Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
30 Novembre 2022

Tecnologia e innovazione per il consolidamento culturale e formativo tra Italia e Malta

di Domenico Letizia
Condividi
Tecnologia e innovazione per il consolidamento culturale e formativo tra Italia e Malta

La Mediterranean Academy of Culture, Technology and Trade ha ottenuto la licenza dalla National Commission for Futher and Higher Education del piccolo ma incantevole ‘Stato-isola’, con l'obiettivo di realizzare progetti, percorsi e corsi di formazione in tutto il sud del Mediterraneo

Il fascino esploso negli ultimi anni con il tema ‘Blockchain’ è considerevole: l’importanza che tale tecnologia sta acquisendo e le potenzialità che possiede non possono essere ulteriormente ignorate, sia delle strutture private, sia da quelle pubbliche. È importante una formazione continua, per poterne capire le applicazioni più utili e le opportunità per valorizzare l’aggiornamento dei sistemi formativi e delle competenze, anche per i giovani innovatori, per le ‘start up’ e per coloro che vogliono riscrivere con il digitale e la tecnologia dei blocchi il futuro dell'export e dell'internazionalizzazione. In ciò, la novità della ‘Mediterranean Academy of Culture, Technology and Trade’ risiede nell'apertura e nel network, coinvolgendo chiunque possa far crescere proposte originali e concrete, competenze e professionalità da condividere soprattutto con le nuove generazioni, per sviluppare offerte di qualità legate a tematiche che stanno alla base di un futuro da costruire come futuri cittadini del mondo e del nuovo millennio. Infatti, da Malta, grazie anche alla passione italiana, potrebbe prendere vita una nuova visione della Formazione 4.0, che sappia coinvolgere le prospettive, le visioni e i vantaggi dell'intero Mediterraneo allargato. Recente è la notizia di un nuovo consolidamento culturale e formativo tra Italia e Malta, attraverso l'implementazione e lo sviluppo di originali rapporti culturali e delle missioni sociali che la ‘Mediterranean Academy of Culture, Technology and Trade’ (Mactt, ndr) intende sviluppare nel sud del Mediterraneo. L'istituto maltese, caratterizzato da una forte presenza italiana, ha ottenuto la licenza dalla ‘National Commission for Futher and Higher Education’ of Malta, con l'obiettivo primario di realizzare progetti, percorsi e corsi educativi e formativi di ampio respiro sociale, tecnologico e innovativo. Un grande obiettivo da perseguire attraverso una serie di strumenti: a) l'incontro tra i popoli; b) l'interscambio culturale; lo sviluppo della cultura tecnologica nell’era digitale; c) la pianificazione di politiche economiche sovranazionali; d) la corrB_ch_basic.jpgetta gestione dei flussi migratori; e) le nuove logiche dell'internazionalizzazione; f) la gestione dei dati; g) la costruzione delle città del futuro in un'ottica di sviluppo sostenibile ed efficienza energetica. Per la codificazione di tale progetto, la ‘Mactt’ agirà, innanzitutto, nel campo della conoscenza delle lingue e delle nuove tecnologie: strumenti di base per abbattere ogni barriera culturale, migliorare relazioni e condividere obiettivi comuni. Inoltre, sono in programma diversi progetti formativi di breve e lunga durata in settori strategici, per ideare, progettare e costruire le nuove professionalità del futuro. L'importanza di Malta va rafforzandosi grazie alla cooperazione scientifica e universitaria. Infatti, l'isola rappresenta il patrimonio valoriale del Mediterraneo ed è la base ideale per pianificare progetti formativi internazionali accreditati, che possano garantire alle giovani generazioni una preparazione e un trasferimento di competenze spendibili in tutto il mondo. E tutto ciò non solo a Malta, ma in tutto il continente europeo e nell'intera area del Commonwealth. Ovvero, nelle due macroaree politiche e strategiche che con Malta hanno un legame intenso. Le novità formative, oltre alle potenzialità linguistiche, sono legate allo sviluppo della cultura tecnologica nell'era digitale e alla gestione e protezione dei dati e dei ‘big-data’. L'esclusività dell'Accademia risiede proprio nell'impianto sociale dove è ubicata: Malta è infatti l'isola della tecnologia, nonché ‘hub mediterraneo’ della digitalizzazione e dell'export.
La formazione della Mactt e il contesto sociale di Malta permetteranno alle giovani generazioni di certificare e raccogliere esperienze e competenze riconducibili al mondo della formazione e della cultura attraverso lo studio, lo sviluppo e il monitoraggio dei sistemi in ‘Blockchain’. Il sistema di tracciamento delle interazioni e delle esperienze attraverso dei 'blocchi' condivisi, quindi non falsificabili, in grado di imprimere e registrare titoli, attività, relazioni lavorative e non, salvandole in modo che siano sempre accessibili e trasparenti, rappresenta una nuova opportunità di utilizzo e gestione di un sistema fino a questo momento non conosciuto, soprattutto per la capacità di creare valore e incremento economico. Attività e formazione che potrebbero acquisire importanza e valore con lo scorrere del tempo. Come accade per i progetti e progettisti innovativi, che vedono la partecipazione di studenti e i cui esiti possono essere applicazioni da utilizzare e sviluppare nelle aziende. Oppure, brevetti, innovazione di prodotto o di processo industriale e commerciale.
Banner_Med_Academy.jpg


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale