Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
4 Aprile 2020

Dall'India a Lampedusa: soste di viaggio

di Michela Diamanti
Condividi
Dall'India a Lampedusa: soste di viaggio

Ester Cecere, poetessa e biologa marina, ha presentato a Roma il suo ultimo lavoro i cui proventi saranno devoluti al ‘Servizio cani guida’ dei Lions, associazione di grande rilevanza sociale lodevolmente impegnata in favore dei non vedenti

Ester Cecere è una donna e madre dalle mille sfaccettature e dalle molteplici risorse. Solare e determinata, è riuscita  a coniugare brillantemente le sue più grandi passioni: la poesia e il mare. Infatti, oltre a essere una valente poetessascrittrice, di professione fa la ricercatrice presso il Consiglio nazionale delle ricerche, dove si occupa di biologia marina. Nata a Taranto, dove attualmente vive e  lavora, questa brillante autrice, molto apprezzata dalla critica, ha già ottenuto numerosi riconoscimenti e premi letterari. Abbiamo avuto il piacere di 'osservarla' da vicino in occasione della presentazione della sua ultima opera: 'Dall'India a Lampedusa: soste di viaggio'', edito da Wip Edizioni. Un evento che si è tenuto a Roma il 25 gennaio scorso, presso il caffè lettarario ‘HoraFelix’. In questo suo ultimo libro, attraverso racconti brevi, l'autrice narra la 'vita' attraverso soste di viaggi 'fisici' o 'virtuali', riferendosi anche a particolari eventi che, nel corso del suo cammino, hanno innescato un cambiamento radicale nelle modalità di vedere l'esistenza. Il tema del viaggio, impiegato come 'strumento' di conoscenza, ci permette di confrontarci con civiltà e culture spesso molto diverse dalla nostra. Il viaggio è inteso anche come percorso introspettivo, capace di indurci a riflettere sulle nostre capacità di empatizzare con il prossimo, sulle nostre abilità di adattamento e su come osserviamo il mondo. I temi trattati ci invitano a interrogarci sulle nostre possibilità di comprendere e accettare il 'diverso'. La Cecere riesce a cogliere e a descrivere egregiamente le identità e le tradizioni di un popolo, riuscendo a trasmettere le emozioni e il senso delle tradizioni che lo caratterizzano. Tra viaggi 'reali' e 'virtuali', il subcontinente indiano e l'isola di Lampedusa hanno ispirato l'itinerario letterario dell'autrice. Dai racconti delle condizioni di estrema povertà, specialmente dei bambini in India, emerge quanto la visione di talune e scioccanti 'immagini' sia in grado di colpPubblica_presentazione.jpgire il cuore e la sensibilità, soprattutto di una madre. Spesso è possibile raggiungere la consapevolezza solo attraverso la conoscenza diretta delle reali condizioni di vita e delle sofferenze atroci che altri esseri umani, figli del nostro stesso pianeta, ma purtroppo più sfortunati, sono costretti a subire. Un ulteriore spunto di riflessione ci è dato dai fenomeni migratori per comprendere come la disperazione possa spingere intere famiglie, in alcuni casi, verso la morte, nell'intento di attraversare il mare per raggiungere  le nostre coste, alla ricerca di una vita migliore o semplicemente nella speranza di poter 'sopravvivere'. Il percorso introspettivo dell'autrice rappresentato dal viaggio appare come un invito alla ricerca dei 'veri' valori a cui dare importanza, una sorta di riflessione che induce a rivalutare quegli ideali morali e sociali sempre più evanescenti nell'era della globalizzazione, dove l'individualismo imperante sembra aver offuscato in alcuni casi la mente e il cuore della gente. Il percorso della Cecere, indirizzato  verso la consapevolezza, alla scoperta dei  limiti, e delle paure individuali, viene affrontato  mettendo da parte la 'mentalità occidentale', per immergersi totalmente con la mente e con lo spirito in realtà diverse e sconosciute, che grazie al talento descrittivo dell'autrice permettono al lettore di 'visualizzare' le immagini e immergersi totalmente nei racconti, come se ne facessero parte. Accogliamo con sincero interesse quest’ultima pubblicazione di Ester Cecere, poetessa e biologa marina sempre attenta alle tematiche sociali, che anche in questa occasione ha deciso di devolvere i proventi della vendita del libro al ‘Servizio cani guida’ dei Lions, associazione di grande rilevanza sociale lodevolmente impegnata in favore dei non vedenti.
Ester_con_cane_guida.jpg

NELLA FOTO QUI SOPRA: ESTER CECERE IN COMPAGNIA CON UN 'CANE-GUIDA' PER NON VEDENTI

AL CENTRO: LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO 'DALL'INDIA A LAMPEDUSA: SOSTE DI VIAGGIO'

IN ALTO A DESTRA: LA COPERTINA DELL'OPERA

Salva


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale