvini e vorrebbero che i loro figli andassero a fare i ‘lavapiatti’ al posto degli immigrati, i quali “ci stanno invadendo”. Figli laureati a pieni voti, ovviamente, che invece si scaraventano nei supermercati per comprare zucche di tutti i tipi. Quella classica, da svuotare per metterci dentro una candela accesa e creare un ‘effetto horror’. E le nuove zucche che stanno andando sempre più di moda: la ‘violetta’, la ‘duchessa’, la ‘marina’ e la ‘delicata’, solo per citarne alcune vendute a quintali in questo periodo. La ‘zucca laica’ si prende, dunque, la sua rivincita innanzi ai deliri clericali di nonni e genitori, alleati dei complottisti, degli ‘antiamericanisti’ – perché Halloween è una ricorrenza d’importazione Usa – e gli ufologi ‘inventati’, che vedono nella ‘rivincita della zucca’ un chiaro segnale di secolarizzazione imposto dagli alieni, i quali già vivono tra noi e vogliono condurci verso uno sviluppo ‘cieco’, meccanicista e robotizzato ("cibernetico", affermano alcuni...). Senza ricordare minimamente, come al solito, che la zucca di Halloween impazza ovunque e detta nuove mode perché, in realtà, questo legume richiama una tradizione tutta italiana, in cui le zucche venivano prima consumate a tavola in svariati e molteplici modi, per poi diventare un elemento decorativo. La zucca, tra l’altro, è coltivata massicciamente in mZucche.jpgolte zone agricole del Paese. E i loro prezzi sono i seguenti: circa 1,30 euro al chilo per la varietà ‘delicata’; intorno all’euro al chilo per la ‘violina’. Un prezzo entrato in oscillazione anche per la sempre maggior richiesta di questi giorni. Perché gli economisti ci dicono: “C’è la domanda, ergo: i prezzi salgono". Così come quando ribadiscono, in altri casi e altri prodotti: “La merce scarseggia, ergo: i prezzi s’impennano". Mai che si abbassino, insomma, ‘sti ‘benedetti’ prezzi. Scherzi a parte, la zucca è un legume dolce tutto da gustare: ottima per i risotti, come contorno di svariati secondi piatti, eccellente per addolcire le torte in maniera sana e dietetica, senza cioé ricorrere a dosi eccessive di zucchero. Zucche a ‘chilometro zero’, sulle quali diviene divertente praticare degli intagli sempre più fantasiosi e originali, per ottenere le forme più ‘mostruose’, adatte alla notte di Halloween. La notte dell'orrore e degli ‘zombies’, che si aggirano come dei piccoli elfi suonando alle nostre porte, per avere un dolcetto, un cioccolatino, una caramella al miele. “Tanto per arricchire i dentisti...”, commenta qualcuno, che già paventa l’ennesimo complotto della lobby degli odontotecnici, che dotatisi di Pos, vogliono essere pagati con carta di credito o, al massimo, col Bancomat, in un Paese sempre più vittima dei propri luoghi comuni e dei suoi schematismi più vetusti e stantìi. Festeggiamo, bambini, che c'è una nuova festa sul calendario. E un’altra occasione per mangiare caramelle, dolci e dolcetti, in ‘barba’ ai ‘matusa’, che vivono nella paura per tutti i restanti 364 giorni dell’anno. Senza orrore di se stessi...

Zucca_divertente.jpgSalva


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale