Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
20 Settembre 2017

La Confederazione del Mediterraneo, nuovo sogno di pace e fratellanza tra i popoli

di Andrea Giulia
Condividi
La Confederazione del Mediterraneo, nuovo sogno di pace e fratellanza tra i popoli

Il prossimo 2 luglio 2017, parte da Cagliari ‘Lungo le rotte del corallo’, un progetto dell'associazione culturale no-profit ‘OMeGA’ contro le demagogie 'amorali' e 'asociali' di chi vorrebbe ridurre il 'Mare nostrum' in un cimitero di esseri umani
 
OMeGA, l’Osservatorio mediterraneo di geopolitica e antropologia, è un’associazione culturale senza fini di lucro fondata nel 2010. È apolitica, apartitica, aconfessionale e non ammette discriminazioni di sorta. Il suo scopo è diffondere la conoscenza del Mediterraneo sotto ogni possibile angolazione: dalla politica all’economia, dalla lotta al terrorismo alla Storia, dai processi storico/antropologici ai percorsi archeologici. Il Mediterraneo non solo come luogo geografico, ma come concetto, modello e progetto teso alla pacificazione tra i popoli e alla nascita di una Confederazione politica, assolutamente paritetica, tra tutti i Paesi che vi si affacciano. L’associazione persegue i suoi obiettivi attraverso varie attività, tra cui l'attuazione di un programma pluriennale di ‘eventi d’incontro’, onde creare i presupposti di un ‘partenariato regionale intermediterraneo’, che contempli l’incontro costruttivo di soggetti delle due sponde nel campo della cultura, delle scienze del mare, dell’informazione, dell’imprenditoria, dell’artigianato e del turismo. Il primo di questi eventi sarà: ‘Lungo le rotte del corallo’. Si tratta del primo viaggio del programma pluriennale d’incontro ‘Rotte Mediterranee - Un’avventura antropogeopolitica di contatti mediterranei’. "Sarà una veloce sortita nel Maghreb, dal 3 al 12 luglio", spiega l'Ammiraglio Enrico La Rosa, presidente di ‘OMeGA’, "comprensiva di un momento di studio e riflessione su peculiarità, risorse e criticità dei Paesi rivieraschi. Il fine è sicuramente di natura culturale, ma l'obiettivo immediato è contribuire alla ripresa della cooperazione e del dialogo tra le comunità dei Paesi interessati: Italia, OMeGA.jpgTunisia e Algeria". L'iniziativa è già in corso di realizzazione da inizio anno e ha visto lo svolgimento di tre convegni organizzati nella sede di Roma (il 24 gennaio, il 15 marzo e il 16 maggio), sulla situazione geopolitica del Mediterraneo e dei Paesi interessati, col concorso finanziario della Fondazione di Sardegna e il contributo organizzativo dell’Ordine nazionale dei Giornalisti. ‘Lungo le rotte del corallo’ ha inoltre il patrocinio e il sostegno della Fondazione di Sardegna, dell'Istituto nazionale per il Commercio Estero, delle Ambasciate tunisina e algerina in Italia e, in varie forme, di molte altre istituzioni, pubbliche e private: l’associazione dei medici di origine straniera in Italia (Amsi), l’associazione ‘Uniti per unire’, la Capitaneria di porto/Guardia costiera di Cagliari, la Comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai), la Federazione nazionale della stampa Italiana (Fnsi), l’Unione delle Università del Mediterraneo (Unimed). Con la collaborazione dell'Associazione diportistica internazionale ‘Karalis’ e di ‘Sailing Club’, a Cagliari, domenica 2 luglio,  dalle 9,30 alle 12,30, nella sala 202 dell'ex-manifattura tabacchi, I piano, in viale Regina Margherita, 33, ‘OMeGA’ illustrerà nei dettagli ‘Lungo le rotte del corallo’. Dopo il saluto delle autorità e di rappresentanti degli sponsor, i rappresentanti di ‘OMeGA’ si soffermeranno su ‘Il Mediterraneo oggi’ (Luigi Maccagnani) e su ‘L'ulivo, icona culturale di riferimento: oro verde mediterraneo, avanguardia di un settore di punta dell'economia italiana, l'agroalimentare’ (Alberto Osti Guerrazzi e Francesco Locci). Si parlerà, poi, di 'Agroalimentare e risorse ittiche in Sardegna' (Fulvio Salati) e di due importanti peculiarità sarde: la bottarga di muggine e il formaggio pecorino (Germano Orru', Guido Sanna e altri relatori). Dopo le domande del pubblico e alcune considerazioni conclusive, ci sarà anche una degustazione di prodotti tipici regionali. Giovedì 6 luglio, infine, nella sede dell’Istituto italiano di cultura dell’Ambasciata italiana a Tunisi, si terrà un dibattito, organizzato sempre da ‘OMeGA’, che vedrà riuniti allo stesso tavolo, per un'analisi approfondita della crisi mediterranea e delle possibili strategie di superamento, studiosi e analisti di alto livello culturale, italiani e tunisini, docenti di alcuni tra i più prestigiosi Atenei dei due Paesi: Germano Dottori, docente Luiss e analista per il periodico ‘Limes’; Mohammed Hassine Fantar, professore universitario emerito; Marco Lombardi, docente dell'Università Cattolica di Milano e Itstime; Mohamed Menzli, giornalista della Radio tunisina.

Regate_estive_2017.jpg

Salva


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale