Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
2 Ottobre 2020

Berlin-Rom Express 2019

di Domenico Briguglio
Condividi
Berlin-Rom Express 2019

Si è tenuta a Villa Massimo, sede dell’Accademia Tedesca di Roma, la II edizione del grande concerto di musica elettronica, divenuto appuntamento fisso di appassionati e cultori di un genere musicale d’avanguardia nell’imporre sonorità sempre più solenni e moderne

Venerdì 13 settembre si è tenuta, nella storica sede di Villa Massimo, la seconda edizione del ‘Berlin-Rom Express’, concerto di musica elettronica curato, quest'anno, da André Jurgens, manager del Berghain Berlin e da Carsten Nicolai, alias Alva Noto. L'artista invitata dai curatori a esibirsi in questa seconda edizione con una live performance è stata la spagnola Jasss, che ha preceduto i dj set di Florian Kupfer e lo stesso Alva Noto, il tutto illustrato dai visuals di adhoc. "Che la prima manifestazione di Villa Massimo nata sotto la mia direzione venga curata da Carsten Nicolai, lo ritengo un inizio molto promettente per varie ragioni", ha affermato la nuova direttrice, Julia Draganovic. "Carsten Nicolai è stato come artista visivo borsista di Villa Massimo nel 2007, si è fatto conoscere in tutto il mondo con la sua musica elettronica e ora, insieme al manager del Berghain Berlin, André Jurgens, invita un'artista spagnola che vive a Berlino come protagonista di questo Berlin-Rom Express. Tutti gli aspetti che mi interessano”, ha aggiunto, “sono qui presenti nella loro essenza: l'attività interdisciplinare in foJASSS_credit_Mai_Nestor.jpgrme innovative di espressione artistica, la collaborazione di istituzioni molto diverse come Berghain e Villa Massimo e un concetto di cultura non legato a costruzioni nazionali". Il nome ‘Berlin-Rom Express’ è un mix tra un vecchio album del notissimo gruppo di musica elettronica dei Kraftwerk, l'indimenticabile ‘Trans Europe Express’, che si riferiva alla rete ferroviaria di treni internazionali e la città di Berlino, nella quale risiede un certo numero di importanti musicisti del genere elettronico. Non deve sorprendere, quindi, la scelta d'invitare Jasss, pseudonimo di Silvia Jiménez Álvarez, esponente di spicco di una generazione di artisti di genere che vivono e lavorano a Berlino e, attualmente, residente a Villa Massimo per sette settimane come borsista delle arti pratiche. La sua musica si è snodata lungo sentieri non segnalati, con percussioni che ‘rotolano’, ora introducendo, ora allontanandosi da melodie poco accentuate e sostituite, nella parte più significativa, da pura armonia evocativa di immagini esotiche, jungle impenetrabili piuttosto che montagne inaccessibili, suggestioni sorrette da voci e grida utilizzati come complemento ai limiti dell'udibile. Ed ecco, subito dopo, il dj set di Florian Kupfer (notissimo per il suo Ep ‘Lies 014.5’): solido, ‘denso’, articolato, con variazioni che si fanno attendere suscitando tensione spasmodica. Infine lui, il maestro, l'Alva Noto che non delude mai, ‘torta’ e, insieme, ‘ciliegina’ (sulla torta). Evidente nella sua musica un'inesauribile ricerca, che all'inizio confonde, poi attira e, infine, affascina. Tra intersezioni appena accennate o velate verso altri generi affini, impossibile restare inerti o impassibili al cospetto della performance di Noto: il corpo assorbe come una spugna le sue note, si muove lento e all'unisono, trascinato verso esiti difficili anche solo da immaginare. Una menzione va fatta anche per i visuals di adhoc: ipnotiche direttrici che si accavallano, che si dipanano in fili che, al contrario di quello d'Arianna, ti portano dentro un labirinto fatto di sfondi disarmonici e sfrangiati, prodomi di geometrie euclidee in evoluzione verso forme di pura energia. Da sottolineare il rafforzamento della collaborazione tra l'Accademia Tedesca di Roma e la fondazione ‘Romaeuropa’, saldata proprio dalla presenza di Jasss, che parteciperà alla seconda edizione di ‘Digitalive’, sezione del ‘Romaeuropa Festival’ di ottobre. Non ci resta che dare appuntamento ai lettori al prossimo anno, per la terza edizione.

AlvaNoto_Foto_Alberto_Novelli.jpg

QUI SOPRA: ALVA NOTO IN UNA FOTO DI ALBERTO NOVELLI

AL CENTRO: JASSS, IN UNO SCATTO DI MAI NESTOR

IN ALTO A DESTRA: UN MOMENTO DEL CONCERTO DI VILLA MASSIMO


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale