Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
23 Ottobre 2019

E allora piangi!

di Vittorio Lussana
Condividi

Era la fine del 2002 quando il quotidiano ‘Avanti!’ finì definitivamente nelle mani degli uomini di Silvio Berlusconi: dunque, esattamente 8 anni fa. Nessuno scrisse una riga, a quei tempi. E sulle agenzie di stampa c’erano soltanto i comunicati stampa, a mezza strada tra il furibondo e il disperato, di Bobo Craxi. Michele Serra di tutto ciò se n’è accorto solo nell’anno di grazia 2010, stando a quanto egli stesso ha scritto quest’oggi nella sua ‘Amaca’ quotidiana, pubblicata da ‘Repubblica’ in merito al presunto coinvolgimento di Walter Lavitola - attuale direttore del quotidiano fondato dal Leonida Bissolati - nella vicenda della casa del cognato di Fini a Montecarlo. Otto anni per scoprire che l’Avanti! era finito nelle mani dei socialisti ‘berlusconiani’. Complimenti vivissimi: che velocità! Che tempismo! Questo sì che è vero giornalismo d’assalto! Trattandosi di una gloriosa testata della sinistra italiana, Serra conclude laconicamente il suo ‘pezzullo’ constatando come sia triste che oggi “spetta alla sinistra non socialista, per paradosso, piangere l’indecorosa fine del socialismo italiano”. E allora piangi, Serra, piangi amaramente. Questa è la sola cosa che vi è rimasta da fare, il solo metodo politico al quale potete ricorrere: quello del ‘piangino’. Piangete, cari ‘leninisti pentiti’, che vi fa bene. Anche perché non sapete far altro: piangete quando vi lamentate che la disoccupazione è in aumento; piangete quando non riuscite a comprendere come mai non ci si riesca a liberare di Berlusconi; piangete quando fate i ‘gay’ col ‘culo’ degli altri, quando vi spacciate per riformisti con la stessa baldanza con cui Berlusconi descrive la politica della prima Repubblica; piangete quando vi lamentate che c’è crisi; e piangete quando vi accorgete che le redazioni di molti giornali sono diventati degli ‘accampamenti lottizzati’, in cui è divenuto praticamente impossibile rintracciare uno ‘straccio’ di professionalità autonoma e indipendente. Piangi Serra, piangi, ché i socialisti riformisti, di destra e di sinistra, se lo ricordano bene con quale arroganza, nel 1992-’94, li avete ‘fotografati’ agli occhi degli italiani. Continua a piangere, Serra. E quando hai finito, se casualmente ti viene in mente che c’è da rimboccarsi le maniche e mettersi al lavoro per ricostruire una sinistra riformista più moderna e adatta ai tempi, fammi un ‘fischio’…


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale