Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
19 Novembre 2018

Il sud d'Italia come le Canarie

di Marcello Valeri
Condividi
Il sud d'Italia come le Canarie

Lo scorso 17 agosto, pochi giorni dopo il crollo del ponte Morandi a Genova, il vicepremier Matteo Salvini, eletto senatore in Calabria, torna su un argomento che migliorerà certamente l'economia delle zone in cui è stato eletto

Il sud d’Italia farà presto concorrenza alle Canarie. E' questa, infatti, l'intenzione del vicepresidente del Consiglio e leader della Lega, Matteo Salvini, secondo quanto espresso con un tweet del 17 agosto scorso, pochi giorni dopo la tragedia di Genova. Un post che recitava: "Ci sono migliaia di pensionati italiani che vanno in Spagna e Portogallo per non pagare la tassa sulle pensioni. Io penso che alcune zone del nostro Paese siano molto più belle, accoglienti e ospitali". Non sembrano chiare le zone a cui faccia riferimento il ministro Salvini, ma probabilmente la volontà è quella di convincere i nostri concittadini che espatriano in Portogallo, nella regione dell'Algarve o in Spagna, nelle Canarie, a rimanere in Italia istituendo delle facilitazioni fiscali. Non è la prima volta che il leader della Lega affronta questo argomento: lo aveva già proposto nel corso di due comizi, uno in Calabria e uno in Puglia, probabilmente perché sono le regioni che meglio potrebbero competere con i principati spagnoli o i distretti portoghesi, che sempre piu italiani scelgono per intraprendere una nuova vita. Già il Governo Gentiloni ha emanato un decreto, firmato lo scorso gennaio, che stabiliva alcuni primi criteri di istituzione delle zone economiche speciali. Attualmente, solo Campania e Calabria sono gia pronte. E alcune aree portuali (la Napoli-Salerno e la zona portuale di Reggio Calabria) sono destinatarie di un regime fiscale agevolato. L'idea espressa dal vicepremier, nonché senatore eletto in Calabria, è quella di estendere le agevolazioni alle persone. A oggi, in Portogallo non viene tassata la pensione dei nuovi residenti stranieri per i primi dieci anni. L'Algarve è la regione preferita da italiani e britannici. La ragione di ciò è soprattutto climatica, perché la zona è conosciuta per le lunghe estati, gli inverni miti e le splendide spiagge. Le Canarie spagnole, invece, prevedono agevolazioni per tutti, a prescindere dall’età. Il clima mite e le agevolazioni previste dallo Stato iberico attrae molti italiani che sono riusciti a formare una grande comunità molto attiva, con tanto di periodico in lingua italiana. Molte attività alimentari, artigianali, di commercio e d’intermediazione hanno vissuto una fase di nascitPortugal.jpga e di sviluppo, negli ultimi anni. Ma mentre qualche anno fa anche un elettricista poteva lasciare l'Italia e andare a fare, con discreto successo, il pizzaiolo nelle Canarie, adesso la clientela straniera è più preparata sui prodotti ‘Made in Italy’ e, sia i datori di lavoro, sia la clientela, pretendono maggiore qualita. Il risultato è che, negli ultimi tempi, chi non ha le idee chiare e magari scappa da una situazione di depressione economica senza avere né arte, né parte, torna presto in Italia con la valigia più vuota di quanto non lo fosse in partenza. A dirla tutta, fonti bene informate ci raccontano che, accanto alle imprese di successo, create da persone con buone idee e ottime qualità imprenditoriali e professionali, non sono mancate truffe anche pesanti messe in atto da italiani con pochi scrupoli, che hanno approfittato della buona fede dei locali (e/o di qualsiasi persona con un bagaglio culturale personale alquanto basico). Una truffa molto in voga, fino a qualche tempo fa, era quella di prendere in affitto grandi appartamenti con mobili di lusso e poi ‘svuotarli’. E molta di questa mobilia è stata contrabbandata in Puglia e in Calabria, per essere rivenduta. Secondo un'altra fonte, una seconda attività molto redditizia è quella di prendere in affitto appartamenti e di sub-affittarli ai turisti con la formula del 'bed and breackfast', senza permessi e attraverso la pubblicita fornita dalle piattaforme di ricerca e affitto di sistemazioni ‘B&B’. Negli ultimi tempi, i controlli sono divenuti più serrati ed è diventato più difficile poter prendere in affitto un appartamento (nei contratti di locazione vengono richieste molte piu garanzie). Ovviamente, non è infrequente che, se qualcuno t’incontra in tarda serata e, nel chiederti una sigaretta, scopre che sei italiano, ti chiede anche se hai una ‘botta’ di cocaina da vendere. I ‘canarios’ sembrano avere valide motivazioni per essere sospettosi verso gli italiani, che tra l'altro non vengono più visti di ‘buon occhio’ come una volta. Se faremo loro concorrenza con la nostra poca attitudine alla giustizia penale, civilesociale, con chi ce la prenderemo se invece di sviluppare un’economia sana contribuissimo ad alimentare, come già avvenuto storicamente in altre parti del mondo, una reputazione di crimine organizzato e malaffare? Arrivati a un certo punto, la Storia ricomincia a parlare da sola. E i ‘parafulmini’ su cui scaricare ogni colpa, finiscono.

Gran_Canaria.jpg

Salva


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale