Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
23 Ottobre 2019

Lo avete votato? Adesso tenetevelo

di Vittorio Lussana
Condividi
Lo avete votato? Adesso tenetevelo

Lo scandalo delle barzellette del premier di questi giorni dimostra, una volta di più, che la società italiana è ormai irrimediabilmente snaturata, senza più tradizioni di alcun genere e tipo, né laburiste, né liberali, né religiose, né laiche. Gli ambienti politici attuali rappresentano soltanto il luogo della stupidità, della viltà e della meschinità. Non possiamo accettare più nulla dalla politica: non solo dagli apparati del centralismo ‘statalburocratico’, ma anche dalla magistratura, dal mondo della cultura, da quello della scuola. Anche se, in realtà, è proprio la politica a risultare estranea alla fase storica che stiamo attraversando, poiché si è fatto in modo che rimanesse isolata a ingiallire se stessa. Tuttavia, quel che sconvolge è anche la reazione sdegnata dei giornali cattolici, ‘Osservatore Romano’ e ‘Avvenire’, che sembrano non accorgersi di come non ci sia solo un Berlusconi che colleziona brutte figure: c’è anche un amministratore delegato della Fiat che chiude gli stabilimenti di Termini Imerese per delocalizzare in Serbia; imprenditori-zombies che vagano attorno ai ministeri come dei miserabili questuanti; pseudoeditori ‘buoi’ che danno dei ‘cornuti’ agli ‘asini’; pubblicitari che estremizzano la gradevolezza e l’aitanza fisica discriminando chi è al di fuori di determinati canoni estetici. Insomma, un popolo di cattolici ipocriti che pensa solamente a ‘fottere’, sia in termini puramente pornografici, sia il prossimo. Berlusconi non è la causa di tutto questo, ma semplicemente l’effetto, colui che ha intuito per primo determinate tendenze e ne ha approfittato con ‘fiuto’ imprenditoriale. Una cultura completamente omologata e commercializzata non poteva vivere il proprio trionfo definitivo senza una televisione commerciale, che sapesse cioè adeguarsi alle incoerenze e alle contraddizioni di un popolo di cialtroni. Perciò, carissimi cattolici, sappiate che Berlusconi ve lo meritate pienamente: adesso godetevelo per quello che è, barzellette blasfeme incluse.


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale