Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
20 Novembre 2017

Roma, la verità violata

di Andrea Giulia
Condividi
Roma, la verità violata

Con uno stile aperto e divulgativo, l'attore, giornalista e scrittore, Giuseppe Lorin, dimostra un amore sincero e profondo per una metropoli, quella capitolina, che sembra aver completamente perso di vista ogni suo valore culturale e identitario

Giuseppe Lorin è un autore che sta animando il panorama culturale romano degli ultimi anni con un nuovo genere letterario: quello del romanzo ‘postfantastorico’. Il suo nuovo libro, ‘Roma, la verità violata’ (Alter Ego Edizioni), è un equilibrato connubio tra una vicenda ‘centrale’, attorno alla quale appaiono e si muovono ambienti, società segrete, torbide vicende che avvengono tra i vicoli più misteriosi di Roma, affiancata da interessanti digressioni storico-culturali sui Templari, i Cavalieri di Malta e alcune supposizioni sui Vangeli apocrifi. Ecco spiegata la definizione di questa nuova formula stilistica: un romanzo incrociato con un bagaglio storico, archeologico, architettonico e culturale che consente all’autore quasi di ‘giocare’ con la Storia millenaria della ‘città eterna’. Con uno stile aperto e scorrevole, Giuseppe Lorin dimostra un amore sincero e profondo per una metropoli, quella capitolina, che sembra aver perduto ogni suo valore culturale e identitario. Le digressioni storiche rimangono, a nostro parere, la parte più interessante di questo lavoro, che chiude una trilogia interamente dedicata alla 'città dei 7 colli'. Una conoscenza che l’autore stende a mano libera, senza dover confrontare documenti o testi particolari. In quest’ultimo volume, Lorin approfondisce persino la questione archeologica relativa all’antica città di Troia, le ostinate ricerche efettuate in Anatolia dall’archeologo tedesco Heinrich Schliemann, accertando i numerosi collegamenti e le antichissime discendenze tra la cultura 'greco-omerica' e quella dell'antica Roma. Lo stile divulgativo di queste ‘parentesi’, tuttavia, non stanca mai il lettore, che anzi si ritrova con la memoria ‘rinfrescata’ intorno a numerosi temi e un interesse ‘resuscitato’ per la millenaria storia culturale della capitale d’Italia. Un libro che comprova come esista una parte sana della ‘città eterna’ che non intende arrendersi rispetto a una metropoli dominata dall’indifferenza e da uno scarso interesse verso un patrimonio storico e archeologico che non ha uguali nel mondo. Un ‘tesoro’ a cielo aperto, che non sembra più di tanto riuscire a scaldare i cuori di cittadini, amministrazioni e governi. Leggere ‘Roma, la verità violata’ è un buon modo per approfondire anche le attuali contraddizioni della Roma di oggi: gli esiti stessi della vicenda attorno a cui ruota l’intero romanzo comprovano una deriva senza scrupoli, che ha trasformato Roma in una città cadaverica, uccisa da una piccola borghesia impiegatizia tanto ambigua, quanto moralmente sterile. Un declino ormai innegabile e, forse, incurabile, poiché frutto di un autentico genocidio culturale.

Roma, la verità violata
di Giuseppe Lorin
Alter Ego Edizioni
Pagg. 248, 14 euro


L'autore

Giuseppe Lorin, attore, poeta, regista, romanziere, critico letterario, autore, conduttore e giornalista, dopo aver studiato all'Accademia nazionale d'Arte drammatica 'Silvio D'Amico', si è specializzato all'International Film Institute of London con Richard Attenborough. Laureato in Psicologia all'Università di Roma 'La Sapienza', è docente di Interpretazione con il Metodo Mimesico e Dizione interpretativa e collabora con varie testate giornalistiche, cartacee e on line. Ha vinto diversi premi e riconoscimenti. È autore di 'Manuale di dizione' (2009); 'Da Monteverde al mare' (2013); 'Tra le argille del tempo' (2015) e 'Roma, i segreti degli antichi luoghi' (2016). 
Roma.jpg

Salva


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale