Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
25 Settembre 2020

One day music festival: Catania capitale della musica per 24 ore

di Silvia Mattina - smattina@periodicoitalianomagazine.it
Condividi
One day music festival: Catania capitale della musica per 24 ore

In occasione del primo maggio, la decima rassegna musicale catanese punta sulla versatilità della musica elettronica, le note dell'italiano Sam Paganini e quelle della techno mondiale dei dj tedeschi, Boys Noize e Stephan Bodzin

Tra le culture e le tradizioni italiane, la Sicilia è un’isola ancora molto legata alla memoria storica e artistica quale prodotto di diverse dominazioni maturate nel corso dei secoli. Guardando a questa ricchezza culturale, non stupisce assistere, ancora dopo dieci anni, a una proposta musicale così eterogenea, che rende la città di Catania un punto di riferimento per tutta l'Italia meridionale. Dal rap al rock, questo melting pot in musica è la vera forza di un festival che è ormai considerato un appuntamento imperdibile, per chi è appassionato di sonorità differenti, italiane e internazionali. Fra le tantissime band e artisti locali, grandi nomi della scena internazionale: l'olandese Joris Voorn; lo storico cantante reggae Bounty Killer, per la prima volta in Sicilia; il francese Panda Dub, con il suo raggae dalle incursioni etniche e influenze dalla musica elettronica. A infoltire le fila della rap4_credits_Carmelo_Tempio.jpgpresentanza locale, vi sono anche quest'anno alcuni noti musicisti siciliani di tutto rispetto: dal punto di riferimento della scena ‘freestyle’ italiana, il catanese L'Elfo, passando per lo storico producer anni '80 Musumeci, fino ad arrivare al collettivo dei veterani della scena reggae/hip hop dell’isola: gli Shakalab.
'One day music festival' è l'intensa maratona di una giornata di pura musica, senza interruzioni, in cui è possibile non solo immergersi in una dimensione sonora coinvolgente, ma vivere un'esperienza unica sulle bellissime spiagge del litorale catanese. Vista l'affluenza raggiunta in questi anni - circa 22 mila presenze nell’edizione del 2017 - gli organizzatori hanno deciso di spostare la location dell'evento a Playa del Lido Azzurro, che con una struttura polifunzionale e gli oltre 70 mila metri quadrati, garantisce sicurezza e accessibilità in linea con altri festival e in rispetto del territorio e della comunità locale. L'aggiunta di un terzo palco e la conferma di quattro aree di ristoro producono, ogni anno, un indotto economico considerevole, coinvolgendo una cifra sempre più crescente di lavoratori e lavoratrici tra baristi, tecnici, addetti alla sicurezza e svariate altre mansioni di accoglienza, che non hanno nulla da invidiare alle rassegne più ‘cool’ della scena internazionale.
7_credits_Carmelo_Tempio.jpg

LE IMMAGINI UTILIZZATE NEL PRESENTE SERVIZIO SONO DEL FOTOGRAFO CARMELO TEMPIO


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale