Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
21 Ottobre 2019

Numero 20 Luglio-Agosto 2016

Condividi
Numero 20 Luglio-Agosto 2016

Cari amici lettori, eccoci al nostro appuntamento con la rivista sfogliabile. Come sempre, interviste e news dal mondo della cultura da leggere, commentare e condividere. La nostra copertina è dedicata ail'Europa: quella della Brexit e delle tante opportunità che ci sarebbero da cogliere per non far fallire miseramente un progetto che ha impegnato così tante risorse e che potrebbe fare da fulcro a una nuova fase di crescita democratica nella storia dell'Occidente. Buona lettura.

Vi ricordiamo che abbiamo creato un indirizzo mail (posta@periodicoitalianomagazine.it) al quale potete indirizzare lettere, materiali e suggerimenti. 

STORIA DI COPERTINA
L’Europa che non ti aspetti

Così l’Inghilterra se ne va, in una maniera stupida mossa da pochi principi populisti e tanta, tantissima, ignoranza. Che poi è il male vero dell’Unione europea. Perché i cittadini europei non hanno mai fatto realmente la reciproca conoscenza. Il matrimonio è stato ‘combinato’, ma gli sposi (gli Stati membri) non si erano visti neanche in fotografia. E il reale valore di ogni raltà territoriale, che sommata alle altre poteva realmente fare la differenza, si è arroccata nell’individualismo. Ma c’è un’altra Europa che è rimasta in gran parte nascosta, occultata dagli egoismi economici che hanno trasformato il valore della moneta unica (che poteva abbattere i confini territoriali consentendoci di viaggiare e acquistare per tutto il continente) in mera speculazione ‘locale’. Una moneta unica con decine di poteri di acquisto differenti. Tante normative ‘imposte’, ma di quelle che ‘idealmente’ ci si aspettava neanche l’ombra. Essere europei avrebbe dovuto significare equiparazione dei titoli universitari, contratti di lavoro comunitari, introduzione nelle scuole di una materia dedicata a una conoscenza degli Stati membri (perché la geografia non è la stessa cosa). Poteva essere una visione allargata di tutte le opportunità offerteci dalla ricerca, dalla tecnologia, dalle culture. L’occasione mancata di essere grandi poiché più completi, arricchiti dal valore di ciascuno. Invece no: tanti piccoli stupidi staterelli, dove l’intolleranza prospera come la gramigna e il termine futuro è inteso come sinonimo di “purché tutto resti com’è” e a star bene sono sempre e solo gli stessi.


LA RIVISTA SFOGLIABILE (clicca e sfoglia)

issuu20_2016.jpg

 

 SCARICA LA RIVISTA SUL TUO COMPUTER freccia3.jpg Download numero 20

 

Se ti è piaciuta la nostra rivista

richiedi la newsletter settimanale

riceverai gratuitamente le nuove pubblicazioni di Periodico italiano magazine


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale