Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
21 Ottobre 2019

L’assalto alla ‘suocera’

di Vittorio Lussana
Condividi
L’assalto alla ‘suocera’

Caro Bersani, sai che ti voglio bene e che mi sei sempre stato simpatico, ma voglio proprio dirtelo: ieri, da Fabio Fazio, non mi sei piaciuto punto. Autocritica: zero. Definizione identitaria del tuo progetto targato ‘nuovo Ulivo’: zero. Cosa ‘cavolo’ di roba sia il Pd, lo sapete soltanto voi. Il modello di sviluppo emiliano non era poi così diverso da quello lombardo, non a caso applicato storicamente nelle due regioni più ricche d’Italia: il primo venne imperniato sul sistema di potere comunista; il secondo, su quello cattolico progressista. Che tali modelli abbiano fatto il loro tempo, pur avendo i loro meriti, non ti passa neanche per l’anticamera del cervello. Ed ecco perché non riuscite proprio a comprendere cosa abbia rappresentato Berlusconi, per il nord’Italia, non tanto sotto il profilo politico, bensì a livello socioeconomico. Certo, anche quest’idea dell’imprenditore che si è fatto da sé sembra ormai essere giunta al tramonto, anche perché l’Italia è il Paese che è: figurati se ne vien fuori un altro di Berluska, con tutte le ‘mafie’ che ci sono in giro. Ma il vostro non riuscire ad andare oltre alle solite formule mi sembra solo il tentativo di proporre a qualcuno di ‘provarci’ con la suocera perché la figlia non la dà. E allora? Che si fa? Che tipo di valori e di idee volete proporre agli italiani? Cose concrete, certo, ma che abbiano anche un soffio ‘magico’ di leggerezza, di dinamismo, di prospettiva. La frontiera di un’economia sociale di mercato è stata già da tempo delineata. E non da voi. Dunque? Sempre ‘a rimorchio’ di qualcun’altro dovete andare? Tagliar giù la ‘testa’ al Berluska col conflitto di interessi era per lo meno uno ‘straccio’ di idea: nemmeno quello siete riusciti a fare. E adesso? Qual è la proposta? La solita occupazione da centro sociale? Poi, guarda, la battuta della ‘salmeria’ mi ha fatto persino rimpiangere Occhetto: quello, almeno, uno ‘zoccolo duro’ e una ‘rivoluzione copernicana’ era riuscito a teorizzarle. Il Pd non sarà la salmeria di nessuno, Bersani, stai tranquillo: fa orrore solamente a guardarlo…


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale