Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
15 Dicembre 2018

Davide De Marinis: "Amo far cantare le persone"

di Dario Cecconi
Condividi
Davide De Marinis: "Amo far cantare le persone"

Dopo aver divertito, emozionato e conquistato il pubblico con pezzi storici come ‘Troppo bella’ e ‘Chiedi quello che vuoi’, arriva ‘Apro e chiudo’, brano ‘pop’ che si prepara a ‘scaldare’ la prossima estate

Con un ritmo orecchiabile e armonioso, Davide De Marinis ci racconta del cambiamento continuo che avviene nelle nostre vite, attraverso la narrazione musicale di un tradimento. ‘Apro e chiudo’ non vuol essere una canzone che parla di un’avventura estiva, ma un brano che mette in risalto i molteplici cambiamenti della vita, da intendersi come ‘porte’ che si aprono e si chiudono di continuo nella nostra esistenza, contemplando anche il tradimento. Fermo restando che tradire rimane un’atto sleale, talvolta può rivelarsi un’esperienza da cui ripartire, per dar vita a nuovi stati emozionali e voce a quelle paure e a quegli impulsi che albergano in tutti noi. Davide De Marinis ama la musica da sempre. La 'scintilla' scoccò quando, da bambino, passeggiando per strada con i suoi genitori, si bloccò davanti a una vetrina in cui era esposta una chitarra. Rimase immobile così a lungo che il padre non potè fare a meno di regalargliela. Ma andiamo a scoprire qualcosa in più su questo talentuoso artista, che in questo periodo è soddisfatto e orgoglioso del suo ultimo lavoro musicale e, soprattutto, del video che sta riscuotendo grande successo sul web.  

Davide De Marinis, come e quando nasce l’idea di questo nuovo singolo?
“La canzone, autobiografica, è nata in poco tempo. E’ stata scritta di getto e risale a sette anni fa. Recentemente, insieme a Davide Fresu, il mio produttore, al quale sono legato da una grande intesa professionale e amicizia, ho deciso di rispolverarla”.

Nelle tue canzoni c’è sempre qualcosa di autobiografico?
“Sì, le mie canzoni raccontano sempre di me. E nei miei testi c’è sempre qualcosa di autobiografico. Diciamo che gli stimoli arrivano dalle mie esperienze personali, anche se, a volte, posso prendere spunto da vicende che mi vengono raccontate dagli amici e, che, emotivamente, mi coinvolgono in modo particolare”.
Davide_De_Marinis.jpg
Si dice che questo sarà il tormentone dell’estate, ma quali caratteristiche deve avere un ‘tormentone’?
“Generalmente, un ‘tormentone’ è una canzone che piace, orecchiabile, amata e cantata da tutti: un brano che rimane in testa. Credo e spero che queste caratteristiche in ‘Apro e chiudo’ ci siano tutte”.

Come ti definiresti, artisticamente?
“Mi definirei un cantautore ‘pop’, che ama far cantare le persone”.

‘Troppo bella’ è stato il tuo primo successo e risale al 1999: come è cambiato il tuo stile musicale da allora?
“Sono cresciuto, sia anagraficamente, sia artisticamente. Sicuramente, c’è stata un’evoluzione, ma qualcosa è rimasto, perché ci sono sempre eventi, situazioni e stati interiori che ti appartengono e che continui a portare con te. Il fatto che abbia rispolverato una canzone di sette anni fa è la dimostrazione che qualcosa del passato, inevitabilmente, rimane”.

I tuoi progetti per il futuro? Che cosa hai in cantiere?
“La speranza più grande è che, dopo questa bella partenza di ‘Apro e chiudo’, si possa arrivare a una vera e propria uscita del disco. Per il resto, la mia estate sarà ricca di musica, di tante serate in cui porterò sul palco le mie canzoni e non solo...”.

Ti piacerebbe cimentarti anche in qualcosa di diverso, a parte la musica?
“Sì: mi piacerebbe fare un’esperienza televisiva come co-conduttore, o avere la possibilità di curare una mia rubrica”.

Davide De Marinis, cantautore
Il suo più grande successo è ‘Troppo bella’, tormentone estivo del 1999 scritto insieme al suo produttore, Davide Bosio. L'anno seguente, l’artista partecipa al ‘Festival di Sanremo’ con ‘Chiedi quello che vuoi’, brano prodotto da Bosio, con cui si classifica al quinto posto nella sezione ‘Nuove proposte’ e, successivamente, al ‘Festivalbar’ con la canzone ‘Gino!’ Nell'estate 2001 esce il secondo album, dal titolo ‘Passo dopo passo’, seguito da un lungo tour estivo, in cui viene proposto anche il singolo ‘La pancia’, che lo fa partecipare per la terza volta al ‘Festivalbar’. Nel 2008 è autore della canzone sanremese di Toto Cutugno: ‘Un falco chiuso in gabbia’. Nel 2009 esce il singolo ‘Cosa cambia’, prodotto da Bosio e Alex Farolfi. Nel 2011 è la volta di ‘Morandi Morandi’, nel cui video clip, diretto da Fabio Bastianello, sono protagonisti personaggi delle trasmissioni ‘Chiambretti night’ e ‘Uomini e donne’, oltre a Roberto Ferrari, speaker dell'emittente radiofonica Radio Deejay. Nel maggio dello stesso anno esce il singolo ‘Pacifica invasione’ e, nel dicembre 2012, ‘Buo, buo, buon Natale’. A inizio dicembre 2014 è la volta della hit radiofonica ‘Qualcosa di più’, il cui videoclip vede come protagonisti Chicca Rocco e Giovanni Masiero, due concorrenti del ‘Grande Fratello’. Nel maggio 2017, l’artista pubblica il nuovo singolo ‘Stringimi più forte’, il cui video ufficiale è stato girato sul lungomare di Alassio.

Davide_De_Marinis_2.jpg

NELLA FOTO: DAVIDE DE MARINIS

Salva


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale