Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
20 Settembre 2017

Travel Time: le mille applicazioni di un gps particolare

di Serge Rombi - Business planet, Euronews
Condividi
Travel Time: le mille applicazioni di un gps particolare

Il campo delle applicazioni legate ai satelliti e alla navigazione è un settore in continua evoluzione come dimostra la case history della iGeolise, azienda londinese che ha vinto il premio europeo per la navigazione satellitare

TECNOLOGIA - Siamo a Canary Wharf, uno dei cuori degli affari a Londra. Questa settimana scopriamo le opportunità per le PMI europee nel campo delle applicazioni legate ai satelliti e alla navigazione. Come ci conferma Kathrin Sturm, rappresentante di una delle maggiori reti d’innovazione in questo settore, la taglia di questo mercato nel mondo si pensa possa raggiungere i 250 miliardi di euro nel 2022. Oggi il 6, 7% dell’economia europea è legata alle disponibilità dei segnali di navigazione satellitari.  Una crescita che riguarda soprattutto l’economia digitale. Subito un esempio qui, a Londra: mappe che danno indicazioni temporali piuttosto che in termini di distanza. Questa tecnologia è stata sviluppata da questa azienda nel 2009. Risultato: undici posti di lavoro in 6 anni e un giro d’affari moltiplicato per 4 ogni anno con l’apertura di una filiale a Kaunas, in Lituania. Immobiliare, ricerca di lavoro o turismo: tutti i protagonisti del web in Gran Bretagna usano questa applicazione.
Charlie Davies, fondatore iGeolise: “Travel time permette ai nostri clienti di migliorare le loro ricerche fino a 3 volte. Possono conoscere il dispendio di tempo e non solo la distanza da un posto all’altro e gli affari crescono con lo stesso numero di utilizzatori attivi”. Per funzionare questa piattaforma usa i dati di navigazione dei satelliti Il GPS, ma anche il servizio Egnos, europeo di navigazione geostazionario.
EGNOS è un sistema precedente a Galileo. Si tratta di satelliti geostazionari e di una rete di stazioni al suolo in tutta Europa. Potenzia la rete Gps e non solo è più affidabile, ma anche più preciso. È gratis e tutti possono usarlo come fa iGeolise. Nel 2012, l’azienda di Charlie Davies ha vinto il premio europeo per la navigazione satellitare. Si tratta di un meccanismo di sostegno per gli imprenditori che innovano in questo settore ed è cofinanziato dalla commissione europea.
“Vincere la competizione è stato un catalizzatore per i nostri affari.  – spiega Charlie Davies – Non solo siamo stati accettati nella comunità dei satelliti, ma con le 5000 sterline vinte abbiamo anche potuto sviluppare il nostro primo prototipo e soprattutto la nostra prima campagna pubblicitaria che ci ha portato ad avere il nostro primo grosso cliente nel Regno Unito”.
Oltre ai premi dati ogni 5 anni, la competizione offre agli imprenditori un accesso a 130 aziende del settore a 240 esperti internazionali e a 40 incubatori specializzati. La prossima edizione è prevista per la primavera 2016.
Ma per chi voglia di approfittare delle incredibili opportunità del settore, quali sono le chiavi del successo?
Ce lo spiega Kathrin Sturm: “Occorre un supporto dedicato e un accompagnamento, l’accesso ai partner giusti, un’attenzione internazionale. Proprio quello che offriamo. Aiutiamo gli imprenditori a maneggiare la specifica applicazione”.

 


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale