Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
7 Aprile 2020

Roma Fringe Festival 2013

di Francesca Buffo
Condividi
Roma Fringe Festival 2013

Inizia la festa del teatro. Un mese di programmazione a Villa Mercede, dal 15 giugno al 14 luglio. 72 compagnie, 230 repliche, 9 spettacoli a sera. Il divertimento è assicurato!

Teatro-off la rivincita  

Si chiama ‘Fringe’ (letteralmente frangia): è il teatro indipendente, quello autofinanziato, realizzato in economia, spesso ‘ignorato’ dai media. Ma per chi se ne intende è un patrimonio essenziale di una cultura che si muove dal basso e descrive molto (e bene) la nostra società. A valorizzarlo ci ha pensato un gruppo di ragazzi romani, organizzando con pochi (pochissimi) soldi, un festival d’eccezione, con 52 compagnie provenienti da tutta Italia e oltre 20mila spettatori nel 2012. Un successo che intendono confermare nella seconda edizione che si inaugura nella capitale il 15 giugno a Villa Mercede   

Sulla cultura maltrattata, nel nostro paese, si è parlato spesso. Ma raramente le cose cambiano. Musica, cinema e teatro sono passatempi non certo professioni. Quelli che ‘ci campano’ sono molto pochi, sempre gli stessi. Spesso ‘sfondare’ in televisione diventa un ‘asso pigliatutto’: la notorietà del piccolo schermo è un trampolino per il cinema, una sicurezza per il botteghino del teatro e, magari, ci ‘esce’ anche un libro. Un meccanismo che determina un’assenza di possibilità per tantissimi, giovani e non, che artisticamente avrebbero molto da dire e da dare al pubblico. Artisti che si riuniscono in piccole compagnie, realizzano miniproduzioni. Trattati male dai media, reputati un po’ sfigati da parenti e conoscenti, ma sostenuti da amici e da un pubblico di nicchia. Troppo poco per dare giustizia a lavori che in molti casi, meritano di essere visti. Una situazione che in Italia è particolarmente ‘radicata’, soprattutto nel teatro. Un mercato che esclude tanti artisti, ma anche tanto pubblico che non sa, non conosce, non ha i soldi per avvicinarsi a un mondo che percepisce solo attraverso la televisione. All’estero non è così (o forse lo è un po’ meno). A raccontarmelo è stato un anno fa Davide Ambrogi, che il teatro ‘off’ lo conosce bene. Sua l’idea di organizzare un Fringe a Roma. Per chi non lo sapesse il Fringe nasce a Edimburgo. È un festival del teatro ‘off” al quale partecipano compagnie da tutto il mondo (quelle che hanno vinto l’edizione del loro paese). Organizzarla a Roma poteva essere una grande utopia. Invece è diventata una realtà, e anche molto interessante. C’è chi senza i soldi (spesso finanziamenti pubblici) non si mette neanche a pensare. Davide e i suoi amici sono andati in comune e hanno chiesto quanto costava affittare il suolo pubblico per organizzare un evento. Hanno verificato i costi, hanno contattato le compagnie, le hanno selezionate. Ogni compagnia paga un piccolo costo di ingresso e poi l’incasso è suo. Certo devi pagarti il viaggio, la permanenza a Roma. Ma le repliche sono 3, il biglietto costa 5euro, e il pubblico con un’offerta di 9 spettacoli a sera (il festival ha tre palchi) è arrivato. I costi si sono coperti tutti. Senza finanziamenti, senza sponsor. Così quest’anno si ‘fa il bis’ pensando sempre in grande: 70 compagnie, 4 settimane di programmazione (l’anno scorso erano 3); cercando di fare meglio, più pubblicità, più informazione, con un ufficio stampa instancabile e dei media partner (piccoli editori indipendenti) che ci credono. Erano un gruppetto di ragazzi, oggi siamo quasi 400 fra organizzatori, promotori, giornalisti e compagnie. E tutti insieme siamo una ‘forza’ che muove la cultura a Roma. Scusate se è poco. 

 

IL PROGRAMMA DEL ROMA FRINGE FESTIVAL 2013 - dal 15 al 29 giugno (versione pdf sfogliabile)

 SCARICA IL FILE SUL TUO COMPUTER freccia3.jpg Download programma dal 15 al 29 giugno 2013

 

Se ti è piaciuta la nostra rivista

richiedi la newsletter settimanale

riceverai gratuitamente le nuove pubblicazioni di Periodico italiano magazine


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale