Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
29 Maggio 2022

E' in arrivo la rivoluzione del 'Green New Deal'

di Iulia Greco
Condividi
E' in arrivo la rivoluzione del 'Green New Deal'

Inutile storcere il 'naso': la svolta ecosostenibile, soprattutto nel settore energetico, è ormai alle porte e conviene affrontarla per tempo, poiché abbatte i costi per produttori e consumatori, favorendo erogazione e mobilità a 'emissioni zero'
 
Le nostre fonti di approvvigionamento energetico stanno per cambiare. Nel giro di pochi anni passeremo dal petrolio al gas metano per autotrazione - assai meno inquinante - e alle auto elettriche da utilizzare in città. Una svolta dettata da ragioni geopolitiche particolari, dopo la scoperta di vasti giacimenti di metano nel Mar Caspio e nel Mediterraneo, innanzi alle coste di Libano e Israele. A Donald Trump, la cosa non interessava. Meglio così: il disimpegno americano non ha disturbato alcuni importanti accordi internazionali che ci condurranno, nel giro di un decennio, all'utilizzo di energia rinnovabile, con relativo abbattimento di Co2, causa principale dell'effetto serra e del riscaldamento globale. Si tratta di una vittoria relativa, poiché Cina e Usa continueranno a inquinare ancora per molto tempo, anche se il nuovo presidente americano, Joe Biden, ha già annunciato il rilancio di quel 'Green New Deal' già previsto nei piani di Barack Obama. E non è detto che non si riesca a coinvolgere, in futuro, anche Pechino nella svolta ecologica e ambientalista. In ogni caso, grazie alle fonti rinnovabili si potranno gradualmente ridurre le emissioni di Co2 nell'atmosfera, l'emissione di gas inquinanti e le sue ricadute radioattive, con un impatto ambientale e sociale di proporzioni epocali. Attenzione, però: l'energia rinnovabile non è tutta uguale. Esiste, infatti, una bipartizione ben precisa tra risorse programmabili e quelle non programmabili. Le prime sono quelle derivanti dagli impianti idroelettrici, quelli a biomassa e dal riciclaggio dei rifiuti solidi urbani. Le fonti non programmabili, invece, sono quelle che dipendono dalla variabilità climatica come l'energia solare e quella eolica. Analizziamo alcuni esempi di energia ricavata da fonti rinnovabili:
a) energia idroelettrica: essenzialmente, si basa sull'installazione di impianti nei corsi dei fiumi, che trasformano l'energia dell'acqua in elettricità attraverso l'uso di una turbine;
b) energia marina: si ricava energia elettrica dal moto ondoso dei mari per mezzo di impianti che possono essere sommersi ed ancorati al fondale marino, oppure galleggianti o costieri, utilizzando il principio della colonna d'acqua oscillante;
c) energia geotermica: si tratta di impianti che sfruttano l'energia termica del sottosuolo, cioè il calore del nucleo terrestre che si irradia sino alla crosta terrestre;
d) energia solare: sono impianti costituiti da pannelli solari termici che permettono il riscaldamento dell'acqua calda sanitaria, in sostituzione di una classica caldaia;
e) energia eolica: l'energia cinetica dei venti consente il movimento di aerogeneratori collegati alle pale eoliche, generando corrente elettrica. Questo tipo di approvvigionamento viene contrastato su vari fronti, a cominciare da quello della deturpazione paesaggistica, che andrebbe anch'essa tutelata. Esistono, tuttavia, dei mini-impianti di ultima generazione (il cosiddetto 'mini-eolico', ndr) che sembrano dare buoni risultati senza devastare il paesaggio dei territori interessati. Scegliendo una di queste soluzioni e sottoscrivendo un contratto luce e gas adatto alle esigenze di utilizzo del singolo cittadino, non solo si aiuta l'ambiente e si eviterano emissioni nocive, ma si potrà risparmiare anche sui costi delle spese mensili.
 eolica_pannelli.jpg
IL DIO SOLE CI SALVERA'
Una buona parte del nostro Paese, soprattutto al nord (Lombardia e Veneto) ha cominciato a portarsi avanti circa l'utilizzo del fotovoltaico. Sempre più abitazioni vengono attrezzate con impianti fotovoltaici all'avanguardia. In genere, si tratta di impianti o moduli che, attraverso i pannelli solari, assorbono le radiazioni provenienti dai raggi solari trasformandola in energia elettrica; oppure di 'inverter', che trasformano l'energia elettrica dei pannelli da continua ad alternata; oppure ancora sono costituiti da un 'contatore bidirezionale', che consente di utilizzare l'energia prodotta per l'autoconsumo, ma anche per immetterla in rete.
 
IL VENTO SOFFIA DOVE VUOLE
Insomma, anche se vi è ancora un dibattito in corso tra gli esperti intorno ai pericoli di devastazione di paesaggi e territori e al fine di ovviare ai massicci investimenti necessari a costruire nuovi impianti idroelettrici, geotermici e marini, l'eolico sembra essere un settore destinato a espandersi. Infatti, attraverso il 'revamping', gli impianti sono garantiti per più di 30 anni, senza eccessipannelli_pale_eoliche.jpgve spese di manutenzione e tutela costante di ogni componente. Inoltre, grazie all'Ecobonus si possono ricevere sovvenzioni, contributi e detrazioni per favorire il passaggio dalla vecchia caldaia condominiale al fotovoltaico. In particolare, per gli impianti domestici si può beneficiare del contributo per lo scambio sul posto (Ssp) erogato dal gestore dei servizi energetici (Gse). In pratica, la rete elettrica viene considerata un accumulatore energetico virtuale. E il gestore Gse eroga un 'contributo in conto scambio' per l'energia immessa in rete tramite l'impianto fotovoltaico. Inoltre, per i proprietari di terreni o capannoni industriali, attraverso l'affitto delle superfici si garantisce ai proprietari un reddito costante e garantito per almeno 20 anni, con eventuale opzione di prolungamento di ulteriori 5-10 anni finalizzato ad ammortizzare l'investimento iniziale. Come già sottolineato, il mercato del fotovoltaico è in continua espansione. E sia i prezzi a ettaro delle superfici, sia quelli a metro quadrato dei tetti sono sempre più competitivi. Sono ormai moltissime le abitazioni del nord d'Italia che evidenziano impianti e pannelli solari. E la cosa sta già cominciando a diffondersi anche verso il centro-sud, al fine di produrre energia con soluzioni ecosostenibili sfruttando gli incentivi dello Stato per realizzare impianti 'green'.
 
MOBILITA': ADDIO AL PETROLIO
Sul fronte della mobilità sostenibile, l'auto elettrica sta ormai facendo il suo ingresso ufficiale, penetrando tra le coscienze dei cittadini. Acquistare un'autovettura elettrica rappresenta, innanzitutto, una scelta etica. E anche in questo comparto, gli incentivi dello Stato sono notevoli. Anche altri mezzi di trasporto 'alternativo', come monopattini, 'hoverboard' e biciclette, si stanno diffondendo. E molte città si stanno attrezzando con le loro 'colonnine' di ricarica. Anche le nostre abitazioni, tramite prese elettriche ad hoc, consentiranno la ricarica domestica di questi nuovi mezzi di trasporto cittadino.
 
COSA DICONO I MERCATI
Il 73% dei fornitori di energia elettrica - la grande maggioranza - propone ormai offerte verdi (Enel, Sorgenia e Green network); soltanto il 27% propone tariffe tradizionali e non ecologiche. Sui mercati, i più grandi gestori energetici si stanno aprendo alla fornitura di energia proveniente da fonti rinnovabili. Dolomiti Energia ed Enegan, per esempio, già utilizzano esclusivamente energia 'verde' certificata. E la stessa Enel si sta muovendo in tal senso, ideando l'impianto fotovoltaico 'Enel X': uno dei più ambiti dai consumatori italiani. Inoltre, del gruppo Enel fa parte anche 'Enel Green Power', che si occupa di gestione, implementazione e sviluppo di energia da fonti rinnovabili. Il gruppo sta inoltre organizzando una serie di eventi in tutto il mondo come #Enel Focus On, per sensibilizzare e stimolare sempre più persone a indirizzarsi verso un futuro di risparmio energetico a 'emissioni zero'. Altri 'colossi' come A2A fomentano costantemente lo sviluppo del turismo sostenibile, a sostegno del territorio italiano e dei viaggiatori. Un altro gigante come Apple punta sempre più convintamente su fornitori di energia 100% rinnovabile.
 
INFORMAZIONI UTILI
Su luce-gas.it, il sito più completo in Italia per il settore energetico, non poteva certamente mancare una 'finestra verde' ricca di approfondimenti, molto dettagliati e chiari, sul mondo dell'energia rinnovabile, quella cioè proveniente dalla natura: sole, terra, acqua, venti, mari e tutti gli elementi naturali che favoriscono una produzione costante di energia a basso impatto nocivo. Non solo si trovano informazioni e curiosità riguardo il mondo dell'energia 'ecosostenibile', ma si potrà anche scegliere, fra le svariate offerte luce e gas, quella 'green' più adatta.

eolica_agricoltura.jpg


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale