Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
29 Maggio 2022

Io sono la pelle

di Serena Di Giovanni
Condividi
Io sono la pelle

Cos’è, davvero, l’essere umano? Di fatto, l’insieme di tante componenti, di plurime sfaccettature caratteriali, di diverse disposizioni d’animo. Quelle che in “gergo tecnico” vengono definite  “facoltà conoscitive, intellettive e razionali”. E che agiscono sulla personalità dell’individuo fino a determinarne il comportamento di adattamento, il proprio modo di reagire/interagire con l'ambiente. Tra queste emergono la forza, la fragilità e la ragione, alla quale è affidato l’importante compito di coordinare il tutto. Mentre l’essere umano non è altro che la pelle, l’ “involucro” atto a racchiudere le varie parti dell’Io, un’astrazione concettuale che include all’interno miliardi di variabili. Ma cosa accade quando una delle componenti prende il sopravvento sulle altre? Ce lo racconta “Io sono la pelle”, spettacolo teatrale scritto e diretto da Federica Fragapane con Federica Fragapane, Alice Gobbo, Alessia Rollone, Elisa Viola, presentato lo scorso 23 giugno al Roma Fringe Festival 2014.

“Io sono la pelle” costituisce una grande allegoria visiva della psiche umana. È la storia di un momento. Di una particolare condizione. Di un cambiamento. Di un disagio. Per risolvere il quale quattro figure si incontrano, dialogano e si mettono a nudo. Nel tentativo di sanare il senso di malessere che attanaglia l’individuo, di cui le singole sfaccettature sono, contemporaneamente, una parte e il “tutto”. E per cercare di comprendere e comprendersi.
Le quattro figure si parlano, si urlano contro, procedono a tentoni. E se, inizialmente, i ruoli sembrano chiari, piano piano, durante il confronto, tutto sembra capovolgersi. Ne nasce un percorso labirintico, che alla fine trova la sua, naturale, soluzione nella conciliazione e in un nuovo, raggiunto, equilibrio.

La giovanissima Federica Fragapane è autrice di un testo “fresco”, tanto originale e complesso sulla carta, quanto intenso, avvincente e commovente nella messa in scena. Un testo caratterizzato da dialoghi serrati, coinvolgenti, brillanti e mai banali. Lo spettacolo è proposto, con ottimi risultati, da quattro giovanissime attrici (Alice Gobbo, Alessia Rollone, Elisa Viola e Federica Fragapane) che, nonostante l’età, hanno davvero molto da dire. Vivamente consigliato.

Scritto e diretto da Federica Fragapane. Con Federica Fragapane, Alice Gobbo, Alessia Rollone, Elisa Viola


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale