Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
25 Settembre 2017

Sweet Christmas Shopping

di Domenico Briguglio
Condividi
Sweet Christmas Shopping

Un evento di fine anno che ha segnalato la ‘voglia’ di rivincita di alcuni significativi ambienti romani, soprattutto sotto il profilo del risveglio economico in settori che furono, un tempo, molto importanti per la capitale

Palazzo Falletti è sempre stata una location di alto profilo, soprattutto per gli eventi legati alla moda. E proprio lo scorso 20 dicembre ne ha ospitato uno: lo ‘Sweet Christmas Shopping’, che ha offerto una diversa prospettiva proprio al mondo dell'alta moda. Sarà bene, per capire lo spirito dell'evento, far riferimento alle parole della organizzatrice, la bella e intraprendente manager del fashion Gabriella Chiarappa: "Ho studiato appositamente il ‘Sweet Shopping’ non solo per raccontare la moda e le sue suggestioni, ma anche per poter offrire l'opportunità ai brand d'eccellenza non conosciuti di promuoversi e, per gli aspiranti acquirenti, di acquistare a condizioni di special price con un eccellente rapporto qualità prezzo".

Sweet_Christmas_Shopping2.jpg

Un duplice lodevole intento, quindi: dare la possibilità agli stilisti emergenti di farsi conoscere e apprezzare e, al pubblico, di poter acquistare qualcosa di alta classe a prezzi non proibitivi. In effetti, possiamo dire, per esserne stati testimoni, che l'evento ha raggiunto entrambi gli scopi. A cominciare dalla felice scelta di avere come conduttrice Angela Achilli, un concentrato di  ‘verve’ e classe che ben si addice a eventi di questo genere, brava nel calcolare i tempi degli interventi, impeccabile nella presentazione, mai enfatica e sempre brillante. Ma veniamo agli stilisti: Mauro Gala Couture, che ha incantato con la sua collezione ispirata in modo originale a ‘La dolce vita’; le protagoniste dell'inverno, ovvero le pellicce di Stefano Roncaccia, per una donna unica e sofisticata; poi è stato il momento di Clybo Bags, visibilmente attratto da influenze mediterranee; Gioiellando ‘Vesti l'arte’, con le riproduzioni di quadri d'autore su tessuti di prestigio (sorprendenti) e quella che ci ha stupito di più, ovvero Zina Couture, per i suoi abiti di alta classe in cui si fondono culture diverse: dalla matrice arabo-mediterranea (Zina è tunisina, ndr) a reminiscenze dal sapore antico. sapientemente rivolte al gusto moderno. La sua collezione, insomma, ha suscitato immagini a iosa, da poter rendere su uno schermo adattandole a scenari totalmente diversi l'uno dall'altro. Di alto profilo anche gli ornamenti preziosi di ‘Roma Gioielli’, per la loro particolarità di adattarsi praticamente a ogni capo, costituendone il perfetto completamento. Gabriella Chiarappa, reduce dall'International Fashion Week di Dubai, ci ha inoltre già anticipato che a questo evento ne seguiranno altri di prestigio, con le stesse particolari condizioni d'acquisto: "Un modo efficace per risvegliare e portare sviluppo all'economia del nostro Paese". Sweet_Christmas_Shopping3.jpg

Tra i presenti, ricordiamo vari nomi noti della capitale: il capostruttura Rai, Antonio Azzalini; l'opinionista di ‘Forum’, Turchese Baracchi; il principe Manfredi Mattei Filo della Torre; il principe Guglielmo Giovannelli; l'imprenditore Giuseppe Pastore; Andrea Lamia, agente cinema; Emanuela Corsello (Your Way Agency); Rosalba Lupo; Federico Mazzoli; Patrizia Bartoloni; Maria Teresa Stabile; Carla Montani; Antonella Salvucci; Silvana Augero; Giulietta Facco de Lagarda; Diana Licheri; Carla Ficoroni; Elvira D'ippoliti; Deborah Bottega; Daniele Pacchiarotti, il ‘ritrattista’ delle dive. Una citazione d'obbligo anche per il look maker Mauri Menga (bravissimo) e le due ‘Accademie’ che hanno collaborato, ovvero la ‘G&C Academy’ e la ‘Fashion Look Academy’. Infine, ricordiamo le riprese dell'evento, curate da Antonello Ariele Martone. Il nostro augurio più sincero per l’anno nuovo non può che esser quello di rivedere presto un altro evento del genere. Soprattutto, curato nello stesso modo.


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale