Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
28 Ottobre 2020

Dr. Jekyll e Mr. Hyde

di Michele Di Muro
Condividi
Dr. Jekyll e Mr. Hyde

Si tratta della rivisitazione moderna e in chiave comica del classico dello scrittore scozzese ed è frutto di una tesi di laurea tenutasi presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Il mattatore è il bravissimo e vulcanico Fabrizio Paladin, autore e interprete della pièce. La scenografia è quanto mai essenziale, essendo costituita da un solo appendiabiti; tutta l’attenzione è infatti incentrata sull’attore, che interpreta attraverso pochi accorgimenti scenici tutti i personaggi della storia. Gli sketch si susseguono veloci e sono accompagnati dal bravo pianista Loris Severnigo, il quale funge anche da spalla comica alla messa in scena. Si inizia a ridere già dal prologo, in cui è l’attore stesso a vivere l’ambivalenza tra il bene e il male. Il racconto scorre veloce, non c’è mai un attimo di pausa e la storia si sviluppa secondo un ritmo vorticoso, che rapisce lo spettatore. Gli interpreti ci sono tutti: oltre a Jekyll ed Hyde, ritroviamo l’avvocato Utterson, il dottor Lanyon e il maggiordomo Poole. La rappresentazione segue fedelmente il racconto di Stevenson e, in sequenza, vengono messi in scena i principali episodi della storia. La tecnica attoriale di Paladin è impeccabile e funziona la complicità col pubblico presente. Costanti sono i giochi linguistici tra inglese, italiano e dialetto. I generi teatrali sperimentati sono molteplici: vi si trova il monologo, il dialogo serrato tra i personaggi e la lettura diretta del testo da parte della voce narrante, il dramma e la commedia. Lo spettacolo è ben scritto e mirabilmente interpretato. Paladin possiede un ottimo senso del tempo comico e la sua performance lo pone tra le personalità decisamente più interessanti del festival. Il merito della compagnia ci pare sia stato quello di essersi misurati con un classico intramontabile della letteratura anglosassone, riuscendo nell’intento di modernizzarlo e renderlo in maniera fresca e originale. I cinquanta minuti di spettacolo imposti alle compagnie del Fringe, sono pochi per questo divertentissimo spettacolo. Spassoso e consigliatissimo.

Dr. Jekyll e Mr. Hyde, the strange show
Palco B - 8 giugno h. 23,30 - 10 giugno h. 20,30 - 12 giugno h. 22,00

Il Dr Jekyll e Mr Hyde condividono lo stesso corpo ma non lo stesso palcoscenico. Attraverso smaglianti omicidi ed efferati sorrisi, in una Londra luciferina, un viaggio attraverso il teatro tragicomico, la paura, il piacere e il doppio.
L’interpretazione affronta i più svariati generi teatrali e segue l’intreccio poliziesco-fantastico del racconto di Stevenson: l’indagine dell’avvocato Utterson, amico da sempre di Jekyll, su Mr. Hyde e cerca di ricrearne, divertendo, la suggestiva tensione con una chiave di lettura accorata e commovente.

Di e con: Fabrizio Paladin - Musica e pianoforte: Loris Sovernigo
Lighing designer: Fabrizio Fabi Crico - Compagnia Teatro Studio Maschera
GENERE: prosa tragicomica


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale