Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
25 Settembre 2020

Gli anni Ottanta rivivono con i MONTECARLO FIRE

di Andrea Marcora
Condividi
Gli anni Ottanta rivivono con i MONTECARLO FIRE

Eco dei primi Litfiba, sonorità anni Ottanta e un approccio alla musica che purtroppo si è perso nella maggior parte dei gruppi della nuova scena italiana: questi sono i Montecarlo Fire, gruppo intercettato grazie al buono, per non dire ottimo, orecchio di Giovanni La Gorga e Giancarlo Jr. Bornigia, e in uscita il 29 giugno con il primo album “Come il giorno e la notte (RBL MUSIC ITALIA).
Capitanati dal madrelingua inglese Albert Laspina, i Montecarlo Fire attivi già da 10 anni sulla scena, sono riusciti a proporre un album che è innanzitutto un viaggio attraverso una generazione che si riconosce in temi e sonorità ben precise.“Le nostre canzoni sono da sempre caratterizzate dal perenne conflitto di genere tra uomo e donna” – spiega il cantante – “delle relazioni tra due persone. Parlano di amori perduti, o meglio di situazioni difficili in cui la sofferenza crea una situazione cupa e malinconica, ma che allo stesso tempo insegna a crescere e a cercare ogni volta il meglio in se stessi. C'è sicuramente un’esasperazione della sofferenza in chiave adolescenziale, tuttavia è voluta proprio perché è in quel periodo della vita che si affrontano le prime difficoltà, dove tutto a un tratto diventa più veloce e dinamico e si iniziano a perdere le certezze che una volta si davano per scontate. È un po' come la perdita dell'innocenza”.
Ecco dunque nelle tracce apparire sonorità che rievocano atmosfere decisamente New Wave, amalgamate in maniera tanto coerente e personale da dare vita a un album assolutamente originale.

Intelligente e azzeccata anche la scelta di muoversi tra italiano e inglese, lingua proposta, cosa assai rara nella scena attuale, non come vezzo formale ma come vera e propria necessità espressiva, in grado di dare ancora più spessore a brani come Living Lies e Taste of Hate.

Unica pecca: dopo tanti anni di live e concerti - anche in apertura di grandi artisti tra i quali The Jam e Wombats, come si legge sul comunicato stampa - perché non uscire prima con un progetto discografico?
Album consigliato agli amanti del rock puro e delle sonorità anni Ottanta.

 

MONTECARLO FIRE - LEI - OFFICIAL AUDIO


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale