Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
18 Novembre 2017

Quando il gioiello artigianale incontra la stampa 3D

di Serge Rombi - Business planet, Euronews
Condividi
Quando il gioiello artigianale incontra la stampa 3D

Avviato nel 2013, il progetto Worth, finanziato dall’Ue, ha l’obiettivo di mettere in relazione designers (stilisti, architetti, creativi) e makers (artigiani e produttori di tutto l’ambito moda) di vari Paesi europei, per creare sinergie inedite, in collaborazione – tra gli altri – con l’Istitut Francais de la Mode e il London College of Fashion. Un'iniziativa che ha rappresentato un'ottima possibilità per molti professionisti. Questa settimana incontriamo il designer Samuel Gassmann che, grazie alla collaborazione con l’italiana Sisma Group, ha potuto rendere sostenibile il processo produttivo delle sue creazioni

PARIGI - Benvenuti a questa nuova puntata di Business Planet. Questa settimana siamo all’Istituto francese della Moda di Parigi per incontrare Danièle Clutier, coordinatrice del del progetto Worth, un’iniziativa europea che punta a stimolare l’innovazione, creando inedite sinergie tra piccole e medie imprese da un lato e, dall’altro, il mondo della moda e della tecnologia.
"Una ricetta che funziona. – ci spiega Danièle Clutier – Crea un forte valore aggiunto, tanto più che queste persone non si sarebbero incontrate altrimenti: mestieri diversi, provenienze diverse e orizzonti molto lontani. Il programma conta 82 imprese e designer che provengono da 12 differenti Paesi europei”.
Per capire meglio il progetto, entriamo nel prestigioso concept store di Parigi in cui il designer Samuel Gassmann espone, in esclusiva, una delle sue ultime creazioni: una doppia fede, un modello che riesce a consegnare in appena un mese. Poco, se si considera la complessità della tecnica di lavorazione. Per rendere sostenibile il processo produttivo, Samuel ha collaborato con l’italiana Sisma Group che utilizza sofisticate stampanti 3D, grazie alle quali è stato realizzato un prototipo in oro rosa.
“Sono strumenti di altissima tecnologia – ci racconta Samuel Gassmann – a cui io, in quanto artigiano, non avrei mai potuto accedere. Il progetto Worth mi ha aperto questa porta: ora riesco anche a intravedere nuovi progetti, ho acquisito un nuovo modo di pensare e di creare”.
Il progetto Worth ha permesso a Samuel di beneficiare di un sostegno di 10mila euro e di un servizio di assistenza per tutelare la sua idea, definire una strategia di commercializzazione e il tipo di confezionamento. Per l’avvenire, ha diversi progetti in cantiere e la speranza di riuscire un giorno a realizzare questi anelli direttamente con una stampante in 3D.
“Oggi, ho prodotto una fede. – continua Gassmann – Domani con un nuovo design, diventerà un anello diverso. Avverrà un poco alla volta. Ho già elaborato quattro nuovi modelli per gennaio e altri tre arriveranno l’anno successivo, con una nuova collezione”.
Chiediamo a Danièle Clutier, che cosa consiglierebbe a Samuel per sviluppare la sua attività? “Deve continuare a trovare il tempo per innovare. – ci spiega – I nostri studi indicano che i manager che innovano dedicano fino al 20% del loro tempo per uscire dalla routine. Direi che la chiave del successo è assumere il rischio di innovare, esplorare terre sconosciute, dare fiducia”.
Finanziato dall’Unione europea, il progetto Worth vede la partecipazione in qualità di partner dell’italiana CNA Federmoda, del britannico London College of Fashion e dell’Institut Francais de la Mode.


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale