Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
24 Gennaio 2022

Trump attacca 4 deputate 'dem' con esternazioni razziste e suprematiste

di Stefania Catallo
Condividi
Trump attacca 4 deputate 'dem' con esternazioni razziste e suprematiste

Il presidente americano lancia un tweet decisamente ‘infelice’, innescando una reazione immediata da parte sia delle deputate, sia di altre figure politiche femminili di livello internazionale: l’ex premier britannico Theresa May, per esempio, attraverso il suo portavoce ha dichiarato di considerare le esternazioni provenienti dalla Casa Bianca “completamente inaccettabili”

“Se gli Stati Uniti non vi piacciono, potete tornarvene a casa vostra”. Questo il senso di quanto dichiarato dal presidente americano, Donald Trump, rivolgendosi alle deputate democratiche Alexandria Ocasio-Cortez, di origini portoricane; Ayanna Presskey, afroamericana; Ilhan Omar, nata in Somalia ed emigrata in MinnesotaRashida Tlaib, figlia di immigrati palestinesi. “E’ così interessante vedere deputate democratiche progressiste”, ha digitato su Twitter il presidente Usa, “che sono originariamente venute da Paesi i cui governi sono una completa e totale catastrofe, i peggiori, i più corrotti e iLancio_Trump_su_Twitter.jpgnetti al mondo – quando non hanno proprio un governo - dire ora a voce alta al popolo degli Stati Uniti, la nazione più grande e più potente sulla terra, come deve essere gestito il nostro governo”. La dichiarazione si conclude con la speranza che le quattro deputate tornino nei loro Paesi, “per aiutare a sistemare i posti totalmente guasti e infestati dal crimine da cui provengono”.
Le parole di Trump hanno, ovviamente, innescato una reazione immediata e decisa da parte sia delle deputate, sia di altre figure politiche femminili di livello internazionale. Theresa May, premier britannico uscente, ha dichiarato, attraverso il suo portavoce, che le esternazioni del presidente statunitense sono da considerarsi “completamente inaccettabili”.
La risposta delle deputate ‘dem’, ovviamente non si è fatta attendere: presentandosi in conferenza stampa, le ragazze hanno ribadito la volontà di denunciare le esternazioni razziste e suprematiste di Donald Trump: “Siamo più di quattro: la nostra squadra è grande e include ogni persona che vuole costruire una società più equa e un mondo più giusto. Non staremo zitte”. Così Ayanna Presskey, seguita da Ilham Omar, presente alla conferenza stampa con indosso il velo islamico, la quale ha dichiarato: “Gli attacchi razzisti di Trump sono l’agenda dei nazionalisti bianchi. Il nostro è un Paese dove tutti possano avere accesso alla sanità, all’istruzione, all’acqua e all’energia pulita”, accusando Trump di “ipocrisia. Questo Paese appartiene a tutti, noi amiamo questo Paese e la gente di questo Paese”, ha sottolineato Alexandra Ocasio-Cortez. La deputata ha accusato, inoltre, il presidente di agire “in totale cattiva fede” e di “contestare la nostra lealtà al Paese solo perché non sa come contestare le nostre denunce e le nostre proposte per un Paese migliore”.
 





Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale