Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
16 Agosto 2022

L'Italia e i Mondiali 2022: la strada per la qualifica

di Roberto Esposti
Condividi

Gli amanti del calcio, ma anche i tifosi occasionali, lo sanno bene: non c’è nessun evento come i Campionati mondiali che sia in grado di unire il popolo di una nazione e di scatenare il tifo più sfegatato. I mondiali 2022 si svolgeranno in Qatar e, anche se manca ancora diverso tempo, ci sono già numerose novità e indiscrezioni al riguardo, senza contare le previsioni e l'attesa per la qualifica dell'Italia: ecco tutto ciò che c'è da sapere per prepararsi al meglio a uno degli eventi sportivi più attesi di tutto il mondo.

Mondiali_2022_Quatar1.jpg
Fonte: Unsplash.com

Mondiali 2022: date e anticipazioni

Come accennato, i Mondiali di calcio del 2022 saranno peculiari, a partire dalle date in cui si svolgeranno: se solitamente gli incontri avvengono durante il periodo che segna l'inizio dell'estate, lontani dai Campionati nazionali, questa volta la competizione avverrà a fine autunno. Le partite, infatti, avranno luogo dal 22 novembre al 18 dicembre del 2022 per motivi legati principalmente alle alte temperature del Qatar, visto che si trova nella zona tropicale dell'emisfero boreale e presenta un clima desertico, ed è perciò necessario giocare durante il periodo dell'anno più “fresco”. Come poteva essere prevedibile, questa decisione è stata criticata anche per l'impatto che la scelta del calendario avrà sui Campionati nazionali e internazionali rispetto alle solite date. Per il resto, si prospetta un mondiale più che atteso, in cui verranno garantiti tutti i comfort per il benessere dei giocatori e dello staff coinvolto, oltre che, ovviamente, estremamente desiderato per la nazionale italiana. La sconfitta contro l’Irlanda del Nord ha infatti aperto uno scenario inaspettato per l’Italia ed è per questo che, secondo i prognostici dei bookmakers e degli esperti di sport di fine novembre, la nazionale si trova solo al sesto posto per la vittoria dei Mondiali. L’amata nazionale del CT Mancini dovrà quindi darsi da fare per guadagnarsi il posto agli spareggi e, si spera, l’agognata vittoria.

La corsa al Mondiale dell’Italia

Dopo la storica vincita di Germania 2006, infatti, la nazionale italiana non è riuscita a eguagliare il successo ottenuto, posizionandosi anzi in maniera deludente nella classifica finale dei Mondiali (nel 2010 e nel 2014 è stata eliminata al primo turno, e addirittura nel 2018 per la seconda volta nella storia non si è nemmeno qualificata): la “potenza” della squadra italiana nelle altre competizioni, come la vincita degli Europei a luglio del 2021, purtroppo non è bastata ad assegnarle in automatico il posto in qualifica per i prossimi incontri e a vederla tra le 32 squadre partecipanti alla competizione, insieme alle già qualificate nazionali di Qatar, Germania, Danimarca, Brasile, Francia, Belgio, Croazia, Spagna, Serbia, Argentina, Inghilterra, Svizzera e Paesi Bassi. La situazione potrebbe però risolversi a marzo 2022: il 24 e il 25 marzo sono infatti previsti gli spareggi, o meglio i play-off, per riuscire a strappare un posto in Qatar, e questa si preannuncia una competizione serrata e combattuta. Tra le misure previste per facilitare la qualifica, infatti, c’è anche la proposta di uno spostamento straordinario della trentesima giornata di campionato, prevista per il 20 marzo, in modo da far arrivare in forma smagliante i giocatori della nazionale agli attesi spareggi di fine marzo.

Mondiali_2022_Quatar2.jpg
Fonte: Unsplash.com

Riuscirà l’Italia ancora una volta a compiere l’impresa dei play-off e anzi, a stupire i tifosi vincendo i prossimi Mondiali? Non rimane che aspettare marzo e poi dicembre 2022 per scoprirlo!


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale