Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
21 Ottobre 2019

Amleto FX (Effects)

di Carla De Leo
Condividi
Amleto FX (Effects)

L’originale trasposizione dell’omonima opera shakespeariana, in scena dal 21 ottobre al 2 novembre al Teatro dell’Orologio di Roma, condensa in Amleto l’umanità intera e i suoi drammi. Un Amleto smosso dal suo tempo, che diventa icona di surreali mali della modernità

Pensereste mai di poter ridere su un’opera di Shakespeare? Pensereste mai di riuscire a ridere su una tragedia come l’Amleto? Impensabile. Ma possibile. Almeno è quanto accade nella tragicommedia di Gabriele Paolocà, in scena dal 21 ottobre a l 2 novembre presso il Teatro dell’Orologio di Roma, nella quale Amleto diviene ‘eroe’ senza tempo, immagine e specchio dell’umanità intera, incarnandone surreali mali e sofferenze. Uno spettacolo ottimamente interpretato da Gabriele Paolocà, ‘factotum’ di una performance piena di brio, colpi di scena e inaspettate risate. 
Suddivise in diversi ‘scatch’, fuse con parodie di film, di canzoni e di versi poetici talmente famosi da far parte ormai dell’immaginario collettivo, intramezzate da momenti di pathos di musica e canto, le scene rappresentate non sono soltanto la descrizione del dramma del nostro eroe. Ma la descrizione, attraverso “Amleto icona di tutti i mali”, degli ‘effetti’ Amleto. Gli effetti, cioè, che scaturiscono da forti malesseri interiori. Quei malesseri che scavano dentro di noi, si insinuano, pervadono la ragione e conducono alla follia.
In quest’ottica, l’eroe shakespeariano trascende il suo tempo e diventa sublimazione del concetto di intimo dolore. E ideologia del concetto di dolore stesso: il malessere arreca dolore; il dolore sfoga nel delirio.Sono, quindi, ‘Amleto effects’ tutte quelle vite, famose e non, che hanno permesso al dolore e al tormento di prendere il sopravvento sulla vita, sulla positività, sulla ragione, sulla coscienza.Come accaduto alla famosa cantante Amy Winehouse, morta di overdose, sulle cui note si apre lo spettacolo.Com’è accaduto ad una delle più grandi icone del cinema di tutti i tempi, Marilyn Monroe. E ancora, a Pierpaolo Pasolini o a Giovanni Pascoli.
Tutti riportati in scena e fatti rivivere da Paolocà nelle parole di Amleto. 
Un Amleto ‘costretto’ a farsi carico anche degli assurdi mali dei nostri tempi, a dar loro forma e consistenza.
Uno spettacolo divertente, dissacrante, profanatore di un’opera diventata mito. E proprio per questo, lodevole per la sua originalità ed efficacia con cui soggetti e contenuti sono stati trasposti.
E la vendetta di Amleto, spinta da ‘allucinazioni’ e pulsioni ingovernabili, ha lo stesso sapore dell’incoscienza su cui stiamo costruendo le fondamenta del nostro tempo. 

Amleto FX
Di Gabriele Paolocà
Con Gabriele Paolocà
Produzione VicoQuartoMazzini, ProgettoGoldstein, Teatro dell’Orologio

dal 21 ottobre al 2 novembre

Teatro dell’orologio
, via dei Filippini 17/a, 00186 Roma
Mercoledì-sabato, ore 21.30
Domenica, ore 18.30
Prenotazioni: biglietteria@teatroorologio.com
Tel. 06 6875550 - info@teatroorologio.com


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale