Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
20 Luglio 2019

La continuità della tradizione artistica in Italia tra antico e moderno

di Marta De Luca
Condividi
La continuità della tradizione artistica in Italia tra antico e moderno

La tradizione artistica italiana deve molte delle sue radici alla storia e alle consuetudini che contraddistinguono “il bel paese”. Ancora oggi sono tantissime le manifestazioni artistiche che rivisitano i capolavori di una volta con un tocco moderno, offrendo al grande pubblico un risultato notevole e accattivante: il giusto equilibrio tra passato e attualità, per continuare a stupire e ad appassionare.

Il mondo del teatro: opere classiche con un tocco contemporaneo
Sono moltissime le opere e i melodrammi teatrali che hanno segnato la cultura italiana, legandola indissolubilmente ad una tradizione teatrale di fama e successo. Ancora oggi l’influenza degli autori settecenteschi e ottocenteschi si fa sentire in maniera rilevante e molte delle rappresentazioni teatrali più apprezzate e frequentate sono ancora le stesse di un secolo fa. Non manca però l’innovazione anche in questo campo: come ad esempio nel caso della versione de La Traviata (1853) di Giuseppe Verdi per la regia di Francesco Maria Piave, rappresentata al Teatro Comunale di Bologna. La rappresentazione mantiene la trama del melodramma originale pur inserendo elementi di sorpresa e modernità, sintomo dell’adeguamento del mondo del teatro alle aspettative del pubblico, sempre nel rispetto dello spirito originale dell’opera teatrale. Il dialogo tra antico e moderno non è netto e distaccato, ma continuo e grato.

Intrattenimento per tutti: dai giochi di carte al gioco online
La tradizione ludica italiana ha origini molto antiche: a partire dai giochi di carte, nati nelle lontane terre cinesi, molto probabilmente attorno al X secolo, e importati in Italia attraverso i secoli grazie all’influenza della dominazione spagnola. Le carte da gioco italiane, come le storiche carte del marchio Dal Negro, conservano ancora tratti grafici simili a quelli di secoli e secoli fa, e segni e regole si sono tramandati di generazione in generazione, senza mai perdere il carattere di intrattenimento e di attività sociale di gruppo che le caratterizza. Oggi, tuttavia, la maggior parte dei giochi di una volta si è evoluta e si è assistito alla nascita delle versioni digitali di tutti i maggiori giochi di carte (e non solo) frutto di secoli di storia: ad esempio grazie a casinò online come Betway Casinò, che sono in grado di offrire le varianti digitali di giochi di carte come blackjack e poker ma anche di numerose slot machine e persino roulette. Analogamente, anche giochi da tavola come l’italiano Gioco dell’Oca, le cui origini risalgono alla metà del XVI secolo, sono disponibili su Amazon in diverse versioni rese più attuali grazie a temi e grafiche contemporanee. La modernità incontra dunque la storia: la continuità tra epoche è segnata anche dalla trasmissione di giochi da tavolo e di carte fino ai giorni nostri, grazie alla commistione di tradizione e innovazione, spesso anche digitale.

B_cultura.jpg

La storia dell’arte dalla pittura alla street art

Una delle forme di arte più controversa è la street art, nota anche come urban art: secoli di storia dell’arte vengono messi in discussione dalle tante iniziative appartenenti a questo “nuovo” genere. L’Italia è stata la culla di tanti generi pittorici, e vanta tra i suoi autori più illustri nomi del calibro di Leonardo da Vinci, Tiziano, Raffaello, Caravaggio e tantissimi altri. Nei secoli l’arte italiana ha continuato ad essere una continua fonte di innovazione, ne è la prova il movimento del Futurismo, nato agli inizi del ‘900, per nulla comparabile con l’armonia e la grazia delle opere dei secoli precedenti, eppure estremamente significativo in quanto sintomo del cambiamento di un’epoca. Oggi alcune delle opere più importanti di questa corrente sono esposte al Museo del Novecento di Milano, e ancora una volta dimostrano come l’arte sia il frutto dell’epoca in cui nasce. Lo stesso concetto si può applicare anche alla street art, erede della pittura muraria, che vede in autori come Pao e Alice Pasquini la nuova voce della nostra epoca. Milano e Roma sono diventate le “capitali” di questo genere artistico e non è raro, ormai, scorgere murales e pezzi ironici confondersi tra facciate di palazzi antichi e botteghe come "quelle di una volta”.

C_cultura.jpg

L’arte e l’intrattenimento sono in continua evoluzione: molto spesso nelle opere più moderne e attuali sono ancora visibili tracce di contaminazioni da generi precedenti, talvolta in forma di omaggio, talvolta in segno di rottura inequivocabile, in ogni caso di sicuro interesse.


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale