Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
25 Settembre 2020

Queen Rock Montreal: l'emozione rivive in ultra HD

di Giorgio Morino
Condividi
Queen Rock Montreal: l'emozione rivive in ultra HD

Il 16, 17 e 18 marzo nelle sale del circuito The Space è stato proiettato lo storico concerto canadese dei Queen del novembre 1981. Un tripudio di musica, luci ed emozioni che a 34 anni di distanza viene riproposto nella bellezza dell’alta definizione. Una proiezione molto interessante ma un po' costosa.

Si può cercare qualcosa di più del solito film al cinema. Da qualche anno il circuito The Space offre ai propri spettatori delle diverse alternative nello sfruttamento delle proprie sale: è possibile affittare un intera sala per giocare al proprio video game preferito (si, si è arrivati anche a questo); si possono seguire i grandi eventi sportivi sul maxi schermo; si possono anche seguire opere in diretta dai più famosi teatri del mondo e concerti degli artisti più amati del momento. Questo speciale programma di proiezioni si chiama Extra e nel mese di marzo la scelta dell’evento è stata interessante: in tre date (16, 17 e 18 di marzo) le sale The Space hanno ospitato per la prima volta Queen Rock Montreal, la registrazione live rimasterizzata in ultra HD dello straordinario concerto tenutosi nella città canadese il 24 novembre del 1981. Un concerto straordinario, da molti ritenuto la ‘prova generale’ del leggendario evento a  Wembley nel 1986 e che ancor oggi stupisce per l’energia che riesce a trasmettere e la straordinaria interpretazione della band britannica.
Un concerto è un momento unico per i fan di qualunque genere musicale: le emozioni che la musica dal vivo e la performance del proprio artista preferito sono in grado di regalare sono difficilmente spiegabili e, solitamente, riescono a solidificarsi in profondità nella memoria. I  Queen sono stati un gruppo che più di altri è riuscito, nel corso di una carriera ventennale, a regalare ai propri fans delle performance live indimenticabili. Freddie Mercury, Brian May, John Deacon e Roger Taylor erano in grado di stabilire un rapporto unico con il pubblico: un mix di complicità e di incanto tra la musica coinvolgente e il carisma inarrivabile del compianto Mercury. Un concerto dei Queen non era solo musica, ma una vera rappresentazione, un modo di intrattenere di cui oggi si sente incredibilmente la mancanza. Vedere il cantante interagire con il pubblico senza stare mai fermo, incantando tutti con la propria voce prorompente, assume quasi il carattere di un rito collettivo, dell’evento irrinunciabile. Chiunque abbia vissuto quell’evento porta sicuramente nel cuore un ricordo indimenticabile, che oggi ci viene riproposto per goderne anche noi nel miglior modo possibile. La bellezza delle immagini unita alla potenza dell’audio in Ultra HD rendono giustizia alla performance degli artisti e alla bellezza delle musica, dando l’illusione di essere lì in mezzo alla folla ai piedi di Freddie Mercury urlando a squarciagola “Somebody to Love” o “We Wiil Rock You”.  E a dire il vero qualcuno in sala è stato sorpreso a cantare e muoversi a ritmo di musica. Esperimento riuscito, quindi.
L’iniziativa The Space con questa serie speciale di programmazioni è lodevole sotto tutti i punti di vista, allargando il concetto stesso di sala cinematografica a esperienze varie e sempre diverse, in un periodo in cui l’afflusso nelle sale è in continuo calo a causa dello streaming online e della pirateria.
Qui però è necessario puntualizzare che questa bellissima esperienza non è certamente economica: il biglietto è infatti di €13, due in più di una proiezione in 3D e ben cinque in più rispetto a una normale. Che il mito dei Queen sia intramontabile lo si evince dalle numerose cover che sono state riproposte dalle generazioni dell'ultimo trentennio. Questo però non giustifica quel piccolo rincaro che, a nostro dire, un po' 'storpia'. Una riduzione del prezzo, che potrebbe essere quello delle visioni in 3D e magari qualche giorno in più di programmazione aiuterebbero molto a rendere questa iniziativa un’ottima strategia per diversificare l'offerta delle grandi sale cinematografiche HD e attrarre nuovi spettatori.


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale