Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
2 Luglio 2022

5 motivi per seguire tutte le tappe del Giro d’Italia

di Michela Diamanti
Condividi

Fra gli eventi sportivi più importanti a livello globale, il Giro d’Italia è il protagonista assoluto dei palinsesti sportivi e delle scommesse oggi, non solo perché giunto alla sua manifestazione numero 105, ma soprattutto perché, anche quest’anno, tutte le tappe sono state combattute in una gara all’ultimo secondo tra i migliori ciclisti al mondo.

La partenza ungherese ha offerto tre tappe come antipasto e le successive 18 tappe italiane hanno rappresentato il 'grande puzzle' che ha formato il quadro più prezioso, il dipinto raffigurante il trofeo più ambito dai ciclisti: la Maglia Rosa. Ecco 5 buoni motivi per guardare, tutti gli anni, le tappe del Giro d’Italia.

Ciclismo_giro_italia.jpg

In fuga per la vittoria: ecco i favoriti del Giro 2022 
Per vedere le quote della 'corsa rosa' e avere una panoramica generale sui ciclisti più in forma in questo momento, accedi su Betfair e scoprirai che i favoriti alla vittoria della Maglia Rosa erano: Bouwman quotato a 2.7; Kamna quotato a 6; e Carapaz quotato a 12. Ma non bisogna dimenticare che c'era anche Nibali quotato a 25 e Tom Dumoulin, quotato a 75, i quali avevano già vinto il Giro in passato. Alla fine, ha prevalso un outsider: l'australiano Hindley.

Il Giro 202Hindley_trionfa_a_Verona.jpg2 è stato molto competitivo 
Un altro motivo per seguire tutte le tappe della 'corsa rosa' è che oltre ai ciclisti già citati ci sono tantissimi altri atleti che hanno detenuto la Maglia Rosa per brevi periodi e che si presentavano tra i pretendenti alla vittoria più accaniti: Joao Almeida, Simon Yates, Miguel Angel Lopez, Kinderman e l’italiano Giulio Ciccone, sono soltanto alcuni di questi atleti che hanno dato il massimo per arrivare più in alto in classifica nel minor tempo possibile.

Il Giro fa venire sempre voglia di pedalare 
Fra i motivi che spingono molti appassionati a guardare il Giro c’è sicuramente la voglia di pedalare. In questo periodo dell’anno sono sempre di più le persone che si fanno una 'scarrozzata' in bici fra una tappa e l’altra. Il ciclismo rimane uno sport sano e molto popolare, che offre tantissimi benefici psicofisici per chi lo pratica. 

La motivazione e la determinazione 
Sia seguire la 'corsa rosa', sia praticare il ciclismo come sport amatoriale, stimola la motivazione per superare gli ostacoli e la determinazione a raggiungere gli obiettivi. Tappa dopo tappa, si aggiunge un pezzo di un 'puzzle' che, alla fine, rappresenterà il quadro completo nello sport, così come nella vita quotidiana.

Vedere i luoghi più belli d’Italia 
Sanremo, Genova, Torino, Treviso, Catania, Messina, Napoli e Procida (capitale italiana della Cultura 2022, ndr), sono state soltanto alcune delle tappe del Giro di quest'anno. Ecco perché vedere i luoghi più belli d’Italia, attraverso questa competizione sportiva, rimane una delle più grandi motivazioni per seguire ogni tappa.

Fra le tappe in programma, c'erano anche Pescara e Verona, dove la manifestazione si è conclusa ed è stata assegnata la Maglia Rosa. Guardare il Giro d’Italia è come fare una vacanza nei luoghi italiani più famosi al mondo, percorrendo tutto lo 'stivale' in sella a una bici.


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale