Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
24 Novembre 2020

Virtuosi sui pedali

di Michele Di Muro - mdimuro@periodicoitalianomagazine.it
Condividi

Sono tanti i benefici derivanti dall’uso della bicicletta per affrontare il tragitto quotidiano ‘casa-lavoro’ e molte le grandi aziende che hanno messo in piedi programmi di incentivazione e promozione per i dipendenti più attenti all’ambiente

lavoro_bici2.jpg

Viviamo in città ‘ultracongestionate’ a causa del traffico automobilistico. E la mobilità lavorativa ne è una delle principali cause. Per molti è impossibile pensare di andare in ufficio con mezzi diversi dalla propria autovettura e, in linea di principio, è difficile dar loro torto. Spesso, infatti, la mobilità pubblica è insufficiente (per essere gentili) a garantire una reale e universale alternativa. Rientra così in gioco la bicicletta. Dal nord dell'Europa, dove si va in bici ogni giorno e in qualsiasi condizione climatica, l’abitudine al suo utilizzo è penetrata negli ultimi anni anche qui da noi. In tal senso, l’approccio al mezzo è molto cambiato ed è il risultato di un’evoluzione di natura culturale. Dalla ludica attività nel tempo libero di cui cantava Riccardo Cocciante, si è passati a concepire il ‘biciclo’ come uno strumento virtuoso, col quale districarsi nella ‘jungla urbana’. Questo porta evidenti benefici per la salute della persona (meno stressata e più in forma) e dell’ambiente (minore inquinamento). Ne sono convinti i fautori di ‘Jojob’, il servizio di ottimizzazione e gestione delle trasferte aziendali. Disponibile in forma di ‘app’, è una piattaforma italiana lanciata sul mercato nel 2015 pensata per le aziende. L’obiettivo primario è stato quello di fornire uno strumento per la gestione delle personale pendolare. Dapprima, ci si è concentrati sul ‘carpooling’, ovvero la condivisione dell’auto tra diversi dipendenti. Più recentemente, la società ha iniziato a interessarsi alla mobilità alternativa, inaugurando il servizio ‘Jojob bici e piedi’. Tramite lo strumento ‘Dynamic Re-Survey’, la società è in grado di monitorare il comportamento dei lavoratori, fornendo un’analisi dinamica della loro mobilità. Si possono, in questa maniera, ottenere dati riguardanti i reali benefici derivanti dall’attuazione di pratiche di spostamento virtuoso. In occasione della giornata della bicicletta, che si celebra il 3 giugno prossimo, ‘Jojob’ ha diffuso le informazioni raccolte. Sappiamo così che, nei primi mesi del 2019, grazie ai lavoratori che hanno scelto di spostarsi in bici, oppure a piedi, è stato possibile evitare, in Italia, l’emissione di ben 10.748,28 chilogrammi di CO2: il 91% in più rispetto all’anno passato. I viaggi di questo tipo sono cresciuti del 78% rispetto al 2018. E hanno raggiunto una dato numerico pari a 17.598 spostamenti complessivi in bicicletta. In totale, questi dipendenti hanno risparmiato quasi diciassettemila Euro. Tramite il servizio, le aziende potranno attuare politiche che vadano a incentivare e premiare i dipendenti che scelgano la mobilità sostenibile. L’input dato dalle aziende e dai lavoratori non è però sufficiente: è necessario che i centri urbani, quindi i loro amministratori, si dotino di adeguate infrastrutture. Il pericolo è il principale deterrente all’uso della bici in città. Sono ancora troppo poche le piste ciclabili e ancora poco si fa per sensibilizzare gli automobilisti. Una pacifica convivenza è ancora lontana e, spesso, il ciclista viene visto come un fastidioso ostacolo. Per questi e altri motivi, dalla San Francisco negli anni ‘90, sono nate le prime ‘critical mass’: vere e proprie giornate di occupazione e invasione delle strade da parte dei ‘riders’, che in giornate concordate si radunano periodicamente, al fine di ribadire il loro diritto a muoversi liberamente e per chiedere maggior sicurezza. Uno dei più importanti eventi di questo tipo è la ‘Ciemmona’ (Critical mass interplanetaria), che ogni anno richiama migliaia di appassionati e che si terrà a Roma dal 31 maggio al 2 giugno.
bici_lavoro.jpg


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale