Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
14 Aprile 2021

Aiutati, che la Regione ti aiuta

di Stefania Catallo
Condividi
Aiutati, che la Regione ti aiuta

Emanato in questi giorni l’avviso pubblico destinato alle società e alle associazioni sportive dilettantistiche del Lazio per ottenere contributi a fondo perduto finalizzati a fronteggiare l’attuale fase di emergenza sanitaria

‘Laziocrea Spa’, società in ‘house’ della Regione Lazio istituita ai sensi dell’articolo 5 della legge regionale del 24 novembre 2014 n. 12, ha deciso di promuovere una  procedura finalizzata alla concessione di contributi a fondo perduto in favore delle Società sportive dilettantistiche (Ssd) e delle Associazioni sportive dilettantistiche in possesso di alcuni precisi requisiti. In considerazione dell’attuale situazione emergenziale, di carattere eccezionale, la Direzione Cultura, Politiche giovanili e Lazio creativo della Regione Lazio, vuole infatti sostenere quei soggetti che, a causa dell’emergenza sanitaria, sono esposti a situazioni di eccezionale e imprevista difficoltà economica, mediante l’erogazione di contributi a fondo perduto. Nell’avviso, pubblicato in questi giorni ai sensi dell’art. 12 della Legge n. 241/1990 e del Regolamento in materia di erogazione di contributi, la società Laziocrea Spa definisce la misura e le modalità di erogazione e di revoca del predetto contributo, nonché i requisiti e gli obblighi dei beneficiari, in linea con quanto individuato dalla Regione Lazio con la D.G.R. n. 961 del 4 dicembre 2020. In particolare, la modalità di erogazione del contributo è a sportello. Pertanto, all’esito dell’istruttoria formale, effettuata e sulla base dei parametri indicati all’art. 1, Laziocrea S.p.A. procederà a erogare i contributi in favore dei soggetti aventi titolo seguendo l’ordine cronologico delle domande, fino a esaurimento dell’importo stanziato dalla Regione Lazio.

OGGETTO, IMPORTO E DURATA
Le Società sportive dilettantistiche (Ssd) e le Associazioni sportive dilettantistiche (Asd) in possesso dei requisiti indicati al successivo art. 2 possono presentare una sola domanda per una delle categorie di partecipazione di seguito indicate, fermo restando che non è possibile partecipare a entrambe le categorie e che si può presentare una sola domanda per singolo soggetto sportivo: a) contributo a fondo perduto di importo pari ad € 1.000,00 (mille/00) in favore dei suddetti soggetti che organizzino attività sportive e/o manifestazioni sportive ma che ‘non abbiano’ anche la gestione di spazi deputati all’esecuzione delle predette attività; b) contributi a fondo perduto di importo pari ad € 2.000,00 (duemila/00) in favore dei suddetti soggetti che oltre ad organizzare attività sportive e/o manifestazioni sportive abbiano anche il costo derivante dalla gestione (locazione, comodato, concessione) di uno spazio deputato all’esecuzione di attività sportive (a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo: palestre, piscine, campetti e impianti sportivi di questo genere). Il limite massimo destinato dalla Regione Lazio al finanziamenMarietta_Tidei_presidente_commissione.jpgto complessivo di tutte le domande selezionate è pari a Euro 1.998.006,22. Eventuali economie risultanti a seguito della quantificazione del contributo con le modalità sopra indicate tra i soggetti aventi titolo, nei limiti dell’importo massimo destinato al finanziamento delle domande pervenute, potranno essere destinate ad una ulteriore ripartizione tra i soggetti ammessi a contributo in modo proporzionale al contributo già erogato. I contributi alle Società sportive dilettantistiche (Ssd) e alle Associazioni sportive dilettantistiche (Asd) che svolgono attività destinate alle comunità locali che non hanno rilevanza economica e/o non incidono sugli scambi degli Stati-membri della Ue non sono rilevanti ai fini della disciplina sugli aiuti di Stato. I contributi alle suddette associazioni che svolgono attività ingrado di richiamare un’utenza non di prossimità e/o di rilevanza economica sono soggetti alla disciplina sugli aiuti di Stato e vengono concessi con riferimento alla Comunicazione della Commissione europea: ‘Quadro temporaneo ai sensi del regime-quadro di cui agli art. 53-64 del Dl 19 maggio 2020 n. 34 e successive modificazioni, in particolare ai sensi dell’art. 54, come autorizzato con decisioni della Commissione europea SA.57021/2020 e SA.58547/2020. Il contributo, qualora la concessione intervenga successivamente al 31 dicembre 2020 viene concesso previa autorizzazione della Commissione europea ai sensi dell’articolo 4, paragrafo 3 e dell’articolo 9, paragrafi 3 e 4, del regolamento (Ue) 2015/1589 del Consiglio, del 13 luglio 2015, relativo alle modalità di applicazione delle disposizioni in materia di aiuti di Stato, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, serie L 248 del 24 settembre 2015. Le disposizioni si intendono automaticamente sostituite per effetto della successiva entrata in vigore di norme di riferimento aventi carattere cogente.

SOGGETTI AMMESSI E REQUISITI
Beneficiari dei contributi sono le Società sportive dilettantistiche (Ssd) e Associazioni sportive dilettantistiche (Asd) che alla data di pubblicazione del presente avviso siano in possesso dei seguenti requisiti:
Requisiti comuni a entrambe le categorie: a) essere affiliate a un organismo sportivo riconosciuto dal Coni (Fsn, Eps, Dsa, Ab); b) essere iscritte nel registro del Coni e/o nel registro parallelo del Cip; c) essere regolarmente costituite da almeno due anni; d) avere sede legale nel territorio della Regione Lazio; e) essere in grado di comprovare adeguatamente di aver svolto nel periodo 1 gennaio 2019 - 31 dicembre 2019 attività sportive e/o manifestazioni sportive; f) avere nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019 un numero medio di iscrizioni di atleti tesserati pari almeno a 25 (venticinque) persone; g) avere almeno un istruttore in possesso di diploma in scienze motorie o in alternativa tecnici sportivi riconosciuti dal Coni e/o dal Cip o dalle organizzazioni sportive dagli stessi riconosciute ed abilitato ai sensi del quadro normativo vigente. Fermo restando quanto sopra, in relazione alla categoria di partecipazione, i beneficiari devono possedere anche il seguente ulteriore requisito: h) avere la disponibilità giuridica sulla base di un contratto di locazione, comodato o concessione d’uso di uno spazio, di proprietà privata o pubblica, sito nel territorio della Regione Lazio e destinato ad attività sportive (a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo: palestre, piscine, campetti e altri impianti di questo genere). I richiedenti, come oltre precisato, presentano una autocertificazione di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, ndr) in relazione al possesso dei sopra specificati requisiti. Laziocrea Spa procede, a questo punto, ad alcuni controlli di idoneità a campione, in misura pari ad almeno il 10% e nei casi di ragionevole dubbio in merito alla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese e in caso di accertata non veridicità procederà a revocare il contributo e a recuperare le somme erogate. Il richiedente il beneficio, in caso di false attestazioni o dichiarazioni mendaci, è altresì soggetto alle conseguenze penali di cui all'art. 76 del D.P.R. n. 445/2000, oltre che al divieto di accesso a contributi, finanziamenti e agevolazioni per un periodo di 2 (due) anni, decorrenti dall’adozione dell'atto di decadenza. In sede di controlli, Laziocrea Spa si riserva l’insindacabile facoltà di chiedere al beneficiario di esibire tutti i documenti necessari a comprovare adeguatamente l’effettivo possesso dei requisiti auto dichiarati in sede di partecipazione. A titolo meramente esemplificativo potranno pertanto essere richiesti uno o più dei seguenti documenti: dichiarazione dell’ente nazionale cui l’Asd/Ssd risulta affiliata, contenente: il numero medio dei tesserati nel periodo sopra indicato; il certificato di affiliazione a un organismo sportivo riconosciuto dal Coni (Fsn, Eps, Dsa, Aa); il certificato di iscrizione nel registro del Coni e/o nel registro parallelo del Cip.

TERMINI E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
La domanda di contributo dovrà essere inoltrata, pena l’esclusione, entro e non oltre il 23 dicembre 2020, a mezzo Pec (Posta elettronica certficata, ndr) all'indirizzo sostegnosport.laziocrea@legalmail.it, indicando in oggetto: ‘Domanda di partecipazione SPORT’, fermo restando che allo scopo di accertare la tempestività della proposta, si farà riferimento al certificato di avvenuta consegna Pec. Non saranno prese in considerazione proposte di partecipazione inviate con modalità differenti o tramite e-mail inviate ad altro indirizzo. La presentazione della domanda mediante comunicazione di posta elettronica certificata è a totale ed esclusivo rischio del richiedente, il quale si assume qualsiasi rischio in caso di mancata o tardiva ricezionVolontariato.jpge della medesima, dovuta, a mero titolo esemplificativo e non esaustivo, a malfunzionamenti degli strumenti telematici utilizzati, a difficoltà di connessione e trasmissione, a lentezza dei collegamenti, o a qualsiasi altro motivo, restando esclusa qualsivoglia responsabilità di Laziocrea Spa ove per ritardo o disguidi tecnici o di altra natura, ovvero per qualsiasi motivo, il progetto non pervenga entro il previsto termine perentorio di scadenza. In ogni caso, l’Amministrazione regionale e Laziocrea Spa non rispondono di eventuali ritardi e/o disguidi telematici di qualsiasi natura e causa, o comunque imputabili a fatto di terzi. Fermo restando quanto sopra, alla Pec deve essere allegata la domanda di partecipazione, che deve essere: a) redatta sulla base dell’Allegato A e contenere, in particolare, una dichiarazione, resa ai sensi degli artt. 46, 47 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, sotto la propria responsabilità e con l’espressa precisazione della consapevolezza delle sanzioni penali in caso di dichiarazioni false e della conseguente decadenza dei benefici eventualmente conseguiti, avente a oggetto la sussistenza dei requisiti indicati all’art. 2 in relazione a ciascuna categoria di partecipazione; b) sottoscritta con firma digitale o firma autografa (allegando in questa ultima ipotesi copia di un documento di identità in corso di validità) del rappresentante legale del proponente. Per le richieste di chiarimenti in merito al contenuto dell’avviso e  possibile inviare una Pec al seguente indirizzo: sostegnosport.laziocrea@legalmail.it entro il 16 dicembre 2020. Non saranno prese in considerazione e-mail inviate ad altro indirizzo. Per ogni supporto e assistenza in merito alla compilazione della domanda, è possibile inviare una specifica e-mail all’indirizzo bandisport@laziocrea.it o contattare direttamente il Responsabile del procedimento, Riccardo Moroni, al seguente recapito telefonico: 366/8304909. Nella fase successiva alla conclusione dei lavori della Commissione, i soggetti ammessi a contributo potranno richiedere in qualsiasi momento informazioni ed assistenza diretta all’indirizzo mail appositamente dedicato: bandisport@laziocrea.it. Le comunicazioni di carattere generale, nonché le risposte alle domande più frequenti saranno pubblicate sotto forma di Faq sul sito internet di Laziocrea Spa.

INDIVIDUAZIONE DEI SOGGETTI BENEFICIARI DEL CONTRIBUTO E RIPARTIZIONE DELLE RISORSE
Laziocrea Spa effettuerà l’istruttoria formale delle domande ricevute, esaminandole secondo l’ordine cronologico di arrivo. Non saranno considerate ammissibili le richieste di contributo che risultino:- pervenute oltre i termini indicati al precedente art. 3 dell'avviso o con modalità diverse da quelle indicate nel medesimo articolo;- presentate da soggetti non aventi i requisiti indicati al precedente art. 2 dell’avviso stesso. Le richieste di contributo considerate non ammissibili saranno escluse e non potranno essere iscritte a finanziamento. È applicabile l’istituto del soccorso istruttorio unicamente per sanare eventuali irregolarità amministrative della domanda e la regolarizzazione richiesta deve essere effettuata a cura e oneri del richiedente entro e non oltre 5 (cinque) giorni naturali e consecutivi decorrenti dal ricevimento della relativa richiesta. Successivamente alla predetta fase di istruttoria formale, una Commissione, nominata da Laziocrea Spa valuterà le domande che abbiano superato la fase istruttoria, esaminandole secondo l’ordine cronologico di arrivo, e quantificherà il contributo spettante a ciascun richiedente avente titolo sulla scorta delle predette categorie. E’ necessario, ai fini dell’erogazione del contributo, avere un conto corrente intestato alle Società sportive dilettantistiche (Ssd) e alle Associazioni sportive dilettantistiche. La Commissione risulterà composta da tre membri e il oresidente verrà designato dalla Regione Lazio, Direzione Cultura, Politiche giovanili e Lazio creativo. Ai componenti della Commissione, compreso il presidente, ‘non’ spetta alcun compenso. La Commissione redigerà un elenco, seguendo l’ordine cronologico di ricezione delle domande, con il contributo spettante a ciascun richiedente, che sarà pubblicato sulla ‘homepage’ e nelle sezioni Amministrazione Trasparente dei siti web istituzionali sia della Regione Lazio, sia di Laziocrea Spa nonché sul Burl (Bollettino ufficiale della Regione Lazio, ndr); l'avviso avrà valore di notifica verso tutti i soggetti. In base a tutto ciò, Laziocrea Spa procederà a erogare i contributi nella misura riconosciuta in favore dei soggetti aventi titolo, fino ad esaurimento dell’importo stanziato dalla Regione Lazio. Infine, Laziocrea Spa si riserva l’insindacabile facoltà di non finanziare in tutto o in parte le domande selezionate. In caso di revoca del contributo, Laziocrea Spa procederà a far scorrere l'elenco e a selezionare un’altra domanda, fino a esaurimento delle risorse complessivamente stanziate dall'ente regionale, come indicato all’art. 1 dell’avviso.

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Per la regolare presentazione delle domande, è richiesto ai richiedenti di fornire dati personali, anche sotto forma documentale, che rientrino nell’ambito di applicazione del ‘Regolamento UE/2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché la libera circolazione di tali dati. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 della citata normativa europea, Laziocrea Spa informa che i dati forniti saranno trattati nell’ambito del procedimento previsto per l’erogazione del contributo di cui all’art. 1. Relativamente ai suddetti dati, ai concorrenti in qualità di interessati, vengono riconosciuti i diritti di cui agli artt. 15 e ss. del Regolamento UE/2016/679. I partecipanti potranno esercitare i menzionati diritti in qualsiasi momento.

CONTROVERSIE E FORO COMPETENTE
In caso di contestazioni in merito all’interpretazione dell'avviso e degli accordi successivamente intervenuti, nonché in merito all’esecuzione e alla cessazione per qualunque causa del rapporto, le parti devono tentare una conciliazione per l’immediata soluzione delle controversie. Qualsiasi controversia dovesse insorgere tra il beneficiario/a e la Laziocrea Spa relativamente all’interpretazione del singolo contratto e/o all’esecuzione e/o alla cessazione per qualsiasi causa del contratto stesso, sarà demandata alla competenza esclusiva del Foro di Roma.
Zingaretti_presidente.jpg

NELLA FOTO QUI SOPRA: NICOLA ZINGARETTI DURANTE UNA CONFERENZA STAMPA

AL CENTRO: MARIETTA TIDEI, PRESIDENTE COMMISSIONE SVILUPPO ECONOMICO DELLA REGIONE LAZIO

IN APERTURA: IL LOGO DI 'LAZIOCREA SPA'


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale