Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
20 Settembre 2017

La spesa intelligente e la Gdo 2.0

di Ilaria Cordì
Condividi
La spesa intelligente e la Gdo 2.0

L’avvento dei social e la comunicazione del futuro hanno modificato anche i gesti più semplici della quotidianità, come il fare la spesa. Dimenticate colla e fogli inutili, ora la raccolta dei punti e i volantini cartacei non saranno più gli stessi: Despar Nordest lancia una nuova moda all’interno della Grande distribuzione

Avete presente quei piccoli bollini che ogni giorno, quando andate a fare la spesa, vi vengono dati alle casse in base al totale del conto? E avete presente quanto è scomodo, ogni volta, tornare a casa, prendere la colla e attaccarli a quel ‘libricino’ che vi regalano, tutto per avere in omaggio un nuovo tostapane? Bene, potete dire addio a tutto ciò, perché anche i supermercati hanno deciso di interagire con i propri clienti attraverso i social. Il primo esperimento è stato portato avanti dalla marca di supermercati Despar, principalmente nella zona del nord-est Italia: è stato creato un particolare sistema di mobile promotion che mediante lo sfoglio del volantino cartaceo consente, attraverso la app 'Despar Tribù',  di scansionare il codice QR e accumulare punti. Il raggiungimento di una soglia proficua di punti permette al cliente di ottenere dei buoni sconto che possono essere mostrati direttamente alla cassa: lo scopo di questo esperimento 2.0 è "la dematerializzazione dei volantini e delle promozioni che prima viaggiavano su carta". Secondo Marco Marchetti, responsabile delle attività digitali di Despar Nordest, l’esperimento è ben riuscito. Tanto che sono già quattro le regioni (Veneto; Friuli Venezia Giulia; Trentino Alto Adige; Emilia Romagna) che usufruiscono di questo nuovo servizio distributivo. Dal punto di vista del marketing e in base ai dati ottenuti dall’Osservatorio mobile e marketing service del Politecnico di Milano, questo ‘test’ digitale ha raggiunto un livello di interesse da parte del consumatore pari all’88%. Infatti, l’industria di marca vuole beneficiare delle opportunità provenienti dal mercato del mobile couponing consentendo "di acquisire nuove informazioni sui clienti passando da promozioni generiche a promozioni personalizzate e mirate, monitorando i risultati in real-time e riducendo i rischi di frode". Una sperimentazione all’avanguardia, che comprende 215 punti vendita nel nord-est d'Italia e che introduce una nuova visione di progresso da parte del consumatore all’interno dei punti commerciali della grande distribuzione.


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale