Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
1 Ottobre 2020

Loredana Errore: "Sono rinata nella 'Luce infinita' di Dio"

di Silvia Mattina
Condividi
Loredana Errore: "Sono rinata nella 'Luce infinita' di Dio"

E’ da poco uscito il nuovo album della cantante italiana caratterizzato da sonorità estremamente variegate, che esprimono le luci e le ombre di una vita tra il palco della trasmissione ‘Amici’ e la realtà di un terribile incidente stradale, avvenuto solamente tre anni fa

Biagio Antonacci rimase subito colpito da questa giovane e grintosa cantante, quando si fece conoscere al pubblico nella nota trasmissione di Maria De Filippi e decise di scriverle una canzone dal titolo: ‘Ragazze occhi cielo’. Oggi, quella canzone ha un sapore diverso, quasi a richiamare una spiritualità che appartiene sempre di più alla Loredana che non ha voluto rinunciare alla vita e alla musica e ha trovato forza e speranza in una luce dai colori divini, perché "la fiducia in Dio è stato l'apporto fondamentale della mia vita e lo sarà per sempre". Il riferimento all'amore di Dio è, per lei, una dichiarazione di responsabilità nei confronti della vita e, nel suo nuovo album, non mancano i riferimenti che la cantante trova più vicini al dialogo con il creatore: dal bellissimo inedito di Franco Califano, 'Convincimi', alle cover di 'Dio come ti amo' di Domenico Modugno - la canzone con la quale si fece conoscere al pubblico quando entrò a far parte del talent - e 'Per amarti' di Mia Martini. Con quest'ultima meravigliosa cantante, Loredana Errore sente un legame musicale molto speciale, un modello non da imitare ma da cui partire, per indagare le diverse sfumature vocali che le appartengono. Un lavoro, insomma, di rinascita professionale e umana, che è anche figlio di una prima collaborazione tra Loredana Errore e l'etichetta discografica indipendente ‘L'isola degli artisti’ di Carlo Avarello, che porta le firme di uno ‘stuolo’ di autori del calibro di Amara, Salvatore Mineo, Pacifico, Emiliano Cecere, Marco Ciappelli e Diego Calvetti. Nelle nuove tracce, Loredana si è ritrovata senza negare l'identità passata, né cancellare la tragica esperienza vissuta. La ‘doppia faccia’, metà truccata e mezza al naturale, della copertina è emblematica: l'atto finale della conquista della vita, un passaggio di testimone tra la ragazza di ieri e quella di oggi verso nuovi traguardi, per andare avanti insieme in questi 'Nuovi giorni da vivere'.

Loredana Errore, cominciamo dalla scelta del titolo del tuo terzo album, 'Luce infinita': è forse rappresentativa del tuo ritorno nel mondo musicale, oppure un segnale di forza e speranza dopo un momento difficile?
“La cosa più bella è stata che questo titolo si è venuto a comporre e a manifestarsi mano a mano. Sicuramente, io parlo di spiritualità, ma  si tratta una spiritualità applicata alla realtà, nel senso che alla fine, dopo l'incidente automobilistico, ho sempre creduto e non ho mai perso la speranza che ce l'avrei fatta. Un impegno non solo mentale, ma anche di concentrazione, in cui ho preso atto che la forza della fede mi ha dato un apporto diverso, come sempre. Questo titolo proveniva, all’inizio, da una mia idea di 'lucente', ma vista la presenza nell'album del brano 'Luce infinita' abbiamo scelto questo titolo proprio per richiamare un concetto di luce che abbiamo voluto esprimere”.

Quanto è difficile per un'artista riprendere da dove si è lasciato?
”E’ stato più d'impatto l'aspetto umano: prima cammini; in seguito puoi muovere solo il collo; infine, tutto il resto. Tutto quello che è successo è stato un vero miracolo di cui, alla fine, sono molto contenta, perché, ribadisco, ha confermato la mia speranza e fiducia in Dio. Questo è stato l'apporto fondamentale della mia vita e lo rimarrà per sempre”.

‘Nuovi giorni da vivere’ dà l'idea di uno sguardo pieno di speranza al futuro: come è nato questo brano?
“L'album doveva uscire con un singolo ed è emersa questa traccia, perché il lavoro era veramente tutto un ‘composit’ in continua elaborazione e ‘Nuovi giorni da vivere’ incorporava quella che poteva essere la mia storia. Insieme alla produzione di Carlo Avarello e all'Isola degli artisti abbiamo perciò deciso di mettere in scena questo ritorno e spiegare un po' quello che mi era successo. Per la copertina devo ringraziare Alessandro Rabboni e per il make up Alexandra, che partendo da una mia idea di trucco ha sviluppato il concetto di ‘nero’ e ‘bianco’, riferendosi alla giacca che io già avevo indosso. Questa 'luce infinita', sicuramente si è contraddistinta tra il buio e la luce stessa. E tutte e due sono diventate elementi complementari: non si può apprezzare la luce senza il buio. E il buio non può avere vita senza la luce. Le due cose  camminano di pari passo e l'essere umano è incaricato di gestire queste due forze…”.

Nel tuo video ci è sembrato di intravedere qualche traccia della tua ‘disavventura’: è così?
“Nel video, la cui regia è firmata da Stefano Bertelli, abbiamo deciso di mettere Loredana su una sedia per ricordare quanto mi è successo, ma ancor più significativo è stato raccontarlo oggi, pensandolo non come una vittoria, bensì un ‘percorso’ durante il qual sono riuscita a rialzarmi. Il video finisce con Loredana che incontra la nuova se stessa e c'è questo scambio di sguardi in cui l'una vuol dare forza all'altra, ma allo stesso tempo chiede ‘scusa’ alla Loredana di ieri, con la promessa che saranno nuovi giorni da vivere di luce infinita”.
 

Sono molti gli autori che hanno partecipato a questo progetto discografico: Amara, Diego Calvetti, Marco Ciappelli, Emiliano Cecere e il cantate Pacifico. Com'è stato raccontare a loro la tua esperienza?
“Io non ho partecipato a nessuna scrittura di questi testi, anche se può sembrare che siano stati fatti ‘su misura’ per me. I testi nascono da storie puramente autobiografiche o, comunque sia, accadute in tempi non sospetti, per poi incontrarsi in questo mio nuovo tragitto. Un composit veramente divino, dal titolo ai pezzi, dalla copertina al video. Credo sia un lavoro coerente, adatto a rappresentare che, adesso, posso andare avanti in questi nuovi giorni”.

Una vera ‘perla’ è l'inedito di Franco Califano dal titolo ‘Convincimi’, che tu canti con una forza ‘graffiante’ e potente allo stesso tempo: hai avuto modo di conoscere il maestro non solo attraverso le sue canzoni?
“No. Però, l'ho sempre apprezzato, anche perché è stato sempre vicino a Mia Martini. Sin da subito ho intuito che potesse essere un brano dedicato a Dio e mi è ‘arrivata’ questa emozione. Quando l'11 settembre andai allo ‘Showcase Mondadori’ di Milano, lì appresi che Califano era una persona, a suo modo, molto religiosa e che, quindi, la mia intuizione corrispondeva: era stato magnifico nel descrivere questo suo dialogo con Dio”.

All'interno del disco due cover: ‘Dio come ti amo’ di Domenico Modugno  e  ‘Per amarti’ di  Mia Martini, interpretata magistralmente. Perché hai scelto questi due 'mostri sacri' della musica italiana?
“La canzone ‘Dio come ti amo’ è stato il brano della mia ‘nascita’ e rinascita all'interno della trasmissione 'Amici'. Quindi, ci sembrava giusto riproporla. Per quanto riguarda ‘Per amarti’ di Mia Martini c'è un aneddoto da raccontare: io, infatti, l’ho cantata l'anno scorso a ‘Buon compleanno Mimì’ poiché suggeritami e assegnatami dal presidente Vincenzo Adriani. Grazie a questa ‘cover’ si concretizzò l'incontro tra me e Carlo Avarello: è stato quel brano a farci decidere di collaborare. E ci è sembrato giusto inserirlo in quanto ‘pezzo’ importante”.

Rispetto ai lavori precedenti si può definire l'album dal sapore più rhythm & blues?
“Diciamo che è un album che si può definire ‘eclettico’, ricco di influenze elettroniche pur conservando la parte autoriale, che mi ha permesso di imprimere le mie emozioni e la mia interpretazione”.

Quali sono gli impegni che ti vedranno protagonista con quest'album in giro per l'Italia?
“Non vedo l'ora di cominciare. Le date del ‘tour’ saranno presto sui miei social, ma i miei prossimi appuntamenti sono: il 30 settembre a ‘Buon compleanno Mimì’ a Milano, al Teatro Nuovo; sabato 1° ottobre a ‘Mezzogiorno in famiglia’, su Raiuno”.

Loredana_a_piazza_Duomo.jpg

Nella foto: Loredana Errore in piazza del Duomo a Milano


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale