Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
17 Luglio 2024

Missione a Santo Domingo

di Valentina Ughetto
Condividi

Coraggiosa iniziativa umanitaria dell’associazione ‘Tota Pulchra’, che ha organizzato una spedizione di volontari per consegnare un'intera nave di aiuti, generi alimentari, vestiti e altri beni essenziali ai bambini e alla popolazione di Haiti: tutto sarà raccontato e vissuto durante un viaggio di dieci giorni, con tanto di giornalisti e inviati al seguito

Padre_Hygord.jpg

Il prossimo 17 marzo 2024 prenderà il via una missione presso la casa arquidiocesana 'Maria dell’Altagracia' a Santo Domingo di padre Amédée Hygord, haitiano, delegato dall’associazione 'Tota Pulchra' per Haiti, Repubblica Dominicana, Panama e Venezuela. Gli amici di 'Tota Pulchra' sono un’associazione diretta da monsignor Jean-Marie Gervais, prefetto coadiutore del Capitolo della basilica papale di San Pietro in Vaticano, che hanno organizzato un’operazione umanitaria per un viaggio di volontari ad Haiti. Tutto sarà raccontato e vissuto tramite un viaggio di dieci giorni, con tanto di giornalisti e inviati al seguito. 'Tota Pulchra', infatti, seguendo lo spirito francescano di spiritualità, incarnata nella povertà come condivisione e fraternità, ha realizzato la cosa perché “i primi destinatari della missione sono i poveri. E la loro evangelizzazione è per eccellenza segno e prova della missione di Gesù”, come scrisse Giovanni Paolo II nella sua lettera-enciclica ‘Redemptoris Missio’, al paragrafo 60 (RM 60). In tal senso, bisogna evidenziare che padre Amedèe Hygord opera dal 2004, tramite una sua Fondazione, non solo ad Haiti, ma anche in America Latina, Caraibi e Africa. Con 1200 membri attivi, tutti volontari, sono stati realizzati più di 3 mila progetti per bambini orfani. In un Paese, Haiti, dove la criminalità ha portato lo Stato canadese a fornire una polizia negli aereoporti, vengono metodicamente fornite a quasi due milioni di persone dalla Fondazione di padre Hygord, pacchi di cereali, bottiglie d'acqua, latte, pane, olio e frutta. Scopo della Fondazione è prendersi cura dei più deboli dal punto di vista materiale, morale, affettivo ed educativo. Questa Fondazione deve molto alla generosità di privati e di aziende del Belgio, del Lussemburgo, del Canada, del Principato di Monaco e della Francia, in quanto il governo locale non è quasi più in grado di operare ad Haiti. Haitiani e dominicani sono popoli fratelli, accomunati da lingua, religioni, costumi e, in parte, da vicende storiche, ma risultano divisi dalla politica. Molti haitiani continuano a emigrare nel territorio dominicano, assai più sviluppato economicamente. 'Tota Pulchra', a questo fine, vorrebbe riuscire a realizzare, entro dicembre di quest’anno e in tutta l’area caraibica, una missione finalizzata a rafforzare i legami tra Haiti e il Vaticano. A tal fine, sono state coinvolti: l’Arcivescovo di Santo Domingo, la presidenza della Repubblica italiana e l’Ambasciatore presso la Santa Sede. Senza entrare in complesse discussioni politiche, monsignor Jean-Marie Gervais ha illustrato le proprie buone pratiche e iniziative, che hanno contribuito al reperimento di generi di prima necessità (alimentari, vestiti e altri beni essenziali, ndr), pronti a partire con una nave dal porto di Genova, in collaborazione con la Fondazione ‘Rezza pro cultura te caritate’, della quale è presidente lo stesso monsignor Gervais. Alla missione parteciperanno anche dei giornalisti, che realizzeranno una serie di reportage, per rendere più inclusiva l’operazione, la quale prevede la presenza dei veri e propri inviati e corrispondenti per conto di diversi canali e network d’informazione. Inoltre, verrà realizzata una mostra fotografica che di terrà presso la parrocchia Regina Pacis, nel quartiere Monteverde in Roma e che prenderà il titolo proprio dal valore spiAldo_Azzaro.jpgrituale della missione a Santo Domingo: 'Per poter capire, dobbiamo vederli e ascoltarli'. Proprio in questi giorni, Aldo Azzaro ha voluto contribuire alla missione, organizzando un concerto per pianoforte, suonando le proprie creazioni musicali in rappresentanza dell’associazione Codacons. Anche Aldo Azzaro è, infatti, un uomo impegnato nel sociale, socio e amico di 'Tota Pulchra'. Egli ha realizzato, di recente, con l’aiuto di Tiziana Luxardo, la mostra fotografica 'Lampedusa: pescatori di anime': una delle più impegnative campagne sociali che, attraverso l'arte visiva, la musica e l’arte più in generale, hanno voluto esprimere la sofferenza di vicende come l’immigrazione, lo sfruttamento nei campi di lavoro, la violenza contro le donne, il bullismo e la ludopatia. 'Tota Pulchra', tra l'altro, è un’associazione caratterizzata da un preciso 'sguardo etico', teso a valorizzare tutte quelle imprese impegnate nel sociale, o che contribuiscono a sensibilizzare l’opinione pubblica verso l’ecologia ambientale e lo sviluppo solidale. Il proprio sforzo è quello di ripartire dalle persone, per ricostruire una comunità che intende rafforzarsi, portando avanti quegli ideali di bellezza per la vita da cui prende nome l’associazione stessa, richiamandosi all’incipit dell’antica preghiera mariana. Anche Papa Francesco in persona ha voluto inviare un messaggio di saluto, impartendo la sua benedizione apostolica alla missione “che volentieri estendo a tutti i membri di codesta associazione, con l'auspicio che possiate sempre più essere custodi di tanti fratelli e promuovere la civiltà dell'amore”, rammentando inoltre, “che siamo tutti chiamati a superare la paura, per aprirci all'incontro con Cristo. Dobbiamo ringraziare chi ci dà l'occasione di questo incontro, ossia gli ‘altri’ che bussano alle nostre porte, offrendoci al possibilità di superare le nostre paure, per incontrare, accogliere e assistere Gesù. Nello spirito delle beatitudini, noi siamo infatti chiamati a consolare le loro afflizioni e offrire loro misericordia; a saziare la loro fame e sete di giustizia; a far sentire loro la paternità premurosa di Dio”. Nel nome di quello spirito missionario teso a promuovere una ripresa economica sostenibile, inclusiva e resiliente.
Tota_Pulchra_Logo.jpg

QUI SOPRA: IL LOGO DELL'ASSOCIAZIONE 'TOTA PULCHRA'

AL CENTRO: ALDO AZZARO DEL CODACONS DURANTE IL SUO CONCERTO PER PIANOFORTE

IN APERTURA: PADRE AMEDEE HYGORD IN COMPAGNIA DELLA NOSTRA INVIATA, VALENTINA UGHETTO


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale