Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
18 Luglio 2024

La natura arbitraria dell'infedeltà

di Valentina Ughetto
Condividi
La natura arbitraria dell'infedeltà

Romelu Lukaku torna sul campo del ‘Giuseppe Meazza’ di San Siro come giocatore della Roma, con una curva Nord che si sente tradita e un’Inter ferita
 
Romelu Lukaku,
tornato al Chelsea dopo il prestito dell’anno scorso all’Inter, con una velocità rapidissima gli ha voltato le spalle dopo un lungo periodo di infortunio e aver sempre ricevuto sostegno morale da tutta la società. Adesso è a Roma, per giocare con il club giallorosso dopo aver corteggiato, senza successo, la 'vecchia signora' (la Juventus, ndr). E, per ironia della sorte, dopo poche giornate di campionato, torna a giocare proprio contro la squadra che più lo ha amato, nello stadio di San Siro: l’Internazionale di Milano. Si sa: Inter-Roma è ormai una classica di serie A, che suscita emozioni anche senza ripensare agli 'incInter_campus.jpgoronati re de Roma' del passato (Falcao e Totti, ndr). Invece, la partita sarà ricordata per i 50 mila fischietti promessi, 30 mila effettivi, che risuoneranno a 'perdifiato' per ogni tocco di palla del centravanti belga. Lo sport, anche quando fischia come il ‘Trap’ (Giovanni Trapattoni, ndrdalla panchina, diffonde i valori della solidarietà, della lealtà, del rispetto della persona e delle regole, che sono i principi fondanti di ogni sana società, modi per costruire competenze trasferibili anche in altri contesti di vita. Per i tifosi dell’Inter sarebbe importante mantenere un contegno, per ricordare il soprannome di 'beneamata' del calcio italiano, che si rende antagonista all’odio e alla vendetta. Un’Inter che promuove da sempre, come tante altre squadre, il valore dell’accoglienza, della complicità di gruppo e di squadra. Insomma, l’Inter ha sempre avuto una qualità particolare, rispetto alle squadre di calcio di serie A, in quanto ha sempre coltivato un sentito impegno sportivo e sociale con gli 'Inter campus' di Massimo Moratti. Un’Inter dal cuore grande, che ha deciso di salutare con i fischi un calciatore che le ha dato tanto e che sa di doversi comportare meglio, in futuro, per guadagnarsi un 'posto' nel cuore dei tifosi giallorossi. E riguardo ai 30 mila fischietti, quelli dell'Inter potevano prenderli anche un po’ più carini...

Fischietti_dell_Inter.jpg


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale