Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
23 Novembre 2017

Italian Stories

di Michele Di Muro
Condividi
Italian Stories

Una piattaforma on line che permette di incontrare le produzioni artigianali italiane e propone esperienze di workshop in laboratorio: una sorta di turismo-esperenziale che collega il paesaggio alle produzioni tipiche locali

Come si è già detto in altre sedi, complice la crisi e la scarsità di domanda lavorativa, si registra in questi ultimi anni da parte dei giovani la ripresa delle antiche professioni che, parte del nostro patrimonio storico e culturale, tornano oggi in auge e possono essere considerate un motore per la ripartenza del paese. Ma come fare a dare spazio alle singole voci, dove trovare le botteghe artigiane?
Ci hanno pensato i creatori di Italian Stories che, già dal nome programmatico, si caratterizza secondo un principio di focalizzazione sulle storie delle persone che operano alla realizzazione dei prodotti artigianali.
I nomi dietro il progetto sono quelli di Eleonora Odorizzi e suo figlio Andrea Miserocchi, ai quali si aggiunge un equipe formata dal Pipo Marino (web designer), Mitia Mambella (web developer), Annalisa Lever (ux developer & graphic designer), Enrico Presicci (marketing manager), Claudia Corrent (photographer) e Elena Chesta (blog editor). La piattaforma on line per incontrare il 'Made in Italy' si inserisce in una lunga serie di iniziative, promosse da enti pubblici e privati, atte alla scoperta e valorizzazione dell’artigianato. Obiettivo primario è quello di avvicinare i produttori a pubblico e consumatori onde favorire il contatto diretto e la conoscenza personale nonché l’acquisizione da parte dell’utenza di quelle che sono le tecniche di lavoro adottate, i materiali usati.
L’idea è quella di stimolare l’utente del sito ad affrontare un viaggio alla ricerca dei laboratori artigianali scoprendone quindi il legami col paesaggio, col contesto cittadino e col la tradizione artigiana tipica del luogo in cui sono inseriti; avendo quindi modo di passare una giornata in bottega.
Il funzionamento del sito è piuttosto semplice e intuitivo e la grafica risulta elegante e accattivante.
A seguito di un’attenta selezione, vengono creati i singoli profili degli artigiani i quali secondo le modalità del peer-to-peer offrono all’utente la possibilità di scegliere tra la visita o workshop.
Nel primo caso l’artigiano illustrerà il proprio laboratorio e descriverà il suo metodo di lavoro e darà la così la possibilità agli ospiti di 'studiare' da vicino i suoi prodotti.
Nel caso del workshop, che può avere durata oscillante tra 1-2 ore e l’intera giornata, l’utente ha la possibilità di entrare dal vivo nelle varie fasi lavorative acquisendo a sua volta i rudimenti della professione e, “sporcandosi le mani”, di portare a casa i frutti del proprio lavoro.   
Inoltre è possibile chiedere preventivamente all’artigiano di lavorare su un oggetto particolare e ove possibile viene indicato se il percorso sia anche alla portata dei bambini.
Per scoprire la propria meta ideale sarà sufficiente collegarsi al sito e, utilizzando il motore di ricerca, scegliere l’area geografica, il periodo, il numero di visitatori e il materiale che si vuole conoscere (vetro, ceramica, pelle, carta, feltro, legno, metallo, oro, pietra, tessuto e vetro).
La scelta è ampia. È possibile ad esempio andare a Dovera a trovare Marco, che fa il liutaio, oppure creare il proprio gioiello a mosaico sotto la guida della mosaicista Federica di Verona o in alternativa si potrà passare una giornata in Salento alla scoperta delle tradizionali tecnica di produzione della carta presso il cartaio Andrea, il quale condurrà il visitatore in un percorso di conoscenza e acquisizione della tecnica lavorativa fino alla realizzazione in loco di fascicoli rilegati a mano con interventi di stampa calcografica.
Il tutto chiaramente ha un costo che viene specificato in ogni singolo profilo e può essere relativamente elevato, comunque nella media di simili esperienze. Nel caso dei workshop va però considerato la copertura per i materiali messi a disposizione dall’artigiano.
Non vi resta che connettervi al sito Italian Stories (http://www.italianstories.it/it/home) e scegliere la vostra esperienza artigianale.

italian_stories2.jpg  italian_stories1.jpg


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale