Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
4 Marzo 2021

Numero 60 Gennaio-Febbraio 2020

Condividi
Numero 60 Gennaio-Febbraio 2020

Ecco il nuovo numero di Periodico italiano magazine. In copertina parliamo del dubbio e del sospetto, danni collaterali del Coronavirus sul sistema europeo. Tutti questi mesi sono stati scanditi da tesi e opinioni diverse, spesso,  contrastanti tra loro sulla pandemia, le terapie e i vaccini. Di conseguenza la gente non capisce e non sa più di chi fidarsi. Vi proponiamo, poi, approfondimenti, interviste e notizie di cultura, spettacolo e musica. Buona lettura!

Vi ricordiamo che abbiamo creato un indirizzo mail (posta@periodicoitalianomagazine.it) al quale potete indirizzare lettere, materiali e suggerimenti. 

DIARIO DI. BORDO
Cambiare per migliorare

Un altro anno è passato. In questi mesi, le vite di tutti noi sono cambiate: è stata dura. Anzi, è dura. Ma crogiolarsi nel pessimismo non aiuta. Quindi, fra i propositi del 2021 abbiamo realizzato il primo della nostra lista: dare una nuova veste grafica al nostro sfogliabile, per festeggiare il traguardo del numero 60, decimo anno di pubblicazione. Come noterete sfogliando il magazine, non è solo una questione di font e misure: abbiamo cercato di arricchire le notizie con più foto e didascalia, cercando di migliorare la fruibilità delle informazioni. Perché cambiare, vuol dire anche crescere e cercare di fare meglio. Ci auguriamo che questo nuovo formato vi piaccia. E, come sempre, siamo pronti a recepire i vostri suggerimenti.

Ispirazioni
Si è parlato molto, in questi mesi, di personaggi femminili che hanno raggiunto posti di rilievo nel mondo del lavoro e della politica. Certo, le donne subiscono tante ingiustizie e hanno ancora molte battaglie da condurre, per raggiungere una reale parità. Ed è normale, per chi riesce a farcela, fungere da esempio per le tante che ‘sgomitano’ e faticano a realizzare i propri sogni. Abbiamo bisogno di ispirazioni. Così, in queste pagine vi raccontiamo di Iolanda Pensa, che da volontaria (ha iniziato ad approfondire alcune ‘voci’ di progetto partecipativo on line più grande al mondo) è diventata presidente di Wikimedia Italia e conosce come pochi altri i meccanismi per promuovere progetti, attivare convenzioni o raccogliere i fondi che li rendono possibili. Ci sono poi i volti iconici delle first ladies americane, i cui ritratti raccontano il ruolo da protagoniste che ciascuna di loro si è guadagnata in un mondo politico che vede protagonisti soprattutto gli uomini (anche se dalle ultime presidenziali, il ruolo di vicepresidente Usa è stato conquistato da Kamala Harris e, con un po’ di fortuna, entro il prossimo decennio forse avremo il primo ‘first sir’). Infine,  il tocco di glamour che Elisabetta II ha regalato all’immagine della corona inglese, con i suoi vestiti dai colori sgargianti spesso accompagnati da stravaganti cappelli sono diventati ‘outfit’ necessari a renderla ben visibile dalla folla). 

Reinventare gli spazi
Insomma, il coronavirus ha trasformato l’emergenza in una immobilità duratura e resistente. E l’intero mondo ha dovuto riorganizzare i propri spazi privati e pubblici. Ed ecco che, tra il bisogno di socialità e l’esigenza dei contesti, il design assume sempre più un ruolo da mediatore nel rimodellare il contemporaneo non più e non solo nelle forme degli oggetti, ma sempre più nel funzionamento e nel significato dello ‘stare al mondo’. Una tendenza che darà un nuovo volto anche alle nostre città con spazi organizzati, fruibili e condivisibili dalla cittadinanza. Come per esempio il Parco Biblioteca degli Alberi (noto più semplicemente come la ‘Biblioteca degli Alberi’, ndr) situato a Milano tra via M. Gioia, via De Castillia e via Sassetti, nella zona tra Piazza Gae Aulenti e il quartiere Isola. Si estende su 9 ettari ed è paragonato a una biblioteca per la vegetazione, che ospita più di 100 specie diverse, 500 alberi disposti in 22 anelli e 135 mila piante. Il parco è poi arricchito da alcune frasi poetiche disposte lungo i sentieri, area giochi per bambini, un’area fitness, un’area relax con ‘chaise longue’ in legno e luci soffuse, aree per pic-nic attrezzate con panchine, labirinto di cespugli, un laghetto e una fontana scenografica, attiva da maggio a settembre.

Ritorno al passato
Rispolverare i vecchi giradischi abbandonati in cantina è molto più che una moda passeggera. Il vinile torna in auge e (sorpresa!) la qualità del suono del passato sembra vincere su quella del presente. Vi è, dunque, tutta una fascia di ascoltatori, millennial e appartenenti alla generazione Z, che sta riscoprendo l’approccio all’ascolto adottato dai loro genitori e nonni. E mentre cresce il numero di collezionisti alla ricerca di prime edizioni e registrazioni introvabili, molti di noi, che negli anni Sessanta sono cresciuti a fianco di un coloratissimo mangiadischi, si chiedono: «Che fine avranno fatto i miei 45 giri»?


LA RIVISTA SFOGLIABILE (clicca e sfoglia)

issuu60_2021.jpg

 

 SCARICA LA RIVISTA SUL TUO COMPUTER freccia3.jpg Download numero 60

 

Se ti è piaciuta la nostra rivista

richiedi la newsletter settimanale

riceverai gratuitamente le nuove pubblicazioni di Periodico italiano magazine

Abitiamo ciò che conosciamo


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale