Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
19 Giugno 2019

Il matrimonio di Don Cristobal e Donna Rosita

di Gaetano Massimo Macrì – gmacri@periodicoitalianomagazine.it Twitter @gaetanomassimom
Condividi
Il matrimonio di Don Cristobal e Donna Rosita

Per gli amanti della commedia dell’arte, con le sue maschere e marionette, 'Il matrimonio di Don Cristobal e Donna Rosita', tratto da Gabriel Garcia Lorca, è uno spassoso momento di teatro. L’impatto è quello tipico del genere, con personaggi che sono ‘tipi’ fissi, il testo è minimo, nel senso che si procede secondo un canovaccio. In un italiano spagnoleggiante, l’amore, il matrimonio inteso come interesse, gli idealismi di una giovane fanciulla promessa sposa, vanno in scena secondo il gioco condotto a ritmo frenetico dagli attori. La regia dello spettacolo ha voluto che gli stessi si scambino frequentemente con i rispettivi burattini. L’effetto è interessante, perché la storia è la stessa, la realtà invece muta di continuo il piano, intersecandosi con le suggestioni delle maschere. Un cambio di livelli così rapido che solo il teatro è in grado di riportare su un sostrato unico: alla fine tra un Cristobal pupazzo e un Cristobal attore in carne e ossa, le differenze non sono individuabili. Grottesco, coinvolgente, popolare.

Ideazione e regia: Roberto Negri - Interpreti: Roberto Negri (Cristobal), Michela Ronci (Rosita), Paola Tarantino (direttore e madre), Stefano Skalkotos (poeta e innamorato)
Musiche originali: Lorenzo Bucci e Francisco Dri
Burattini: Enrico Francone - Costumi: Giulia Camoglio - Consulenza coreografica: Cristina Morelli - Maschere: Safir
Compagnia Officina Dinamo Teatro - Associazione Officina Dinamo

Il_matrimonio_di_Don_Cristobal_2.jpg

Il matrimonio di Don Cristobal e Donna Rosita
Palco A - 7 giugno h. 20,30 - 8 giugno h. 23,30 - 10 giugno h. 22,00

Le Maschere di Commedia dell’Arte vivono, fuori e dentro il Teatrino in una danza continua di immagini, che restituisce a un pubblico di tutte le età divertimento e commozione. I temi trattati sono i contrasti tra miseria umana e nobiltà di spirito, materialità e idealismo, poesia e venalità, amore e interesse. In un alternarsi di suggestioni poetiche e grottesca quotidianità, appaiono le maschere e i loro naturali alter ego burattini, dando vita a un carosello vorticoso e coinvolgente dove si fondono recitazione e  figura. È l’Amore protagonista incontrastato: per la vita, per l’amato,  per l’arte e infine, sempre, per il Teatr.

Ideazione e regia: Roberto Negri
Interpreti: Roberto Negri, Michela Ronci, Paola Tarantino, Stefano Skalkotos
Musiche originali: Lorenzo Bucci e Francisco Dri  - Burattini: Enrico Francone
Costumi: Giulia Camoglio - Consulenza coreografica: Cristina Morelli
Maschere: Safir - Compagnia Officina Dinamo Teatro - Associazione Officina Dinamo
GENERE: commedia dell’arte


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale