Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
19 Giugno 2024

Tekla: "I social confondono l'arte con l'intrattenimento"

di Chiara Genovese
Condividi
Tekla: "I social confondono l'arte con l'intrattenimento"

Nuovo singolo per l’artista bolognese, che ha provocatoriamente annunciato di voler aprire un profilo su ‘Onlyfans’, per suscitare una riflessione sulle nostre dissociazioni e superficialità, vero tema di fondo della sua ultima creazione

Tekla (vero nome: Francesca, ndr) è una ragazza dall’intelligenza spiccata, che dal 23 febbraio scorso è in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming digitale con il suo nuovo singolo, intitolato 'Male' (LaPOP). L’artista bolognese ha anche annunciato di voler aprire un profilo su 'OnlyFans', per sviscerare il concetto di fondo del brano stesso: la tossicità di certe relazioni, in cui si resta imprigionati in rapporti dove, più che un 'gioco d’amore', si vive un 'gioco di potere'. Il messaggio invita a osservare come, prim’ancora di vedere il 'male' nell’altro, ci si dovrebbe interrogare sul motivo che sta dietro a certi comportamenti. Alla base di un atteggiamento dato o ricevuto, infatti, c’è sempre una volontà, ma soprattutto un messaggio per noi, non contro di noi. La domanda, spesso, è quella di un grande fraintendimento: “Credevo fossi qualcuno, invece sei qualcun altro”. Per poi concludere con lucidità: “Pensavi fossi qualcosa, invece sono qualcos'altro”. Insomma, 'Male' è un boomerang: tutto ciò che si lancia, ritorna sempre. Liberarsi dai circoli viziosi è complesso, ma è la soluzione che ci permette una maggiore razionalità. Con questa canzone, la cantautrice vuole sottolineare quanto dipenda soprattutto da noi la condizione in cui ci ritroviamo. La tematica del fraintendimento ha ispirato l’idea di una promozione anche attraverso i social, con l’utilizzo della piattaforma 'OnlyFans' (un'ipotesi ancora non attuata, inutile che l'andate a cercare, ndr): uno spazio molto criticato, spesso utilizzato per la diffusione di contenuti espliciti. La cosa, ovviamente, ci ha incuriosito e abbiamo voluto sentire direttamente l’artista in questione:
‪ ‬
Tekla, è uscito il tuo ultimo singolo, intitolato: ‬‫'‬‪Male‬‫’‬': ci racconti come nascono le tue canzoni?‬
“Le canzoni nascono tutte in modo unico e, spesso e volentieri, sempre diverso. Nel caso di ‘Male’ è nata nel 2018, dopo essere uscita da una situazione un po‬‫’ ‬‪complessa e aver riflettuto su ciò che mi aveva lasciato”.‬

La tua biografia dice che sei appassionata di musica e poesia fin da bambina: ricordi ancora l'ultima volta che hai scritto?‬
“L‬‫’‬‪ultima volta che ho scritto è stato in veste di autrice ed è stato nel mese di ottobre”.‬

Hai scelto di promuovere il tuo pezzo attraverso ‬‫‘‬‪OnlyFans‬‫’‬‪, una piattaforma nota per tutt'altro genere di contenuti: perché questa scelta?
“La decisione di promuovere il singolo su 'Onlyfan' è stata una scelta provocatoria, riflettuta, in quanto estremamente legata al significato della canzone e alla copertina stessa: mettere come focus quanto siamo in grado di trarre conclusioni, senza accertarsi realmente di ciò che vediamo o sentiamo”.‬
 
Quanto è importante, oggi, il ruolo dei social per farsi conoscere nel mondo della musica?‬
“I social, ad oggi, sono essenziali. Il che è comprensibile: permette un sacco di connessioni molto rapide ed estremamente comode per la diffusione di materiale musicale o creativo. L‬‫’‬‪unica pecca è che risulta molto semplice confondere l‬‫’‬‪intrattenimento con l‬‫’‬‪arte”.‬

A quali artTekla_3.jpgisti ti ispiri? Hai un artista del cuore?‬
“Molte, molteplici purtroppo: una domanda che ogni volta mi comporta un sacco di sensi di colpa. Vado a periodi: Amy Winehouse ha sicuramente influito sul mio percorso musicale, ma non quanto la radice stilistica, a livello di scrittura, che deriva invece da un mondo maggiormente cantautorale e hip-hop. Dargen D‬‫’‬‪amico, sin da quando sono bambina, è sempre stato un riferimento per la scrittura. Ma anche i 99 Posse hanno condito la mia adolescenza, piena di significati e di messaggi”.‬

Dell'ultimo Sanremo cosa ne pensi? Sei d'accordo con la classifica finale? ‬
“Sanremo mi è piaciuto: credo che Angelina Mango sia un vero talento, estremamente autentica e matura per l‬‫’‬‪età che ha. Avrei preferito vedere su vette più alte Rose Villain, che secondo me ha decisamente osato e Ghali, che un secondo posto credo lo dovesse meritare”.‬

'Male' ‬‫’ ‬‪parla della fine di una relazione tossica: cosa vorresti dire a chi si ritrova invischiato/a in un rapporto del genere e non riesce ad uscirne?‬
“I rapporti come 'Male' accadono quotidianamente, soprattutto con le nuove generazioni, che confondono l‬‫’‬‪ossessione con l‬‫’‬‪amore. Questo perché, probabilmente, riempie dei vuoti lasciati da altre persone, che non hanno niente a che vedere con gli effetti casuali che la vita ci pone davanti in un secondo momento. Il messaggio è chiaro: può sembrare divertente, ma se ti fa male non sarà mai qualcosa destinato a rimanere nella tua vita. Spero che ‘Male’ possa far affrontare anche situazioni molto tese con un po‬‫’ ‬‪più di tenacia e leggerezza”.‬

Tekla.jpg


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale