Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
7 Giugno 2023

Claudia Fattorini: "Il 'Napoli Comicon' è il regno della fantasia e del divertimento"

di Dario Cecconi
Condividi
Claudia Fattorini: "Il 'Napoli Comicon' è il regno della fantasia e del divertimento"

Il grande evento fieristico internazionale partenopeo ha riaperto le porte dopo una lunga pausa forzata dovuta alle disposizioni anticoronavirus che ne hanno impedito il normale svolgimento

Dal 22 al 25 aprile scorsi, la ‘Mostra d’Oltremare’ è diventata nuovamente il centro vitale del divertimento e dello spettacolo a tutto tondo. Per gli amanti dei cartoons, dei fumetti e di tutto ciò che è riconducibile all’arte ‘fantasy’, selfie, video, cartoni animati, videogiochi, dibattiti, ma soprattutto, la voglia di dare un calcio alla pandemia e tornare a divertirsi. Ampio e qualificato il programma delle oltre 20 mostre, distribuite presso la sede fieristica e in varie parti della città di Napoli, a partire dalle due legate al 'Magister', Davide Toffolo: una monografica dedicata alla sua carriera e una sul tema dell'adolescenza, da lui curata. Tra gli ospiti internazionali più prestigiosi dell’edizione della ‘ripartenza’: il creatore della serie 'Gran Turismo', il grande Kazunori Yamauchi (Giappone); i fumettisti Frank Cho (Usa), Johnny Ryan (Usa), Ruppert & Mulot (Francia); le attrici Yolanda Lynes (Usa) e Krista Kosonen (Finlandia). Tra i grandi ospiti italiani: i fumettisti Zerocalcare, Tanino Liberatore, Sio, Giuseppe Camuncoli, Leo Ortolani, Giuseppe Palumbo, Mirka Andolfo, Pera Toons; gli attori Salvatore Esposito, Greta Scarano e Adriano Giannini; gli scrittori Maurizio De Giovanni e Licia Troisi; l’autore e conduttore televisivo, Valerio Lundini; i musicisti e gli attori Giancane, Gli Ultimi, Sick Luke, Melancholia; il divulgatore scientifico Dario Bressanini; i 'pro-players' di videogames Pow3r, Jiizuke, Sekuar, Paolocannone, Nello Nigro; i content creator Kurolily, Sbriser, Grax, Sabaku no Maiku, Dario Moccia; i game designer Immanuel Casto e Spartaco Albertarelli; la modella Riae; il cosplayer Leon Chiro. Ma che cos’è che spinge centinaia di migliaia di persone, provenienti dClaudia_Fattorini_2022_3.jpga tutto il mondo, a prendere parte con così tanto entusiasmo in eventi come questo? Lo abbiamo chiesto a Claudia Fattorini, 29 anni di Napoli, modella 'curvy' e 'cosplayer' di successo: una ragazza che rappresenta tutte coloro che non ricercano, pur lavorando nel settore della moda, la ‘magrezza’ estrema e che, per questo, è apprezzata da un vasto pubblico, oltre che essere molto seguita sui social. Da anni adora gli ‘anime’ e tutto ciò che riguarda, in particolare, la cultura giapponese e prende parte a numerosi festival italiani, tra cui il ‘Napoli Comicon’.

Claudia Fattorini, quando è nata la tua passione per il ‘cosplay’?
“La mia passione è nata quando ero bambina. All’epoca, non perdevo occasione per sfoggiare costumi o accessori dei miei personaggi preferiti. La vera e propria ‘full immersion’ nel mondo del ‘cosplay’, però, è avvenuta 10 anni fa, quando, con grande gioia e emozione, ho presenziato al mio primo ‘Napoli Comicon’: era il 2012”.

Cosa ti lega, in particolare, al ‘Napoli Comicon’?
“Napoli è la mia città. Sono legata a Napoli da un amore viscerale, così come sono legata al ‘Napoli Comicon’, che è un evento internazionale di grande livello, in cui ogni anno è possibile condividere con centinaia di migliaia di appassionati l’amore per l’arte dei ‘comics’. Il ‘Napoli Comicon’, per me, è il regno della fantasia e del divertimento”.

EssClaudia_Fattorini_2022_2.jpgere una ‘curvy model’ rappresenta un vantaggio per fare la ‘cosplayer’?
“Il mondo dei ‘cosplayer’ è improntato moltissimo sull’immagine e, spesso, sugli ‘ammiccamenti’. Sicuramente, essere ‘curvy’ aiuta a farsi notare ed è una qualità che è necessario saper sfruttare al massimo”.

Secondo te, cosa che spinge cosi tante persone, provenienti da tutto il territorio nazionale e non solo, a prendere parte a questi grandi eventi?
“Sicuramente, la passione più intima per il ‘cosplay’ e la voglia di dare vita, con la propria presenza, a un’arte così esclusiva e speciale, che solo questi grandi eventi di richiamo sono in grado di creare”.

Qual è lo spirito giusto con cui partecipare a eventi come questo?
“Quando partecipiamo a eventi come questo dobbiamo dare priorità al divertimento, alla solarità e alla spensieratezza, anche se la competizione tra appassionati è elevatissima e, spesso, si respira aria di rivalità. Tuttavia, la cosa più importante è godersi tutto con uno spirito di leggerezza”.

Come sono andate queste giornate di ‘Napoli Comicon’ 2022? Le è piaciuta questa edizione?
“Sono state tre giornate bellissime e intense. Questa edizione ha segnato la ripartenza, dopo due anni di fermo dovuto all’emergenza ‘Covid 19’. E direi che siamo ripartiti alla grande, con tanta, tantissima energia”.

Napoli_Comicon_2022.jpg



Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale