Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
21 Ottobre 2019

Oltre la destra e la sinistra

di Vittorio Lussana
Condividi

Anche a sinistra ha sempre albergato una forma di fascismo, quello che taluni tipografi, compagni di lavoro di mio padre, quando ero ragazzo sintetizzavano con la frase: “In fondo, anche Mussolini era socialista”. Oppure, mi descrivevano gli atti sessuali che avrei dovuto vivere da adulto come una forma bestiale e ignobile di sfogo psicologico nei confronti delle donne. Non si trattava del fascismo piccolo borghese e moralista degli intellettuali progressisti a cui faceva riferimento Pasolini, ma di un’ignoranza becera, generatrice di un alone di terrore e di ricatto che del fascismo perpetuava il rifiuto verso ogni forma di educazione, di cultura, di poesia. I comunisti, nella sostanza, hanno sempre condannato il fascismo proprio per sentirsi liberi di recepirne il ‘metodo’, la logica, la durezza del livello di scontro. Ecco perché molti ‘spiriti liberi’ vengono spesso perseguitati: perché essi non accettano il potere, anzi lo rifiutano, anche quello rivoluzionario, persino all’interno dell’atto sessuale, rigettando ogni forma d’involgarimento di una società che, con il pretesto del benessere, viene costretta a vivere a un livello ‘sottoculturale’ all’interno di un delirio sovrastato dall’inefficienza degli inetti: un potere che preme, compatta e schiaccia la personalità di chiunque.


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale