Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
24 Maggio 2024

Saint Laurent: a Parigi spopolano le spalle giganti

di Michela Diamanti
Condividi
Saint Laurent: a Parigi spopolano le spalle giganti

La collezione disegnata da Anthony Vaccarello per l’autunno/inverno 2023/24 si basa su shoulders importanti e uno stile potente

L’avevamo già notato, ma la conferma del grande ritorno della tendenza a ‘spalle larghe’ è quello che emerge dalla recente sfilata a Parigi di Saint Laurent per l’inverno 2023/24. Tra una suggestiva atmosfera retrò, illuminata da imponenti lampadari d’oro con innumerevoli candele accese, hanno sfilato su una passerella di moquette nera le proposte di Anthony Vaccarello, direttore creativo della maison francese, che in questa occasione ha deciso di rivisitare i codici stilistici del brand con una prorompente silhouette a ‘T’, per mettere in risalto spalle esagerate e vistose. Lo stilista dichiara: “Volevo concentrarmi su una sola parola: eleganza. Anche se, forse, non ha più senso e a pochi importa: un’idea per essere eleganti, alla quale non siamo più abituati”. La donna proposta da Vaccarello è audace, imperturbabile, forte e decisa. Le giacche sono l’espressione di una struttura ben delineata, che intende rivisitare le proporzioni classiche delle figure femminili. Lo stilista si concentra su volumi e leggerezze, con giacche lunghe dalle spalle importanti su top e gonne semplici e leggere, il tutto indossato dietro grandi occhiali scuri. Il gioco di contrasti tra questo stile deciso, le profonde scollature delle bluse che mettono in mostra schiena e decolleté, tacchi a stiletto, trasparenze dello chiffon e gioielli opulenti, non distolgono comunque l’attenzione da un forte impatto visivo di questa figura così decisa e potente, che ricorda molto le manager degli anni ’80 del secgiacca1.jpgolo scorso. Infatti, in quel periodo storico, l’abbigliamento rivestiva un ruolo importante per fare carriera. E questo capo rappresentava, sia per gli uomini, sia per le donne, un passepartout sul lavoro, perché ispirava serietà e professionalità. Uno dei motivi per cui le giacche con le spalle larghe erano - e sono - così apprezzate, è proprio perché creano un’immagine di forza e di leadership. Questo particolare taglio aggiunge volume alla parte superiore del corpo, creando un effetto di bilanciamento con il resto della figura. Inoltre, le spalle larghe possono dare l’illusione di una vita più sottile, rendendo l’aspetto complessivo più snello, “dunque più elegante”, commenta Vaccarello. Le giacche con ‘spalle larghe’ hanno fatto un ‘grande ritorno’ negli ultimi anni, sia negli outfit maschili, sia in quelli femminili. Questo stile di giacca è diventata una tendenza popolare per tutti coloro che cercano di ottenere un aspetto più strutturato e audace. Ma non si tratta di una novità assoluta: queste linee erano già presenti nelle precedenti collezioni. Oggi, questo modello di giacca è tornato in voga grazie alla moda degli anni ‘80 e ’90 del secolo scorso, che sta vivendo una sua seconda vita.
Molti ‘brand’ famosi, peraltro, hanno scelto di presentare giacche con le spalle larghe, nelle loro collezioni, tra alcuni dei più noti citiamo: Pierre Balmain, Balenciaga, Tom Ford, Off-White e Vetements. Questi noti marchi hanno creato giacche con spalle esagerate e strutturate, che hanno contribuito a creare un’immagine forte e d’impatto. Questo particolare stile è comunemente noto come ‘oversized shoulders’ o ‘padded shoulders’ e, più in generale, si riferisce a una giacca che ha spalle più ampie e pronunciate rispetto alla giacca tradizionale, creando un look strutturato, spesso esagerato. Tuttavia, a seconda dello stile e della forma del capo, potrebbe essere chiamato in modi diversi, come per esempio ‘power shoulders’, se si vuole indicare un effetto forte e dominante. Oppure, ‘boxy shoulders’, se si vuole intendere un effetto più quadrato e rigido. Lo stilista aggiunge: “Questa donna è potente, ma è super soft. Voglio dire: è potente, perché c’è questa spalla, ma è molto sensibile. Direi che è molto sicura di sé, più che potente”. E spiega: “Questa donna non è ‘power dressing’ perché deve prendere a calci qualcuno: no, non è più così. Non ha bisogno di dimostrare nulla: è forte di per sé e si veste così perché è sicura di sé”.  Tra le star presenti ad apprezzare il successo della nuova collezione disegnata da Anthony Vaccarello abbiamo visto: Charlotte Gainsbourg, amica del designer; Carla Bruni; la popolare cantante, Dua Lipa; Catherine Deneuve; Zoe Kravitz; l’attrice, Emma Mackay.
Spalle_decise.jpg


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale