Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
23 Luglio 2018

Ordine dei Medici di Roma e provincia: c'è già una prima piattaforma programmatica

di Elena Rossi
Condividi
Ordine dei Medici di Roma e provincia: c'è già una prima piattaforma programmatica

Innovazione, interprofessionalità, nuove aree di comunicazione e per gli Affari esteri: queste le iniziative al vaglio del neopresidente eletto, Antonio Magi, intenzionato a sperimentare strade nuove e più moderne al fine di ridare dignità professionale a un settore fondamentale del nostro welfare

Lo scorso 20 dicembre si è svolta, con grande successo di partecipazione e oltre 100 delegati di confederazioni, associazioni, sindacati, Ong e comunità, la riunione dell'Ufficio di presidenza del Movimento internazionale, transculturale e interprofessionale, ‘Uniti per Unire’, organizzata a Roma per un confronto con i rappresentanti del nuovo Consiglio dell'Ordine dei medici e odontoiatri di Roma e Provincia, vincitori delle recenti elezioni di rinnovo del Consiglio medesimo con la lista #MediciUniti. Innanzi a una platea molto variegata, che ha visto coinvolti non solo medici, ma diverse realtà professionali (giornalisti, professionisti della Sanità, avvocati e altri professionisti) unite dalla volontà di migliorare il Sistema sanitario nazionale e risolvere concretamente le problematiche comuni con unione di idee e proposte, era presente il neopresidente dell'Ordine dei Medici e Odontoiatri di Roma, Antonio Magi, affiancato dai membri del Consiglio direttivo, Foad Aodi, Roberto Bonfili e Luigi Marsela. "Affrontiamo con coraggio questo nuovo capitolo della storia dell'Ordine”, ha dichiarato il neopresidente Magi, “pronti a soddisfare le aspettative di tutti e non solo chi ci ha sostenuto, al fine di intensificare il confronto e la collaborazioni tra le diverse professioni. E’ proprio questo spirito di unione che ha portato alla vittoria la nostra lista". Anche Foad Aodi, presidente dell’Associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) e fondatore di ‘Uniti per Unire’, eletto consigliere dell'Ordine per la quarta volta, ha rafforzato il proprio messaggio di unione interprofessionale: "Ascolteremo con umiltà, come abbiamo sempre fatto, la voce di tutti i cittadini, dei professionisti della Sanità italiani e internazionali, dei medici e dei pazienti, per concretizzare da subito i nostri obiettivi. Quello a cui puntiamo in questo 2018”, ha proseguito Aodi, “è infatti quello di rafforzare l'alleanza tra i professionisti della Sanità e i cittadini, per essere portavoce dei loro disagi con le istituzioni, stimolando dibattiti e confronti a ‘porte aperte’. Puntiamo, inoltre”, ha annunciato Aodi in conclusione del proprio intevento, “a istituire un'area di comunicazione e un'area Affari esteri: elementi fondamentali per far emergere l'Ordine dei Medici oltre i suoi consueti confini, attraverso una comunicazione costruttiva, al passo con i problemi di attualità". Tra gli obiettivi del Consiglio neoeletto non manca quello di intensificare la cooperazione internazionale, per far diventare l'Ordine dei medici di Roma il più importante d'Europa. Nino De Ritis, consigliere dell'Ordine dei Farmacisti di Roma e Coordinatore del dipartimento Farmacisti di ‘Uniti per Unire’, da parte sua ha aggiunto: "Un tavolo interprofessionale é auspicabile, per stimolare la collaborazione e il confronto continuo in merito a problemi che sono ormai comuni tra tutte le professioni". La serata è proseguita con un dibattito costruttivo, che ha posto al centro le tematiche dell'occupazione giovanile e del contrasto alla medicina difensiva. "Puntiamo all'innovazione”, ha affermato il dottor Daniele Di Clemente, esponente dell'Unione medica Euromediterranea - Umem e di ‘Uniti per Unire’, nonché e coordinatore del dipartimento di Medicina legale e difensiva di ‘Uniti per Unire’, insieme a Luigi Marsella. “Per questo”, ha spiegato Di Clemente, “tra le nostre proposte c'è anche quella di un maggior coinvolgimento di legali esperti, che affianchino e al tempo stesso amplifichino la nostra collaborazione per combattere la medicina difensiva". Antonio Magi, a chiusura dell'evento, ha infine ricevuto la nomina onorifica di socio onorario di ‘Uniti per Unire’, a cui ha fatto seguito un caloroso scambio di auguri di buone feste tra tutti i presenti.

Per ogni ulteriore informazione: www.unitiperunire.org

Orine_Medici_1.jpg


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale