Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
23 Settembre 2017

Tasse: nuove detrazioni e tante novità

di Raffaella Ugolini - rugolini@periodicoitalianomagazine.it
Condividi
Tasse: nuove detrazioni e tante novità

Ecco le modalità per accedere e prendere visione della dichiarazione dei redditi precompilata (modulo 730/2017) in pochi semplici ‘step’ e in totale autonomia, senza doversi rivolgere a un professionista o Caf: quest’anno sono state inserite spese per farmaci e quelle per psicologi, ottici, radiologi psicologi, infermieri, ostetriche, veterinari e strutture autorizzate non accreditate

L’Agenzia delle entrate ha diramato in questi giorni un comunicato stampa con il quale s’informa che, dal 18 aprile scorso, è disponibile online la dichiarazione dei redditi precompilata 2017. Ecco qui di seguito, in forma semplice e chiara, le modalità, i contenuti, le forme di accesso e le novità dell’applicativo fiscale.

Come accedere alla precompilata
Per visualizzare il modulo 730/2017 o il modello Unico è sufficiente cliccare su questo link:  https://dichiarazioneprecompilata.agenziaentrate.gov.it/PrecomWeb/. Oppure, entrare nell’area dedicata del sito dell’Agenzia delle entrate - www.agenziaentrate.gov.it - inserire il nome utente, la password e il pin rilasciati dall’agenzia stessa. È possibile accedere alla propria dichiarazione anche utilizzando la Carta nazionale dei servizi (CNS), le credenziali Inps e quelle ‘NoiPa’, per i dipendenti pubblici. E’ possibile anche utilizzare le credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale), che permette di utilizzare le stesse credenziali per tutti i servizi online delle pubbliche amministrazioni e delle imprese aderenti. Resta comunque sempre possibile  delegare un professionista o di rivolgersi a un Caf.

Modalità di richiesta del codice pin
Per richiedere nome utente e password di accesso basta collegarsi al sito dell’Agenzia delle entrate e seguire la procedura di registrazione (o recarsi direttamente presso uno sportello dell’agenzia medesima). Il sistema fornirà immediatamente le prime 4 cifre del codice pin, mentre le seconde cifre e la password di primo accesso saranno inviati direttamente al domicilio conosciuto dall’Agenzia del contribuente. Pin e password possono essere richiesti anche presso i vari sportelli dell’agenzia.

L’assistenza dell’Agenzia
L’Agenzia delle entrate dispone di diversi canali di assistenza:
•    è possibile prenotare un appuntamento in ufficio, tramite il sito dell’agenzia;
•    offre un sito internet dedicato, raggiungibile all’indirizzo https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it (clicca QUI) dove sono presenti anche le risposte alle domande più frequenti (Faq).;
•    sono attivi i numeri dell’assistenza telefonica, operativi dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 17 e il sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00;

•    848.800.444 da rete fissa;
•    06.966.689.07 da cellulare;
•    +39 06.966.689.33 per chi chiama dall’estero.


Apertura anche agli eredi, a chi non può avere la precompilata e a chi deve integrare quella del 2016
La dichiarazione dei redditi 730/2017 potrà essere presentata anche in forma congiunta e, in caso di eredi, presentarla per il defunto sempre tramite l’applicazione web, inserendo il codice fiscale del de cuius. L’applicazione viene allargata anche per i contribuenti che non possono avere a disposizione la precompilata, attraverso la stessa applicazione web: compilando un modello senza alcun dato precompilato, a eccezione di quelli anagrafici, è infatti possibile presentare la dichiarazione dei redditi. Dal prossimo 2 maggio sarà possibile integrarla, modificarla e inviarla entro il 24 luglio, nel caso del modello 730/2017. Nel caso del modello Unico (o modello Redditi), l’invio dovrà essere fatto entro il 2 ottobre 2017. E’ possibile anche effettuare l’integrazione della dichiarazione 2016.

Elenco delle novità del modello
Da quest’anno aumentano le spese sanitarie che sarà possibile detrarre. In particolare, entrano nella dichiarazione precompilata sia le spese per l’acquisto di farmaci presso farmacie e parafarmacie, sia quelle sanitarie sostenute per le prestazioni di ottici, psicologi, infermieri, ostetriche, tecnici sanitari di radiologia medica e strutture autorizzate a fornire i servizi sanitari, ma non accreditate. Rientrano e sono già ‘caricate’ anche le spese veterinarie comunicate da farmacie, parafarmacie e veterinari, nonché quelle per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni dei condomini, comunicate dagli amministratori di condominio. Risultano confermate le altre ‘voci’ che è possibile detrarre, come negli anni passati:
•    gli interessi passivi sui mutui;
•    i premi assicurativi;
•    i contributi previdenziali e assistenziali;
•    i contributi versati per i collaboratori domestici;
•    le spese universitarie e i relativi rimborsi;
•    le spese funebri;

•    i contributi versati alla previdenza complementare;
•    i bonifici riguardanti le spese per interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica degli edifici.

schermata_dichiarazione_precompilata.jpg

Salva


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale